Scadenze di settembre 2023: novità, bonus, adempimenti fiscali

Bonus Trasporti, Rottamazione quater, Dichiarazione 730, Irpef e Iva: le deadline di settembre 2023

Chiara Arroi 30/08/23
Scarica PDF Stampa

Le vacanze sono agli sgoccioli e dal giorno 4 riparte il calendario delle date e scadenze di settembre 2023. Termina infatti la sospensione dei pagamenti stabilita nel mese di agosto.

Inoltre sarà l’ultimo mese per inviare la dichiarazione dei redditi con il modello 730/2023. Tra i versamenti poi ci sono anche i contributi mensili, le imposte Iva e Irpef e le comunicazioni delle somme dovute con la rottamazione quater (riservata alle zone alluvionate).

Non solo scadenze fiscali però. Settembre è anche il mese da cui si può richiedere il bonus trasporti 2023, per l’acquisto di abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico. Sempre questo mese debutta il nuovo strumento di reinserimento lavorativo: SFL – Supporto per la formazione e il lavoro.

Ecco un riepilogo delle principali scadenze di settembre 2023.

Indice

Date e scadenze di settembre 2023: SFL Supporto Formazione e Lavoro (1° settembre)

Iniziamo dalla nuova misura di lotta alla disoccupazione e inserimento lavorativo: il Supporto per la formazione e il lavoro (SFL 2023) che debutta proprio il 1° settembre. E’ uno degli strumenti introdotti dall’esecutivo Meloni per gestire la transizione da Reddito e Pensione di cittadinanza (destinati ad essere abrogati dal prossimo 1° gennaio) verso altre forme di sostegno economico.

>> Leggi anche “Supporto formazione e lavoro SFL 2023: al via dal 1° settembre

L’SFL garantisce, a chi ne ha diritto, un’indennità mensile di 350 euro, erogati per tutta la durata della misura, entro un limite massimo di 12 mesi, a patto che il beneficiario partecipi a progetti di formazione, di qualificazione e riqualificazione professionale, di orientamento, di accompagnamento al lavoro e di politiche attive.

Date e scadenze di settembre 2023: Bonus trasporti (1° settembre)

Nell’ambito delle buone notizie, dal 1° settembre riaprono le domande online per richiedere nuovamente il Bonus trasporti 2023: un voucher di 60 euro erogato ai cittadini con determinati requisiti di reddito, che può essere utilizzato per l‘acquisto di abbonamenti mensili per i mezzi di trasporto pubblico locale, regionale, interregionale e nazionale. Lo si può utilizzare su autobus, linee metropolitane e treni.

Sul portale ufficiale si legge infatti la notizia “Sarà possibile effettuare un nuovo tentativo di richiesta a partire dalle ore 8 del 1° settembre 2023, per usufruire degli eventuali residui generati dal mancato utilizzo di bonus richiesti nel mese di agosto 2023”.

Date/Scadenze di settembre: ripresa controlli fiscali (4 settembre)

Stop alla sospensione di agosto: ripartono dal 4 settembre 2023 i termini relativi ai controlli fiscali dell’Agenzia delle Entrate. Termina quindi la sospensione dei pagamenti in vigore dallo scorso 1° agosto, che congelava le scadenze per le comunicazioni di irregolarità e degli importi derivanti dai controlli formali delle dichiarazioni dei redditi.

Scadenze di settembre 2023: pagamento Iva, Irpef e Irap (18 settembre)

La data del 18 settembre segna diverse scadenze per il versamento delle imposte. Eccone alcune:

  • Versamento 4 rata dell’addizionale comunale all’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2022 e di primo acconto per l’anno 2023, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,84%;
  • Versamento 4 rata dell’addizionale regionale all’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, dovuta per l’anno d’imposta 2022, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,84%;
  • Versamento 4 rata delI’Irap risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2022 e di primo acconto per l’anno 2023, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,84%;
  • Versamento 4 rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2022 e di primo acconto per l’anno 2023, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,84%;
  • Versamento della Tobin Tax (imposta sulle negoziazioni ad alta frequenza relative ad azioni e strumenti finanziari) dovuta sugli ordini relativi ai trasferimenti degli strumenti finanziari partecipativi;
  • Versamento Acconto Irpef sui redditi soggetti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte

Scadenze di settembre 2023: Modello Redditi PF 2023 tardivo (28 settembre)

Il 28 settembre è l’ltimo giorno utile per sanare la mancata presentazione, in formato cartaceo, della dichiarazione dei redditi modello “Redditi PF 2023” e della busta contenente la scheda per la scelta della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef.

Gli interessati da questa scadenza sono le persone fisiche non obbligate all’invio telematico della dichiarazione dei redditi che non hanno presentato agli uffici postali il modello “Redditi PF 2023” entro il 30 giugno 2023

Scadenze di settembre 2023: invio spese sanitarie (28 settembre)

Il giorno 28 settembre è il termine ultimo per la trasmissione al Sistema Tessera Sanitaria dei dati delle spese sanitarie sostenute dalle persone fisiche nel primo semestre 2023, così come riportati sul documento fiscale emesso dai medesimi soggetti, comprensivi del codice fiscale riportato sulla tessera sanitaria, nonché quelli relativi ad eventuali rimborsi, ai fini della predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Scadenze di settembre 2023: invio Modello 730/2023 (30 settembre-2 ottobre)

Passiamo ora agli adempimenti dichiarativi. Il 30 settembre 2023 è l’ultima data utile per trasmettere all’Agenzia entrate la dichiarazione dei redditi 730/2023. Data che in realtà slitta al 2 ottobre (trattandosi il 30 di un sabato).

Entro il 30 settembre (in realtà 2 ottobre 2023), il contribuente invia la dichiarazione dei redditi; riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal 1° al 30 settembre.

Scadenze di settembre: rottamazione quater zone alluvionate (30 settembre)

Il 30 settembre sarà anche l’ultimo giorno utile per fare domanda di adesione alla Rottamazione quater. Questa possibilità è riservata però solo ai contribuenti delle zone alluvionate.

Il “Decreto Alluvione”, DL n. 61/2023, convertito con modificazioni dalla Legge n. 100/2023, ha prorogato di tre mesi i termini e le scadenze della Definizione agevolata.

>> Fai domanda qui

La Definizione agevolata (“Rottamazione-quater”) riguarda tutti i carichi affidati all’Agente della riscossione nel periodo ricompreso tra il 1° gennaio 2000 e il 30 giugno 2022 inclusi quelli:

• contenuti in cartelle non ancora notificate;
• interessati da provvedimenti di rateizzazione o di sospensione;
• già oggetto di una precedente “Rottamazione” anche se decaduta per il mancato, tardivo,
insufficiente versamento di una delle rate del relativo precedente piano di pagamento.

Per restare aggiornato sulle novità in tema di scadenze fiscali puoi iscriverti gratis alla Newsletter di LeggiOggi, compilando il form qui sotto:

Iscriviti alla newsletter

Si è verificato un errore durante la tua richiesta.

Scegli quale newsletter vuoi ricevere

Autorizzo l’invio di comunicazioni a scopo commerciale e di marketing nei limiti indicati nell’informativa.

Cliccando su “Iscriviti” dichiari di aver letto e accettato la privacy policy.

Iscriviti

Iscrizione completata

Grazie per esserti iscritto alla newsletter.

Seguici sui social


Foto copertina: istock/MicroStockHub