Concorso Toscana 20 funzionari amministrativi: tutte le novità sulla prova preselettiva

Erika Barone 12/06/23
Scarica PDF Stampa Allegati

La Regione Toscana ha dato il via all’assunzione a tempo indeterminato di 20 istruttori amministrativi, categoria D posizione economica D1, per ampliare l’organigramma regionale ed offrire un servizio più efficiente ai propri cittadini. La domanda poteva essere inoltrata fino alla data del 31 marzo 2023. Ecco tutte le novità sulla preselettiva del Concorso Toscana 20 funzionari amministrativi.

Indice

Concorsi Toscana 2023: 20 posti istruttori amministrativi

Concorsi Toscana 2023: l’avviso ufficiale

Concorsi Toscana 2023: tutte le novità sulla preselettiva

Si comunica che la prova preselettiva del concorso si svolgerà il giorno 20 giugno 2023, presso “Arezzo Fiere e Congressi”, via Lazzaro Spallanzani 23 ad Arezzo. Per indicazioni in merito a come raggiungere il luogo di svolgimento della suddetta prova, si rinvia alla consultazione del seguente link: arezzofiere.it/come-raggiungerci/

  • Si precisa che i candidati, ai sensi dell’articolo 8 del bando, sono ammessi con riserva alla prova.

Il 13 giugno saranno pubblicati, nella pagina dedicata al concorso, gli elenchi degli esonerati e
degli ammessi con riserva alla prova preselettiva. Saranno pubblicati altresì, nella medesima
data, i varchi di accesso e gli orari di convocazione agli stessi.

Concorsi Toscana 2023: i requisiti

Per partecipare al concorso è necessario possedere i seguenti requisiti generali e specifici:

REQUISITI GENERICIREQUISITI SPECIFICI
Essere cittadini italianiDiploma di laurea triennale, diploma di laurea specialistica, diploma di laurea magistrale
Maggiore etàDiploma di laurea del vecchio ordinamento universitario
Idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni inerenti l’impiegoDiploma delle Scuole Dirette ai fini speciali di durata triennale o diploma universitario istituito della medesima durata, equiparato al diploma di laurea triennale
Godimento dei diritti civili e politici
Non essere stati destituiti dall’impiego ovvero licenziati per motivi disciplinari
oppure dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente
insufficiente rendimento
Non aver riportato condanne penali passate in giudicato né avere procedimenti
penali in corso
Essere in regola con gli obblighi di leva

Concorso Toscana 20 funzionari amministrativi: la domanda

COSA DICHIARARE NELLA DOMANDA

  • il nome e cognome, la data e luogo di nascita, il luogo di residenza e il codice fiscale;
  • l’indirizzo di posta elettronica digitale per eventuali comunicazioni. La variazione dei recapiti telematici dichiarati deve essere comunicata tempestivamente all’Amministrazione. Questa Amministrazione si riterrà autorizzata ad inviare eventuali comunicazioni relative al concorso all’indirizzo mail dichiarato dal candidato nella domanda;
  • l’eventuale possesso di requisiti che conferiscano il diritto alle riserve di cui all’art. 11;
  • l’eventuale possesso di titoli che conferiscono la preferenza a parità di punteggio ai sensi della normativa vigente, con specificazione dei titoli stessi (si veda art. 9).
  • che le dichiarazioni rese nella domanda sono documentabli

La domanda di partecipazione bisogna compilarla e presentarla in forma esclusivamente digitale, tramite il portale della Regione Toscana, raggiungibile a questo indirizzo www336.regione.toscana.it. Per avviare la registrazione bisogna essere muniti di SPID o CIE o CNS.

Concorsi Toscana 2023: come prepararsi

Ecco il manuale Concorso Regione Toscana bando 20 amministrativi per una preparazione ad hoc sulle prove della selezione:

Concorso Toscana 20 funzionari amministrativi: le prove

LA PRESELETTIVA
Nel caso in cui il numero delle domande di partecipazione al concorso sia superiore a 300, si può procedere alla prova preselettiva dei concorrenti mediante test a risposta multipla diretti a verificare la conoscenza delle materie d’esame. Come si svolegrebbe la prova preselettiva? Le modalità sarebbero semplificate per prevedere la partecipazione dei candidati a distanza, anche con erogazione e correzione delle stesse mediante l’ausilio di sistemi telematici e digitali.

LA PROVA SCRITTA
Sarò prodotta sottoforma di elaborato scritto, in un questionario a risposte sintetiche e/o in domande a risposta
multipla, anche a carattere teorico-pratico. Le materie su cui prepararsi:

  • Diritto europeo, con particolare riferimento agli aspetti istituzionali, ai principi, priorità e strumenti della politica di coesione 2021-2027, nonché alle disposizioni comuni e regole finanziarie applicabili ai fondi richiamati dal Regolamento (UE) 2021/1060 del Parlamento europeo e del Consiglio del 24 giugno 2021;
  • Diritto costituzionale, con particolare riferimento al titolo V della Costituzione e al sistema delle fonti del diritto;
  • Diritto amministrativo, con particolare riferimento ai principi in materia di azione amministrativa (semplificazione, trasparenza e accesso), alla disciplina del procedimento amministrativo, dell’atto amministrativo e della giustizia amministrativa, nonchè alla disciplina dei contratti pubblici, gare e appalti;
  • Diritto regionale, con particolare riferimento allo Statuto, nonché all’organizzazione e all’ordinamento della Regione Toscana (L.R. n. 1/2009; d.p.g.r. 33/R/2010);
  • Contabilità pubblica e regionale, con particolare riferimento ai principi contabili generali e applicati in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni;
  • Strumenti di programmazione economico-finanziaria delle Regioni.

LA PROVA ORALE
La prova orale verte, oltre che sulle materie oggetto della prova scritta, sulle seguenti
materie:

  • disciplina del rapporto di lavoro pubblico;
  • data protection e sicurezza informatica, anche in relazione;
  • utilizzo del personal computer e dei software applicativi più diffusi;
  • verifica della conoscenza della lingua inglese.

Concorso Toscana 20 funzionari amministrativi: lo stipendio

Quella del funzionario amministrativo è una figura appartenente alla categoria D degli enti locali. Di conseguenza, ha uno stipendio lordo che si aggira sui 1.844 euro al mese (categoria D1), mentre il suo stipendio netto ammonta a circa 1450 euro.

Per restare aggiornato su tutte le altre novità e approfondimenti inerenti ai vari bandi e posizioni aperte, come per esempio le 310 posizioni aperte in Emilia Romagna, iscriviti gratis alla Newsletter di LeggiOggi (qui sotto)

Iscriviti alla newsletter

Si è verificato un errore durante la tua richiesta.

Scegli quale newsletter vuoi ricevere

Autorizzo l’invio di comunicazioni a scopo commerciale e di marketing nei limiti indicati nell’informativa.

Cliccando su “Iscriviti” dichiari di aver letto e accettato la privacy policy.

Iscriviti

Iscrizione completata

Grazie per esserti iscritto alla newsletter.

Seguici sui social