Concorso MITD, 147 manager e assistenti: requisiti, domanda e prove

Elena Bucci 16/05/22
Scarica PDF Stampa
E’ stato indetto un nuovo Concorso MITD, per la copertura di 147 posti di profili di Manager e Assistenti al fine di attuare gli interventi di digitalizzazione, innovazione e
sicurezza nella Pubblica Amministrazione previsti nell’ambito del PNRR, presso la struttura della Presidenza del Consiglio dei Ministri competente per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale.

Per raggiungere tale obiettivo, infatti, il Ministero è stato autorizzato ad operare, fino al 31 dicembre 2026, un apposito contingente composto “da esperti in possesso di specifica ed
elevata competenza almeno triennale nello sviluppo e gestione di processi complessi di trasformazione tecnologica e digitale, nonché di significativa esperienza almeno triennale in tali materie”.

Concorsi pubblici 2022, tutti i bandi in arrivo

Nei prossimi paragrafi vediamo tutti i requisiti richiesti per partecipare alla selezione, come inviare le candidature e le prove d’esame previste dal bando.

Concorso MITD: profili professionali

La procedura di selezione indetta dal MITD è destinata alla copertura di 147 posti,così distribuiti per profilo professionale:

  • 58 Account Manager che saranno responsabili della gestione e dello sviluppo della
    relazione sia con gli enti pubblici locali sia con i rispettivi fornitori di servizi digitali per la Pubblica Amministrazione (es. software house)
    Compenso annuo lordo fino a 80.000,00 €.
  • 61 Technical Implementation Manager che avranno il compito di favorire l’attuazione delle misure del PNRR presso le amministrazioni pubbliche e gli enti locali interessati dai processi di trasformazione digitale previsti dal PNRR.
    Compenso annuo lordo fino a 90.000,00 €.
  • 28 Operations Assistant che avranno il compito di supportare i soggetti e gli enti
    interessati con l’obiettivo di garantire la corretta implementazione della strategia per la trasformazione digitale di competenza del Dipartimento.
    Compenso annuo lordo fino a 50.000 €.

Concorso MITD: requisiti

Ai fini della partecipazione alla selezione i candidati devono essere in possesso di alcuni requisiti di carattere generale:

  • godere dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non aver riportato condanne penali passate in giudicato per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione oppure interdetti dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato;
  • non aver riportato condanne penali o applicazioni della pena su richiesta di parte, incluse quelle, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel capo I del titolo II del libro secondo del codice penale (“Dei delitti dei Pubblici Ufficiali contro la Pubblica Amministrazione”) ai sensi dell’articolo 35-bis del D. Lgs. 165/2001;
  • non essere stato destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di sicurezza e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa (comprese quelle con il beneficio della non menzione sul casellario giudiziale);
  • non essere a conoscenza di avere procedimenti penali pendenti inclusi quelli, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel capo I del titolo II del libro secondo del codice penale (“Dei delitti dei Pubblici Ufficiali contro la Pubblica Amministrazione”) ai sensi dell’articolo 35 bis del D. Lgs. 165/2001.

Di seguito, invece, i requisiti specifici richiesti per partecipare al concorso, suddivisi per ciascun profilo professionale:

ACCOUNT MANAGER:

  • laurea triennale, specialistica, magistrale o vecchio ordinamento ed esperienza pari o superiore a cinque anni nell’ambito di account management/key account management o aree assimilabili nel settore delle piattaforme digitali e dei servizi digitali;
  • in assenza di laurea triennale, specialistica, magistrale o vecchio ordinamento: possesso di Diploma di istruzione secondaria di secondo grado e esperienza pari o superiore a dieci anni nell’ambito di account management/key account management o aree assimilabili, nel settore delle piattaforme digitali e dei servizi digitali.

TECHNICAL IMPLEMENTATION MANAGER:

  • laurea triennale, specialistica, magistrale o vecchio ordinamento ed esperienza pari o superiore a 5 anni nella gestione di progetti di sviluppo di piattaforme digitali, applicazioni web e mobile;
  • in assenza di laurea triennale, specialistica, magistrale o vecchio ordinamento: diploma di istruzione secondaria di secondo grado ed esperienza di almeno 10 anni nella gestione dello sviluppo di piattaforme digitali, applicazioni web e mobile.

OPERATIONS ASSISTANT

  • laurea triennale, specialistica, magistrale o vecchio ordinamento ed esperienza pari o superiore a 5 anni di assistenza direzionale, office management, supporto e accompagnamento all’implementazione dei processi di lavoro;
  • in assenza di laurea triennale, specialistica, magistrale o vecchio ordinamento: diploma di istruzione secondaria di secondo grado ed esperienza pari o superiore a 10 anni in ambito di assistenza direzionale, office management, supporto e accompagnamento all’implementazione dei processi di lavoro.

Concorso MITD: come partecipare 

La domanda di partecipazione alla selezione dovrà essere presentata entro il 20 maggio 2022, accedendo alla piattaforma raggiungibile al seguente indirizzo:
https:/ innovazione.gov.it/dipartimento/posizioni-lavorative-pnrr/

Scarica il bando

Concorso MITD: prove d’esame

La procedura concorsuale prevede innanzitutto una prima fase di valutazione dei titoli e dell’esperienza professionale, a cui segue una prova di analisi delle attitudini individuali e di ragionamento, che si svolgerà in modalità telematica automatizzata.

Tale prova è composta da 60 quesiti che presentano più alternative di risposta, di cui una sola è quella corretta. Il punteggio è assegnato con le seguenti modalità:

  • assegnazione 1 punto per ogni risposta corretta;
  • decurtazione di 0,3 punti per ogni risposta errata;
  • assegnazione 0 punti per omessa risposta.

Una volta superate queste due prime fasi concorsuali, il candidato sarà sottoposto ad un colloquio tecnico, in cui la Commissione potrà assegnare ai candidati fino ad un
massimo di 100 punti basati sulla valutazione delle competenze tecniche e delle competenze trasversali. Saranno considerati idonei i candidati che avranno raggiunto un punteggio minimo di 60 punti.

Per ricevere in anteprima tutti gli aggiornamenti, iscriviti al Canale Telegram

Elena Bucci