Assenza per malattia, arriva l’autocertificazione per i primi 3 giorni

Redazione 06/07/17
Scarica PDF Stampa
È arrivata in commissione Affari Costituzionali del Senato la proposta di legge avanzata dal senatore Maurizio Romani (Idv) che prevede l’autocertificazione del lavoratore per i primi 3 giorni di malattia. “In tutti i casi di assenza per malattia protratta per un periodo inferiore a tre giorni – recita il testo della proposta – il lavoratore comunica con sua esclusiva responsabilità il proprio stato di salute al medico curante, il quale provvede ad inoltrare apposita comunicazione telematica all’Istituto nazionale della previdenza sociale, nonché al datore di lavoro”.

Secondo Romani il ddl, ancora agli inizi del suo iter, potrebbe anche essere approvato entro la fine della legislatura.

Leggi anche Novità in merito alla trasmissione telematica all’Inps delle certificazioni di malattia

Responsabilizzare il lavoratore e sollevare il medico

La proposta è stata appoggiata anche dalla FNOMCeo (Federazione Nazionale Ordine Medici Chirurghi e Odontoiatri) definendola utile a responsabilizzare il paziente e a sollevare il medico.  Il vicepresidente di FNOMCeo Maurizio Scassola, intervistato da Repubblica.it, ha dichiarato che il ddl va così a ridimensionare le pene dei medici introdotte dalla legge Brunetta che attualmente prevedono per i medici la possibilità di perdere la convezione, il rischio di andare avanti al giudice penale e una sanzione di migliaia di euro.

Parere contrario è stato espresso dal presidente Uil Carmelo Barbagallo che vede nel ddl la possibilità per i medici di deresponsabilizzarsi e di non fare il proprio lavoro, denunciando il numero elevato di certificati medici fatti al telefono.

Ti potrebbe interessare anche

La nuova responsabilità del medico e della struttura sanitaria

L’opera è aggiornata alla L. 8 marzo 2017, n. 24 (G.U. 17 marzo 2017, n. 64), cd. Legge Gelli, recante disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale   degli esercenti le professioni sanitarie. Con giurisprudenza, formulario e casi pratici, il volume è uno strumento di immediata utilità per il professionista impegnato in casi di responsabilità sanitaria, in ambito pubblico e privato, e relativo risarcimento del danno. L’analisi condotta tiene costantemente conto sia dell’aspetto processuale sia di quello   sostanziale. Il volume è diviso in due parti:- la prima parte prende in esame, tra le altre cose, la responsabilità medica e il relativo quadro normativo, gli obblighi del professionista, il consenso informato, l’onere della prova, l’indagine sul nesso di causalità, il danno non patrimoniale;- la seconda parte accoglie invece casi pratici, singole fattispecie di rilevante interesse quali la responsabilità medica d’équipe; la responsabilità dell’ente ospedaliero; l’adeguatezza di strumenti e dotazioni strutturali; i   danni da vaccinazioni o trasfusioni di sangue e derivati; la responsabilità legata alla chirurgia estetica e ai diritti del nascituro e dei genitori; la medicina sportiva; la sperimentazione clinica; la responsabilità del medico spe- cializzando, dell’odontoiatra, del medico di guardia, dello psichiatra; il segreto professionale; l’assicurazione e la tutela del professionista; i profili processuali del giudizio di responsabilità del   medico.Il Cd-Rom allegato contiene il ricco formulario, compilabile e stampabile, la giurisprudenza e la normativa di riferimento.Roberto Cataldi avvocato, esperto in materia di “responsabilità medica” e di “responsabilità civile”, è autore di saggi, manuali giuridici e di numerosi articoli pubblicati su quotidiani e periodici. Dirige il quotidiano giuridico “StudioCataldi.it”.Paolo M. Storani avvocato civilista e penalista, cassazionista, giudice discipli- nare, si occupa di controversie in tema di responsabilità civile e risarcimento del danno. Relatore a convegni e autore di pubblicazioni, è vicedirettore del quotidiano “StudioCataldi.it”.Francesca Romanelli avvocato civilista, autrice di manuali giuridici, collabora con il quotidiano giuridico telematico “StudioCataldi.it” per la ricerca e la raccolta di materiale giurisprudenziale e normativo.Silvia Vagnoni avvocato civilista, si occupa di contenzioso in materia di re- sponsabilità medica e ha pubblicato diversi interventi nel quotidiano giuridico telematico “StudioCataldi.it”.Cristina Matricardi avvocato, è autrice di numerosi articoli pubblicati sul quotidia- no giuridico telematico “StudioCataldi.it”.Requisiti minimi hardware e software- Sistema operativo Windows® 98 o successivi- Browser Internet- Programma in grado di editare documenti in formato RTF (es. Microsoft Word)  

Roberto Cataldi, Francesca Romanelli, Paolo M. Storani, Silvia Vagnoni, Cristina Matricardi | 2017 Maggioli Editore

66.00 €  62.70 €

Redazione
Tag