comunali 2016 ballottaggi

I ballottaggi di ieri, 19 giugno, delle elezioni comunali 2016, hanno segnato un’importante vittoria per il Movimento 5 Stelle che con le rispettive candidate, Virginia Raggi a Roma e Chiara Appendino a Torino, ha conquistato la capitale e il capoluogo piemontese.

Per maggiori approfondimenti si consiglia lo SPECIALE SU ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016

A Milano, invece, ha vinto il Partito Democratico con Giuseppe Sala che ha sconfitto, anche se di misura, l’avversario del centrodestra Stefano Parisi.


A Napoli e Bologna arriva la conferma per i due sindaci uscenti: Luigi de Magistris e Virginio Merola.

Si riportano di seguito tutti i risultati definitivi dei ballottaggi delle amministrative 2016, città per città.

ROMA

Virginia Raggi, come da previsioni, porta il Movimento 5 Stelle a vincere incassando il 67,1% dei voti, contro il 32,8% dell’avversario del Pd, Roberto Giachetti. Raggi, in vantaggio anche al primo turno, diventa così il primo sindaco donna della storia della capitale.

TORINO

Esce sconfitto il sindaco uscente del Partito democratico, Piero Fassino, superato dalla candidata del Movimento 5 stelle, Chiara Appendino, che ha portato a casa la vittoria con il 54,5% delle preferenze. Si tratta di una sconfitta inaspettata per Fassino, che al primo turno era in vantaggio con il 41,8% dei voti e che al ballottaggio di ieri si è invece arrestato al 45,4%, dovendo rinunciare alla riconferma.

MILANO

Vince il candidato del centrosinistra Giuseppe Sala, ex amministratore delegato dell’Expo, con il 51,7%. L’avversario del  centrodestra, Stefano Parisi, non è infatti riuscito a superare il 48,3%.

NAPOLI

Riconfermato il sindaco uscente, Luigi de Magistris, sostenuto da una lista civica (Democrazia autonomia, DemA) a sua volta appoggiata da Sel-Si e Possibile. De Magistris ha vinto le comunali con il 66,8% dei voti, lasciando l’avversario del centrodestra, Gianni Lettieri, fermo al 33,1%.

BOLOGNA

Anche qui è stato riconfermato sindaco l’uscente Virginio Merola del Pd, avendo ottenuto il 54,6% delle preferenze. Sconfitta, invece, la candidata del centrodestra, Lucia Borgonzoni (Lega Nord), che non ha superato il 45,3% dei voti.

LATINA

Il nuovo primo cittadino di Latina è il candidato indipendente Damiano Coletta che ha ottenuto il 75% dei voti (contro il 22% raggiunto al primo turno) e che ha vinto con la lista civica Latina bene comune. Il candidato avversario, Nicola Calandrini, a capo di una lista civica appoggiata da Fratelli d’Italia e altri partiti di centrodestra, nonostante fosse vincente al primo turno, ieri non è andato oltre il 24,9%.

NOVARA

Vincente è il candidato di Lega nord e Fratelli d’Italia, Alessandro Canelli, che ha battuto con il 57,7% dei voti l’avversario del Pd, Andrea Ballarè, fermo al 42,2%.

RAVENNA

Diventa sindaco il candidato del centrosinistra, con il 53,3% delle preferenze, Michele De Pascale, seguito da Massimiliano Alberghini del centrodestra che non è andato oltre il 46,6%.

TRIESTE

Vince contro il candidato del centrosinistra Roberto Cosolini, che ha ottenuto il 47,4% dei consensi, il candidato del centrodestra, Roberto Dipiazza, ottenendo il 52,6%.


CONDIVIDI
Articolo precedenteSocietà Europea (SE): un’occasione persa o un punto di partenza?
Articolo successivoLa Brexit è la migliore via d’uscita per il Regno Unito?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here