Home Concorsi pubblici Concorsi Regione Marche, 57 posti di diplomati e laureati: ultime ore per...

Concorsi Regione Marche, 57 posti di diplomati e laureati: ultime ore per partecipare

Elena Bucci
concorsi regione marche

Ultime ore per partecipare ai Concorsi Regione Marche: il termine per inviare le domande di ammissione alle selezioni, infatti, è fissato alle ore 14 di domani, 25 giugno 2022. Nei prossimi paragrafi forniamo tutte le informazioni utili per inviare correttamente le proprie candidature e per prepararsi alle prove d’esame.

Nella Gazzetta Ufficiale n. 43 del 31 maggio 2022, sono stati pubblicati i quattro bandi dei Concorsi Regione Marche, per titoli ed esami, finalizzati ad assumere a tempo pieno e indeterminato, 57 unità di personale di diversi profili professionali, in categoria C e D.

I posti messi a bando sono così distribuiti:

  • 11 posti di posti di D/TS funzionario tecnico specialista, categoria D, a tempo indeterminato e pieno, area infrastrutture, territorio e protezione civile, per la struttura amministrativa della giunta regionale;
  • 4 posti di C/TS assistente tecnico specialista, categoria C, a tempo indeterminato e pieno, per la struttura amministrativa della giunta regionale;
  • 4 posti di C/TS assistente tecnico specialista – area agricoltura e sviluppo rurale, categoria C, a tempo indeterminato e pieno, per la struttura amministrativa della giunta regionale;
  • 38 posti di D/LF funzionario amministrativo per le politiche del lavoro e formazione, categoria D, a tempo indeterminato e pieno, per la struttura amministrativa della giunta regionale.

Concorsi pubblici 2022, tutti i bandi in arrivo

Nei prossimi paragrafi forniamo tutte le informazioni utili su come partecipare ai concorsi indetti dalla Regione Marche e come prepararsi alle prove d’esame previste dai bandi, oltre al Manuale per la preparazione al concorso.

Concorsi Regione Marche: requisiti

Per poter concorrere al concorso indetto dalla Regione Marche, occorre essere in linea con la serie di requisiti indicati nel bando:

  • cittadinanza italiana;
  • età non inferiore ad anni 18 e non superiore all’età di collocamento a riposo d’ufficio alla data di scadenza, prevista dal presente bando, per la presentazione della domanda di
    partecipazione;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce;
  • posizione regolare nei confronti degli obblighi militari, laddove previsto per legge;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stato destituito dall’impiego oppure licenziato per motivi disciplinari oppure
    dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
  • non essere stato inoltre dichiarato decaduto da un impiego statale a seguito
    dell’accertamento che l’impiego stesso è stato conseguito mediante la produzione di
    documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

Inoltre è richiesto il possesso di almeno uno tra i titoli di studio elencati di seguito, suddivisi per ciascun profilo professionale:

  • 11 posti di Funzionario tecnico specialista: Diplomi di laurea vecchio ordinamento in Architettura, Ingegneria civile, Ingegneria edile, Ingegneria edile – Architettura, Ingegneria per l’ambiente e il territorio e diplomi di laurea equipollenti;
  • 38 posti di Funzionario amministrativo: Laurea Triennale, Diploma di Laurea vecchio ordinamento (DL) o Laurea Specialistica (LS – ai sensi del DM 509/99) o Laurea Magistrale (LM – ai sensi del DM 270/04);
  • 4 posti di assistente tecnico specialista: un titolo di studio tra i Diplomi di scuola secondaria superiore di seguito elencati:
    – Diploma di Geometra;
    – Istituto Tecnico, settore Tecnologico, indirizzo Meccanica, meccatronica ed energia ed
    indirizzo Costruzioni, ambiente e territorio;
    – Diplomi di laurea vecchio ordinamento in Architettura, Ingegneria civile, Ingegneria
    edile, Ingegneria edile – Architettura, Ingegneria per l’ambiente e il territorio e diplomi di laurea equipollenti;
  • 4 posti di assistente tecnico specialista – area agricoltura e sviluppo rurale:  un titolo di studio tra i Diplomi di scuola secondaria superiore di seguito elencati:
    – Diploma di istituto tecnico settore tecnologico – indirizzo Agraria, agroalimentare e
    agroindustria;
    – Diploma di istituto professionale – indirizzo servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale.

Concorsi Regione Marche: come partecipare

I candidati dovranno fare domanda esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione informatica  https://cohesionworkpa.regione.marche.it/, entro e non oltre le ore 14 del 25 giugno 2022 

Si ricorda che, per effettuare la compilazione e l’invio dell’istanza, il candidato deve essere in possesso di una delle seguenti credenziali:

  • Sistema pubblico di identità digitale (SPID),
  • Carta di identità elettronica (CIE),
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

Alla domanda devono essere allegati:

  • quietanza del versamento di € 10,00, da corrispondere alla Regione Marche mediante
    la piattaforma PagoPA,
  • eventuale scansione della certificazione di conoscenza della lingua inglese di livello
    almeno B1 di cui si è in possesso, (ai fini dell’esonero dalla prova di accertamento di
    conoscenza della lingua stessa).

Scarica i bandi

Concorsi Regione Marche: prove d’esame

Nei bandi di concorso si legge che, in relazione al numero di domande pervenute per ciascuna selezione, potrebbe essere indetta una prova preselettiva, che consisterà in una serie di quesiti a risposta multipla, basati sulle materie delle due prove di esame e sul ragionamento logico, deduttivo o numerico.

La procedura di selezione si articola, invece, nell’espletamento di due prove, seguite dalla valutazione dei titoli:

  • prova scritta: vertente sulle materie d’esame indicate nei rispettivi bandi di concorso, specifiche per ogni profilo professionale;
  • prova orale: colloquio sulle materie della prova scritta e altre specifiche per ogni profilo per cui si concorre. Nel corso della prova orale sarà verificata anche la conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

Le prove saranno valutate in trentesimi. Conseguiranno l’ammissione alla prova orale i candidati che abbiano riportato nella prova scritta una votazione di almeno 21/30 e, allo stesso modo, la prova orale orale si ritiene superata con una valutazione di almeno 21/30.

Concorsi Regione Marche: come prepararsi

Per iniziare a prepararsi per il concorso si consiglia:

Concorso Regione Marche 38 Funzionari amministrativi per le Politiche del Lavoro e Formazione – Prova scritta

Luigi Tramontano, Rocchina Staiano – Maggioli Editore

Il volume si presenta come utile strumento di preparazione alle prove del Concorso indetto dalla Regione Marche per 38 Funzionari amministrativi per le Politiche del Lavoro e Formazione. Oltre alla trattazione teorica sulle materie richieste ai candidati, sono disponibili nella sezione online quiz di inglese, informatica, logica e un simulatore.

Per ricevere in anteprima tutti gli aggiornamenti, iscriviti al Canale Telegram




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome