L’Ape social sarà accessibile anche ai lavoratori precari a partire dal 2018. Lo prevede il testo definitivo della Legge di Bilancio 2018 presentato a fine ottobre in Parlamento e attualmente in discussione alla Commissione Bilancio del Senato. Nell’articolo 22 il testo prevede tra le categorie interessate dall’Ape social anche chi ha perso il lavoro a causa dell’estinzione del contratto a termine.

Questa misura sarà ovviamente applicata a partire dal 2018 e solo se sarà ancora presente nel testo della Legge di Bilancio che verrà approvata entro il prossimo 31 dicembre. Ricordiamo che la scadenza per presentare la domanda nel 2018 sarà il 31 marzo e potranno presentare domanda i lavoratori che maturano i requisiti entro la fine del 2018.

Leggi anche Ape social e Precoci, domanda accolta ma l’assegno non arriva

Requisiti per fare domanda per Ape social


I requisiti per accedere all’Ape social sono i seguenti:

  • 63 anni di età,
  • 30 anni di contribuzione (che salgono a 36 per le mansioni gravose),
  • appartenenti alle seguenti categorie:
    • disoccupati che non percepiscono la prestazione per la disoccupazione da almeno 3 mesi;
    • gli invalidi civili con invalidità uguale o superiore al 74%;
    • i lavoratori che assistono da almeno 6 mesi un parente convivente con handicap grave;
    • i lavoratori che sono stati impegnati in mansioni gravose in 6 degli ultimi 7 anni.

Volume consigliato

Previdenza 2017

Previdenza 2017

Gabriele Bonati - Pietro Gremini, 2017, Maggioli Editore

Il volume rappresenta un vero e proprio instant book, che ha l’obiettivo di offrire un quadro generale e di immediata intuitività circa le ultime novità intervenute nel sistema previdenziale italiano, oggetto di numerosi provvedimenti, di cui alcuni ancora in corso di...




CONDIVIDI
Articolo precedenteRiforma Agenzia delle Entrate, nomine dirigenti senza concorso
Articolo successivoInps, cosa studiare per superare le prove del Concorso

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here