Luigi di Maio (Fonte: Il Tempo)

A 3 settimane dal voto delle Elezioni 2018, il movimento 5 Stelle è scosso dal caso rimborsi. Dopo il servizio del programma televisivo de Le iene andato in onda nei giorni scorsi, sale il numero di deputati che non ha effettuato il versamento di metà del proprio stipendio (al quale si dovrebbe aggiungere l’avanzo delle Diarie) al fondo del Mise dedicato alle micro imprese.

Il servizio de Le Iene ha portato alla luce il “trucco” delle false restituzioni da parte di alcuni deputati che consisteva nell effettuare i bonifici, ma di revocarli poi entro 24 ore, prima che avvenisse effettivamente l’operazione.

Sul sito tirendiconto.it il Movimento ha reso noto che ammonta a 23,418 milioni di euro l’importo restituito dai parlamentari pentastellati, probabilmente conteggiando anche quelli provenienti da europarlamentari e consiglieri regionali.

Se è vero che lo scarto tra quanto i parlamentari hanno dichiarato di versare e quanto effettivamente versato da poche decine di migliaia di euro è passato a più di 1 milione di euro, il trucco del bonifico annullato potrebbe essere stato utilizzato anche da altri deputati. I pentastellati parlano però anche di un errore di rendicontazione o di trascrizione nel passaggio di da un sistema di conteggio ad un altro.

Il leader dei pentastellati Luigi di Maio ha ribadito che la notizia vera è che il Movimento 5 Stelle ha restituito 23,1 milioni di euro di stipendi e che quei soldi hanno fatto partire 7mila imprese e 14mila lavoratori. Ma al tempo stesso ha promesso di fare chiarezza, chiedendo al ministero dell’Economia e delle Finanze l’accesso agli atti e ai propri deputati di esibire la documentazione che provi la regolarità dei versamenti, annunciando l’espulsione delle mele marce.

La vicenda dei falsi rimborsi esplosa a poche settimane dal voto per le Elezioni 2018 potrebbe influire e non poco sui risultati elettorali del Movimento 5 stelle che per non perdere la faccia dovrà portare al più presto i conti ben in ordine.

[Fonte img Il Tempo]

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here