Home Concorsi pubblici Concorso Ufficio del Processo Concorso Ufficio processo 2022: previsti 1000 posti di funzionario

Concorso Ufficio processo 2022: previsti 1000 posti di funzionario

Elena Bucci
concorso ufficio processo 2022

Nuovo Concorso Ufficio Processo previsto per il 2022, per l’assunzione di un totale di 1000 funzionari da inquadrare nella III area funzionale, fascia economica F1, con decorrenza fissata al 1° gennaio 2023. Ad annunciarlo l’articolo 1 della Legge 134, del 27 settembre 2021, con lo scopo di:

  • incrementare la capacità produttiva dell’ufficio,
  • fornire supporto al magistrato nell’accelerazione dei processi di innovazione tecnologica,
  • fornire assistenza per l’analisi delle pendenze e dei flussi delle sopravvenienze e per la verifica delle comunicazioni e delle notificazioni;
  • fornire supporto e contributo ai magistrati nella complessiva gestione dei ricorsi e dei provvedimenti giudiziari.

Concorso Ufficio del Processo: Notizie

La decorrenza per le assunzioni è stata fissata al 1 gennaio 2023, dunque probabilmente il nuovo bando per il concorso sarà pubblicato nel corso del 2022.

Vediamo nel dettaglio quali sono le novità concorsuali previste nel 2022 per l’Ufficio del processo.

Concorso Ufficio processo 2022: profili professionali

Nell’articolo 1, comma 27, della Legge 134, si legge che il Ministero della giustizia è autorizzato ad assumere, con decorrenza non anteriore al 1° gennaio 2023, un contingente di 1.000 unità di personale di funzionario da inquadrare nella III area funzionale, fascia economica F1:

Per l’attuazione delle disposizioni del comma 26, il Ministero della giustizia è autorizzato ad assumere, con decorrenza non anteriore al 1° gennaio 2023, un contingente di 1.000 unità di personale da inquadrare nella III area funzionale, fascia economica F1, con contratto di lavoro a tempo indeterminato. A tal fine è autorizzata la spesa di euro 46.766.640 annui a decorrere dall’anno 2023.”

Tali assunzioni si rendono necessarie sia per accompagnare e supportare la funzione giudiziaria dei magistrati, sia per le future istituzioni, come evidenziato nel comma 26 della legge: “presso la Procura generale della Corte di cassazione, di una o più strutture organizzative denominate «ufficio per il processo penale presso la Procura generale della Corte di cassazione», individuando i requisiti professionali del personale da assegnarvi, facendo riferimento alle figure previste dalla legislazione vigente per le corti d’appello e i tribunali ordinari, in coerenza con la specificità delle attribuzioni della Procura generale in materia di intervento dinanzi alla Corte di cassazione”.

Riforma Giustizia, approvazione definitiva: come cambia il processo penale



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome