Bonus occhiali e lenti, firmato il decreto: come funziona, a chi spetta, importo

Scarica PDF Stampa
Tra le diverse misure e agevolazioni previste dalla Legge di bilancio 2021 (L. 30 dicembre 2020, n. 178) è presente anche il Bonus occhiali e lenti. Questa misura, all’Art. 1 comma 437 della Legge di Bilancio, prevede l’istituzione di un fondo annuale per garantire la tutela della salute della vista.

Il fondo, denominato appunto «Fondo per la tutela della vista», dispone lo stanziamento di un totale di 15 milioni di euro per il triennio 2021-2023, per una somma annuale di 5 milioni di euro destinati ad agevolazioni per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto correttive.

Dopo quasi due anni dall’istituzione sembrava che la misura dovesse rimanere sepolta in soffitta, ma prima dell’insediamento del nuovo governo è arrivata la firma da parte degli ormai ex ministri Speranza e Franco al Decreto attuativo con le regole per richiedere il bonus. Tuttavia, per conoscere con esattezza le tempistiche bisognerà attendere la pubblicazione del Decreto in Gazzetta Ufficiale e la successiva attivazione della piattaforma online per fare domanda.

Vediamo nei prossimi paragrafi come funziona il Bonus occhiali e lenti, come richiederlo e a chi è destinato.

>>> Legge di bilancio 2021: tutte le misure e le novità <<<

Bonus occhiali e lenti nella Legge di Bilancio 2021

All’articolo 1, comma 438 della Legge di Bilancio 2021 si legge che “è riconosciuta, nei limiti dello stanziamento autorizzato, che costituisce limite massimo di spesa, in favore dei membri di nuclei familiari con un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente, stabilito ai sensi del regolamento di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159, non superiore a 10.000 euro annui, l’erogazione di un contributo in forma di voucher una tantum di importo pari a 50 euro per l’acquisto di occhiali da vista ovvero di lenti a contatto correttive.”

Bonus occhiali e lenti: come funziona

Il Bonus occhiali e lenti previsto dalla Legge di Bilancio potrà essere richiesto fino al 31 dicembre 2023. Alle famiglie che avranno i requisiti per richiederlo, il bonus sarà corrisposto sotto forma di voucher una tantum per l’acquisto di occhiali da vista o lenti.

Tuttavia, poiché il fondo serve a coprire gli acquisti fatti dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2023, sarà inoltre possibile richiedere un rimborso da 50 euro per gli acquisti già effettuati.

Il voucher (o il rimborso) può essere richiesto una sola volta per ogni componente del nucleo familiare. Se un nucleo familiare con ISEE non superiore a 10mila euro è composto da tre persone, tutte e tre potranno richiedere, una sola volta a testa e fino al 31 dicembre 2023, lo sconto da 50 euro.

Bonus occhiali e lenti: requisiti

Il contributo è destinato ai membri di nuclei familiari con un Isee non superiore a 10.000 euro. Per poter ricevere il voucher è quindi necessario possedere i seguenti requisiti:

  • indicatore Isee non superiore a 10.000 euro;acquisto di occhiali da vista;acquisto di lenti a contatto correttive.

Non è previsto quindi l’utilizzo del bonus per l’acquisto di occhiali da sole.

Bonus occhiali e lenti: importo e durata

La Legge di Bilancio 2021 ha previsto per il Bonus occhiali e lenti l’erogazione di un voucher di 50 euro. Sarà questo lo sconto riservato ai destinatari del contributo per l’acquisto di occhiali o lenti a contatto. Il contributo inoltre sarà valido per gli acquisti effettuati nell’arco dei tre anni dal 2021 al 2023. Visto che lo sconto si applica al momento dell’acquisto, è stata disposta la possibilità di richiedere il bonus sotto forma di rimborso per gli acquisti già effettuati a partire dal 1° gennaio 2021.

Bonus occhiali e lenti: come richiederlo

La Legge n.178 del 30 dicembre 2020 stabilisce che i criteri che definiranno i termini e le modalità con le quali sarà erogato il voucher saranno stabilite tramite decreto del Ministero della Salute, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle finanze.

Il decreto è finalmente arrivato, sebbene non sia stato ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Al suo interno si legge che l’erogazione del bonus verrà gestista da un’apposita piattaforma online, accessibile anche dal sito del Ministero della Salute, e che dovrà essere resa disponibile entro 60 giorni dalla pubblicazione del Decreto in Gazzetta Ufficiale.

Si potrà accedere alla piattaforma tramite SPID, CIE o CNS, e dopo aver inserito il codice fiscale del richiedente o degli altri beneficiari (ex. figli minori), il portale verificherà se è stata presentata una DSU valida con ISEE fino a 10mila euro ed emetterà il voucher con un QR code.

Il bonus non potrà essere speso presso tutti i rivenditori ma solo presso quelli che si saranno accreditati allo stesso portale. All’interno del portale sarà presente un elenco dei rivenditori accreditati.

In alternativa, per acquisti già effettuati di occhiali e lenti, sarà possibile richiedere un rimborso di 50 euro. In questo caso alla richiesta fatta sempre tramite l’apposita piattaforma online si dovranno allegare gli estremi della fattura o dello scontrino. Il rimborso verrà erogato tramite accredito sull’IBAN indicato al momento della presentazione della domanda. Sarà possibile richiedere i rimborsi solo per i primi 60 giorni dall’avvio della piattaforma online.

Leggi anche “Aiuti e Bonus 2022: mappa dei sussidi da richiedere fino al 31 dicembre”

Alessandro Sodano
Tag