Insegnare con laurea in Scienze Politiche: requisiti formativi, classi di concorso, come candidarsi a scuola

Alice Lottici 14/10/19
Scarica PDF Stampa
La laurea in Scienze Politiche apre le porte a numerose professioni ma spesso tutte le strade da intraprendere non sono chiare quando si deve cercare un lavoro.

Infatti, molti neolaureati o laureati da tempo non considerano la carriera scolastica come opportunità. Insegnare con laurea in Scienze Politiche è possibile e in questo articolo vi spieghiamo a quali classi di concorso si accede, quali requisiti formativi servono e come presentare la candidatura alle scuole.

Come diventare insegnante: requisiti, modalità, normativa

Insegnare con laurea in Scienze Politiche: cosa serve

La legge n.145 del 2018 ha apportato modifiche al decreto legislativo n.59 del 2017, istituendo il concorso pubblico come unica via per ottenere l’abilitazione e/o il ruolo a tempo indeterminato.

Al Concorso a cattedra, bandito ogni due anni solo per le regioni e le classi di concorso con posti disponibili, potranno accedere neolaureati in possesso di:

  • laurea magistrale o a ciclo unico coerente con le classi di concorso per le quali si concorre;
  • 24 Cfu nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

I candidati che supereranno le prove concorsuali potranno ottenere l’abilitazione, invece quelli che si collocheranno in posizione utile in graduatoria avranno anche un posto assegnato tra quelli a concorso.

Concorsi Scuola Secondaria per abilitati e neolaureati

Insegnare con laurea in Scienze Politiche: classi di concorso

Abbiamo visto che i neolaureati o i laureati senza esperienza come docenti dovranno possedere una laurea magistrale e i 24 Cfu per partecipare al Concorso a cattedra.

In genere, i possessori di un titolo di Laurea Magistrale in Scienze Politiche possono accedere alle seguenti classi di concorso:

  • A-18 Filosofia e Scienze Umane;
  • A-46 Scienze giuridico-economiche;
  • A-65 Teorie e tecniche della comunicazione.

Attenzione però: non tutte le lauree in Scienze Politiche consentono l’accesso a tutte queste classi di concorso. Ogni laureato deve infatti verificare la corrispondenza del proprio piano studi triennale e magistrale con i requisiti per ognuna con la tabella A, prediposta appositamente dal Miur.

Apri al Tabella A

Ad esempio chi è in possesso di un titolo di laurea per la LM – 59 Comunicazione Pubblica, d’Impresa e Pubblicità potrà insegnare le discipline di cui alla classe di concorso A-65 se in possesso di almeno 12 CFU negli insegnamenti universitari con codice SPS/08.

Oltre al titolo quindi, bisogna far riferimento alla tipologia degli insegnamenti scelti nel proprio percorso accademico.

Chi non avesse ancora tutti i requisiti richiesti per la classe di concorso di riferimento, ogni Università oltre a occuparsi dei corsi per ottenere i 24 Cfu consente anche l’iscrizione a singole attività formative per aggiungere al proprio piano studi insegnamenti mancanti e necessari per la professione.

Insegnare con laurea in Scienze Politiche: come candidarsi

Non occorre aspettare l’indizione delle procedure concorsuali per iniziare a insegnare. Anche senza abilitazione, gli interessati in possesso dei crediti formativi richiesti dalla classe di concorso possono già candidarsi nelle varie scuole per ricoprire incarichi da supplente attraverso l’invio della messa a disposizione (MAD).

La domanda consiste nella compilazione di un form o un modulo in carta semplice, a seconda delle modalità concesse da ogni Istituto, da inviare direttamente.

Per quanto riguarda l’inserimento nelle graduatorie di istituto invece bisogna attendere l’aggiornamento del 2020.

>> Riapertura e aggiornamento graduatorie 2020: cosa sapere <<

Per iniziare a prepararsi sulle discipline a concorso e sui programmi concorsuali consigliamo i seguenti volumi:

Concorso a cattedra – Competenze, metodologie e tecnologie didattiche

Il volume è uno strumento utilissimo per chi deve affrontare le prove per l’accesso ai ruoli del personale docente, ma anche per chi desidera acquisire i necessari crediti formativi. L’aspirante docente deve dimostrare non solo le conoscenze disciplinari ma anche la capacità di fare l’insegnante: a tal fine le competenze antropologiche, psicologiche, pedagogiche e metodologiche sono del tutto necessarie.Il volume è articolato in quattro parti:1. Antropologia: nascita, tecniche e teorie delle scienze etno-antropologiche; società, cultura e geografia antropica; aree culturali e globalizzazione; differenze di genere, variabile maschio/femmina e sesso; razzismo, processi migratori, integrazione e coesione sociale; società globale; comunità, migrazioni interne e processo di urbanizzazione; lingue, culture e religioni del mondo; interpretazione etnopsichiatrica della malattia; filosofia morale;2. Pedagogia, pedagogia speciale, didattica dell’inclusione: fondamenti di pedagogia generale e sociale nella storia della formazione umana; ricerca pedagogica; processi di educazione, istruzione, formazione e apprendimenti; interdipendenze tra processi e oggetti della conoscenza e prospettiva del costruzionismo; teorie, analisi di modelli e strategie educative per lo sviluppo di una scuola interculturale; progettazione, monitoraggio, valutazione e autovalutazione; dinamiche educative nei contesti familiari e territoriali; analisi e gestione di situazioni di bullismo, cyberbullismo, omofobie e nuove forme di dipendenza; tecniche e strumenti d’indagine pedagogica, storica, teorica ed empirica; educazione ambientale, allo sviluppo sostenibile e alla mondialità; rapporto tra pedagogia e didattica; mediazione didattica e dimensioni pedagogiche dei fenomeni sia della dispersione sia dell’abbandono; valutazione degli apprendimenti e strategie didattiche;3. Psicologia: fondamenti della psicologia come scienza e neuroscienze; processi di sviluppo psico-affettivi nel rapporto d’insegnamento/apprendimento; intelligenza e processi cognitivi; processi emotivi, affettivi e motivazionali; ciclo di vita e fondamenti dell’età evolutiva; psicologia sociale e scolastica; atteggiamenti e opinioni;4. Metodologie e tecnologie didattiche: fondamenti epistemologici e metodologico-procedurali della didattica e della pedagogia sperimentale; strategie e obiettivi dell’istruzione nell’Unione europea; principali metodologie e strategie della didattica inclusiva; strategie comunicative; tecnologie per una scuola digitale; autonomia, flessibilità e didattiche per l’educazione inclusiva; valutazione e certificazione delle competenze in alternanza scuola lavoro.

Pietro Boccia | 2019 Maggioli Editore

37.00 €  35.15 €

Concorso Scuola 2020 – Legislazione scolastica

Il manuale è uno strumento di sicura utilità per la preparazione ai concorsi a cattedra per le scuole di ogni ordine e grado.Il testo affronta in forma sintetica, semplice e scorrevole, tutte le principali tematiche della legislazione e della normativa scolastica richieste nelle Avvertenze Generali (D.M. 95/2016):› l’attuazione del dettato costituzionale;› l’evoluzione della legislazione;› l’organizzazione amministrativa (centrale e periferica) del Ministero dell’Istruzione;› l’autonomia (didattica, organizzativa, amministrativa, contabile) delle istituzioni scolastiche;› gli organi di governo della scuola;› funzioni, poteri e responsabilità dei dirigenti scolastici.L’obiettivo è quello di esporre in forma chiara e accessibile, a un pubblico non necessariamente formato da cultori di discipline giuridiche, una serie di informazioni organiche e aggiornate relative all’amministrazione della Pubblica Istruzione.Ciascun capitolo è completato da una batteria di quesiti a risposta multipla al fine di verificare il grado di apprendimento conseguito.Il volume è aggiornato alle più recenti novità normative, tra le quali si ricordano: la L. n. 159/2019 di conversione del D.L. n. 126/2019 (reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e di abilitazione dei docenti), i decreti legislativi 59-66 del 2017, di attuazione della L. 107/2015 (cd. Buona Scuola); la L. 31 luglio 2017, n. 119, di prevenzione vaccinale; il D.Lgs. 20 luglio 2017, n. 118, di riforma della disciplina del licenziamento disciplinare; la L. 29 maggio 2017, n. 71, sul cyberbullismo; il D.Lgs. 25 maggio 2017, n. 75, in materia di responsabilità disciplinare dei dipendenti pubblici.Il volume è completato da un’appendice normativa in cui sono riportati il D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275 in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, le indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione (Decreto 254/2012), il testo integrale della riforma della Buona Scuola (L. 107/2015) e la Nota ministeriale del 10 ottobre 2017, prot. 1865 su valutazione, certificazione delle competenze ed esame di Stato nelle scuole del primo ciclo di istruzione.

Andrea Gradini | 2020 Maggioli Editore

33.00 €  31.35 €

Concorso a cattedra – Scienze giuridiche ed economiche Classe A46 (ex A019)

Il manuale costituisce un indispensabile strumento di preparazione alla prova scritta e a quella orale del concorso a cattedra per l’insegnamento nella classe di concorso A46 – Scienze giuridiche ed economiche (ex A019 – Discipline giuridiche ed economiche).Il volume segue fedelmente le indicazioni sia delle Avvertenze generali alle prove d’esame sia del Programma d’esame per tale classe di concorso e offre una trattazione manualistica articolata in Parti:- Metodologie e tecniche della didattica (disponibile alla pagina www.maggiolieditore.it/approfondimenti grazie al codice riportato in fondo al testo), in cui sono sintetizzati i principali punti delle Avvertenze generali (ambienti di apprendimento e metodologie didattiche, organizzazione e gestione di una lezione efficace, tecnologie dell’informazione e della comunicazione);- Discipline giuridiche, suddivisa in Diritto civile (i soggetti, i fatti e gli atti giuridici, il diritto delle persone, le successioni, i beni e le proprietà, il possesso,l’usucapione e l’obbligazione, i contratti), Diritto commerciale (l’impresa, le società, i beni, i principali contratti, i titoli di credito, le procedure concorsuali), Diritto pubblico (lo Stato, le fonti del diritto, i diritti costituzionali, gli organi costituzionali, la Pubblica Amministrazione, il diritto di accesso e tutela della privacy, il procedimento amministrativo;- Discipline economiche, articolata in Microeconomia (il comportamento dei consumatori, delle imprese, le forme di mercato), Macroeconomia (la contabilità nazionale, la produzione, la disoccupazione, l’inflazione nel breve e nel lungo periodo), Attività finanziaria pubblica (i bilanci pubblici, le entrate pubbliche, l’economia del benessere, i fallimenti del mercato, la teoria dell’imposta, il sistema tributario, il Welfare state), Sistema tributario (i tributi, l’accertamento e la riscossione, l’IRPEF, l’IRES, le imposte indirette).In vista della prova orale, inoltre, per ciascuna delle materie il volume offre esempi di lezioni simulate in cui si riproduce la progettazione didattica di un argomento, sottolineando gli eventuali ricorsi alle Tecnologie dell’informazione e della comunicazione, e si esplicitano le scelte didattiche e metodologiche relative alla lezione.

AA.VV. | 2019 Maggioli Editore

46.00 €  43.70 €

Concorso a cattedra – Filosofia e Scienze umane Classe A18

Il manuale costituisce un indispensabile strumento di preparazione alla prova scritta e a quella orale del concorso a cattedra per l’insegnamento nella classe di concorso A18 – Filosofia e Scienze umane (ex A036 – Filosofia-Psicologia e Scienze dell’educazione).Il volume segue fedelmente le indicazioni sia delle Avvertenze generali alle prove d’esame sia del Programma d’esame per tale classe di concorso e offre una trattazione manualistica articolata in parti:- Metodologie e tecniche della didattica (disponibile nella sezione online su https://www.maggiolieditore.it/approfondimenti grazie al codice riportato in fondo al testo), in cui sono sintetizzati i principali punti delle Avvertenze generali (ambienti di apprendimento e metodologie didattiche, organizzazione e gestione di una lezione efficace; tecnologie dell’informazione e della comunicazione);- Filosofia (filosofia antica; filosofia della tarda antichità e medievale; filosofia moderna; filosofia post-hegeliana e del Novecento; didattica della filosofia; esempio di trattazione tematica su un problema filosofico);- Psicologia, Sociologia e Scienza dell’educazione, a sua volta articolata in Storia della pedagogia (età antica; Medioevo; Illuminismo; Ottocento; Novecento), Cultura psicologica (attività cognitive di base; psicologia dello sviluppo), Sociologia e antropologia (storia della sociologia; storia dell’antropologia; natura, cultura e società; struttura sociale; socializzazione; metodi della ricerca sociale; famiglia; istruzione; linguaggio, comunicazione e mass media; stratificazione sociale; sesso, età e disuguaglianze; disuguaglianze etniche; normalità e devianza).In vista della prova orale, inoltre, per ciascuna delle materie il volume offre esempi di lezioni simulate in cui si riproduce la progettazione didattica di un argomento, sottolineando gli eventuali ricorsi alle Tecnologie dell’informazione e della comunicazione, e si esplicitano le scelte didattiche e metodologiche relative alla lezione.

V. Calvino, M. Autieri, G. Pianura, M. Sannipoli | 2019 Maggioli Editore

28.00 €  26.60 €