Concorso Ministero Giustizia 791 Funzionari: i profili e come fare domanda, passo passo

Erika Barone 19/01/23
Scarica PDF Stampa Allegati
È stato indetto un nuovo Concorso Ministero della Giustizia Funzionari 2023. Il bando prevede 791 posti destinati ai laureati. Di seguito vediamo insieme tutto ciò che c’è da sapere in merito alle figure professionali a cui mira questo concorso aperto 2023 e a cui è possibile inoltrare la domanda entro il 13 Febbraio 2023. Per le news generali su questo concorso e per scaricare il bando leggere Concorso Ministero della Giustizia, 791 funzionari: requisiti, domanda, prove.
Indice
Concorso Ministero Giustizia, 791 funzionari: quali figure professionali cercano Si tratta di profili specifici destinati principalmente al Dipartimento della giustizia minorile e di comunità. Ecco come sono suddivisi i 791 posti e tutti i contenuti professionali specifici per ruolo.
Consigliato per la preparazione
FORMATO CARTACEO
Concorso 791 posti Ministero della Giustizia 360 Funzionari della professionalità pedagogica – Prova scritta Il manuale è un utile strumento di preparazione al Concorso indetto dal Ministero della Giustizia per 791 posti, per il profilo dei 360 funzionari di professionalità pedagogica. Il bando prevede di selezionare i candidati attraverso le seguenti prove:› prova scritta: test da risolvere in 60 minuti composto da 40 domande di cui 25 sulle materie specifiche al profilo, 8 quiz di logica e 7 test situazionali;› prova orale: colloquio sulle materie della prova scritta e ulteriori materie. Il manuale illustra in maniera chiara e approfondita le materie richieste per la prova scritta:› Ordinamento penitenziario con particolare riferimento al D.P.R. 448/1988, D.Lgs. 272/1989, D.Lgs. 121/2018;› Elementi di pedagogia dell’età evolutiva con particolare riferimento ai fenomeni della devianza e della marginalità;› Norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, doveri e diritti dei pubblici dipendenti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;› Quiz di logica a cura di Giuseppe Cotruvo con videolezioni e tecniche di risoluzione;› Quesiti situazionali. Nella sezione online disponibile seguendo le istruzioni riportate in fondo al libro sono presenti:› Videocorso “FOCUS PUBBLICO IMPIEGO”› videolezioni di logica a cura di Giuseppe Cotruvo;› simulatore di quiz. AA.VV. | Maggioli Editore 2023
29.45 €
Consigliato per la preparazione
FORMATO CARTACEO
Concorso 791 posti Ministero della Giustizia 18 Conservatori – Prova scritta Il manuale è un utile strumento di preparazione al Concorso indetto dal Ministero della Giustizia per 791 posti, per il profilo dei 18 Conservatori da assegnare all’Ufficio centrale archivi notarili. Il bando prevede di selezionare i candidati attraverso le seguenti prove:› prova scritta: test da risolvere in 60 minuti composto da 40 domande di cui 25 sulle materie specifiche al profilo, 8 quiz di logica e 7 test situazionali;› prova orale: colloquio sulle materie della prova scritta e ulteriori materie. Il manuale illustra in maniera chiara e approfondita le materie richieste per la prova scritta:› Diritto privato;› Diritto amministrativo;› Norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, doveri e diritti dei pubblici dipendenti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;› Quiz di logica a cura di Giuseppe Cotruvo con videolezioni e tecniche di risoluzione;› Quesiti situazionali. Nella sezione online disponibile seguendo le istruzioni riportate in fondo al libro sono presenti:› Videocorso “FOCUS PUBBLICO IMPIEGO”› videolezioni di logica a cura di Giuseppe Cotruvo;› simulatore di quiz. AA.VV. | Maggioli Editore 2023
29.45 €
Consigliato per la preparazione
FORMATO CARTACEO
Concorso 791 posti Ministero della Giustizia 413 Funzionari della professionalità di servizio sociale – Prova scritta Il manuale è un utile strumento di preparazione al Concorso indetto dal Ministero della Giustizia per 791 posti, per il profilo dei 413 funzionari di professionalità di servizio sociale. Il bando prevede di selezionare i candidati attraverso le seguenti prove:› prova scritta: test da risolvere in 60 minuti composto da 40 domande di cui 25 sulle materie specifiche al profilo, 8 quiz di logica e 7 test situazionali;› prova orale: colloquio sulle materie della prova scritta e ulteriori materie. Il manuale illustra in maniera chiara e approfondita le materie richieste per la prova scritta:› Diritto penitenziario con particolare riferimento alle misure alternative e sostitutive alla detenzione e alle sanzioni di comunità, per adulti e minori, anche nella prospettiva sovranazionale;› Modelli, tecniche e strumenti di metodologia del servizio sociale;› Norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, doveri e diritti dei pubblici dipendenti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;› Quiz di logica a cura di Giuseppe Cotruvo con videolezioni e tecniche di risoluzione;› Quesiti situazionali. Nella sezione online disponibile seguendo le istruzioni riportate in fondo al libro sono presenti:› videocorso “FOCUS PUBBLICO IMPIEGO”› videolezioni di logica a cura di Giuseppe Cotruvo;› simulatore di quiz. AA.VV. | Maggioli Editore 2023
29.45 €
360 funzionari della professionalità pedagogica (Codice 01) da assegnare al Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità:
–  attività di elevato contenuto tecnico specialistico nel trattamento e nel reinserimento sociale
nell’ambito della professionalità pedagogica nei confronti dei minorenni sottoposti a provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria in ogni stato e grado del procedimento penale;
–  attività di predisposizione di metodiche di intervento educativo in collaborazione con le altre professionalità coinvolte nell’intervento socio-pedagogico nei confronti dell’utenza minorile;
–  attività di conoscenza del contesto personale, familiare e sociale finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali;
–  collaborazione con il responsabile dell’Ufficio per la definizione e realizzazione delle linee di indirizzo e degli obiettivi nell’ambito di competenza e, ove previsto, attività di direzione dei servizi minorili di piccole e medie dimensioni.
Specifiche professionali:
elevato grado di conoscenze ed esperienze teorico pratiche dei processi gestionali; coordinamento, direzione e controllo, ove previsto, di unità organiche semplici anche a rilevanza esterna, di gruppi di lavoro e di studio; svolgimento di attività di elevato contenuto tecnico, gestionale, specialistico delle attività di settore, con assunzione diretta di responsabilità di risultati; a
413 funzionari della professionalità di servizio sociale (Codice 02) da assegnare al Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità:
–  attività di elevato contenuto tecnico specialistico nel trattamento e nel reinserimento sociale
nell’ambito delle metodiche di servizio sociale nei confronti dei minorenni a rischio di devianza o del circuito penale al fine della realizzazione delle linee di indirizzo e degli obiettivi dell’Ufficio definiti dal Dirigente, comunque caratterizzati dalla possibilità di inserimento nel mondo del lavoro e per l’elevazione del livello culturale;
–  attività di predisposizione di metodiche di intervento in collaborazione con le altre professionalità coinvolte nell’intervento socio-pedagogico nei confronti dell’utenza minorile;
–  attività di analisi e conoscenza del contesto personale, familiare e sociale finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali;
–  collaborazione con il responsabile dell’Ufficio per la definizione e realizzazione delle linee di indirizzo e degli obiettivi nell’ambito di competenza e, ove previsto, attività di direzione dei servizi sociali minorili di piccole e medie dimensioni.
Specifiche professionali:
elevato grado di conoscenze ed esperienze teorico pratiche dei processi organizzativi e gestionali nelle materie specialistiche di settore; coordinamento, direzione e controllo, ove previsto, di unità organiche anche a rilevanza esterna, di gruppi di lavoro e di studio; svolgimento di attività di elevato contenuto tecnico, gestionale, specialistico delle attività di settore, con assunzione diretta di responsabilità di risultati; autonomia e responsabilità nell’ambito di direttive generali.
18 conservatori (Codice 03) da assegnare all’Ufficio centrale archivi notarili:
– attività ispettive, di valutazione, di controllo, di programmazione e di revisione;
– attività di ricerca, studio e consulenza;
– direzione degli archivi notarili distrettuali o altre unità organiche di livello non dirigenziale,
con svolgimento delle funzioni affidate dalla normativa in materia e compiti di funzionario
delegato;
– propone, ove previsto, procedimenti disciplinari nei confronti dei notai in sede
amministrativa e cura la gestione delle eventuali fasi successive in sede giudiziaria;
– sostituzione del dirigente in caso di assenza o impedimento e reggenza dell’ufficio dirigenziale in attesa della destinazione del titolare, con assunzione in tali funzioni della
responsabilità e autonomia del dirigente;
– collaborazione diretta all’attività di direzione espletata dal dirigente, nonché all’attività di
coordinamento;
– partecipazione all’attività didattica dell’amministrazione per le materie di competenza.
Specifiche professionali:
elevato grado di conoscenze ed esperienze teorico-pratiche dei processi organizzativi, gestionali in materie amministrative, contabili e archivistiche e di controllo dell’attività notarile e di gestione del contenzioso in sede amministrativa e giudiziaria. Coordinamento, direzione e controllo, ove previsto, di unità organiche anche a rilevanza esterna, di gruppi di lavoro e di studio: attività di staff, studio e ricerca. Svolgimento di attività ad elevato contenuto tecnico, gestionale, specialistico, con alta professionalità e specializzazione, con assunzione diretta di responsabilità di risultati; autonomia e responsabilità nell’ambito di direttive generali.

Concorso Ministero Giustizia Funzionari 2023: come fare domanda
Sarà possibile fare domanda esclusivamente online attraverso il Portale InPA all’indirizzo inpa.gov.it. La domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica. L’autenticazione può avvenire con SPID/CIE/CNE/eIDAS. Eccom come richiedere lo SPID. Per richiedere SPID è necessario scegliere un Identity Provider (fornitore di Identità Digitale) fra quelli accreditati dall’AgID, Agenzia per l’Italia Digitale, e registrarsi sul sito dello stesso. La procedura di registrazione è veloce e prevede 3 passaggi:
  • inserimento dei dati anagrafici;
  • creazione delle credenziali SPID;
  • riconoscimento.
  • INVIARE LA CANDIDATURA: IL PROCEDIMENTO
    Come anticipato, la domanda sarà esclusivamente online attraverso il Portale InPA all’indirizzo inpa.gov.it. Ecco la procedura da seguire per presentare domanda presso questo portale.
  • Aprire l’hompage del sito inPA
  • Cliccare sul menù a tendina in alto a sinistra
  • Selezionare la sezione “Bandi e avvisi”
  • Digitare in “Cerca nella banca dati”: Concorso Ministero della Giustizia Funzionari
  • Dopo aver aperto il Concorso, scegliere una delle tre figure per cui si intende inviare la candidatura
  • Procedere con la compilazione accreditandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS
  • portale inpa
    Come prepararsi al Concorso Ministero della Giustizia Funzionari 2023, 791 funzionari
    Per la preparazione consigliamo
    FORMATO CARTACEO
    Test situazionali per Concorsi pubblici Il manuale nasce con lo scopo di offrire ai candidati uno strumento pratico, una sorta di guida o un supporto utile a focalizzare l’attenzione e a riflettere rispetto alle competenze possedute, in particolare per quanto riguarda le soft skills, per stimolare ogni forma di loro accrescimento e di valorizzazione.Offre, inoltre, l’opportunità di entrare in contatto diretto e di sperimentarsi nell’uso di uno dei principali strumenti di valutazione delle competenze trasversali utilizzato nei concorsi pubblici, ovvero i test situazionali.Nella parte iniziale del volume sarà possibile trovare una sezione introduttiva che fornisce le principali informazioni relative alla riforma dei concorsi pubblici; a partire da questo si cercherà di approfondire nei paragrafi successivi i dettagli relativi al tema delle soft skills.Nello stesso capitolo, il cui obiettivo è la riflessione sulle competenze trasversali in generale e quelle possedute in particolare, si mette a disposizione dell’aspirante concorsista uno strumento di autovalutazione che consenta al candidato di riflettere sui punti di forza e sulle aree di miglioramento nell’ambito delle proprie competenze.Nella seconda parte si entrerà nel merito dei test situazionali con alcuni esempi per potersi sperimentare direttamente ed esercitarsi, in maniera tale da potersi orientare rispetto ai comportamenti che più possono essere in linea con le esigenze organizzative in una determinata situazione.Nella terza parte del volume è presente una selezione di test situazionali utilizzati in occasione dei concorsi 2020/2021 RIPAM e SNA con ampie risposte commentate, per mettere in luce le diverse risposte e, soprattutto, le motivazioni per cui un certo comportamento assunto in una determinata situazione possa considerarsi o meno adeguato.Sabrina FazioPsicologa specializzata in psicologia del lavoro, con particolare riguardo per l’area dell’orientamento e della prevenzione del disagio nel contesto lavorativo. Più volte membro di commissioni di selezione. Formatrice sui temi della gestione della relazione d’aiuto e della comunicazione efficace anche tra colleghi. Attualmente in staff presso l’Università di Bologna per i servizi agli studenti di area medica. Sabrina Fazio | Maggioli Editore 2022
    13.30 €
    Concorso Ministero della Giustizia, 791 funzionari: tutto sulle prove Il concorso è organizzato dalla Commissione RIPAM, che si avvarrà anche di Formez PA. La procedura di selezione si articolerà nella valutazione dei titoli e in due prove, prima una scritta e poi una orale. La prova scritta consisterà nella somministrazione di un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30 punti e si articolerà come segue:
  • 25 quesiti volti a verificare le conoscenze afferenti alle materie d’esame, elencate nel bando e diverse per ogni profilo;
  • 8 quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale;
  • 7 quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo.
  • La prova orale consisterà in un colloquio che verterà sulle materie della priva scritta, su ulteriori materie indicate nel bando e su:
  • conoscenza della lingua inglese attraverso una conversazione che accerti il livello di competenze linguistiche di livello almeno A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
  • conoscenza dell’uso delle tecnologie informatiche e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché delle competenze digitali.
  • Erika Barone