Home Economia Bonus vacanze 2021, la guida completa: come utilizzarlo entro il 31 dicembre

Bonus vacanze 2021, la guida completa: come utilizzarlo entro il 31 dicembre

bonus-vacanze-2021-guida-completa

È stata pubblicata, sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate, la guida completa, aggiornata alle ultime indicazioni del Decreto Sostegni bis, al Bonus vacanze 2021. L’estate si avvicina e sono molti gli italiani che avevano richiesto il bonus l’anno scorso e che non l’hanno potuto utilizzare.

Non è più possibile fare domanda, ma chi non ha ancora utilizzato il bonus ha tempo fino al 31 dicembre 2021 per farlo, presso le strutture ricettive del nostro Paese o, con la modifica introdotta dal Decreto Sostegni bis, anche presso agenzie di viaggi e tour operator.

Vediamo nei prossimi paragrafi le indicazioni della guida ufficiale su come e quando spendere il bonus vacanze nel 2021, con una parentesi sul suo funzionamento.

Bonus vacanze 2021: proroga fino al 31 dicembre

Bonus vacanze 2021: cos’è

Introdotto insieme alle altre misure del Decreto “Rilancio” (DL n. 34 del 19 maggio 2020), il Bonus vacanze prevede un contributo fino a 500 euro da spendere per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia nonché per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle agenzie di viaggi e tour operator. Quest’ultima novità è stata introdotta dal Decreto Sostegni bis (DL 25 maggio 2021, n. 73).

Il bonus poteva essere richiesto, dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, dai nuclei familiari con ISEE inferiore a 40.000 euro. L’importo varia in base alla composizione del nucleo familiare:

  • 500 euro per famiglie composte da 3 o più persone;
  • 300 euro per nuclei di 2 persone;
  • 150 euro per nuclei di una persona.

Bonus vacanze 2021: come funziona

Il Bonus vacanze 2021 viene erogato:

  • per l’80% sotto forma di sconto sull’importo dovuto al fornitore del servizio turistico;
  • per il restante 20% sotto forma di detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno di imposta 2020 o 2021 (in funzione dell’anno in cui è avvenuto l’utilizzo).

Bisognerà verificare prima che il fornitore del servizio aderisca all’iniziativa. Il bonus può essere utilizzato in un’unica soluzione e può essere richiesto da un solo componente del nucleo familiare.

Leggi anche “Green pass digitale: come richiederlo, come funziona, quando e come esibirlo”

Come usufruire del Bonus vacanze 2021

Come già anticipato, per usufruire del bonus entro il 31 dicembre 2021 (termine posticipato dal Decreto “Milleproroghe) occorre aver presentato domanda dal 1° luglio al 31 dicembre 2020. La richiesta poteva essere fatta attraverso l’app IO se in possesso di SPID o Carta d’Identità Elettronica.

Se dopo aver fatto richiesta, questa è stata accolta positivamente, allora l’app IO comunicherà l’attivazione del bonus, che sarà presente nell’applicazione con un codice univoco e un codice di tipo QR Code. Nell’applicazione, alla sezione “Pagamenti”, sono inoltre visualizzabili l’importo spettante e la data entro la quale utilizzare il bonus.

Bonus-vacanze-2021-app

Al momento del pagamento, del corrispettivo dovuto per il servizio turistico, la persona che intende fruire del bonus deve comunicare al fornitore il proprio codice fiscale e il codice univoco assegnato o, in alternativa al codice univoco, esibire il QR code.

L’esercente dovrà acquisire questi dati e inserirli, insieme all’importo del corrispettivo dovuto, in un’apposita sezione della procedura web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate, attraverso il percorso “La mia scrivania > Servizi per > Comunicare“.

Bonus vacanze: come dichiararlo nel 730 e quando va restituito

Bonus vacanze 2021: esempio pratico

L’agenzia delle Entrate ha messo a disposizione anche un esempio per usufruire del bonus.

Un nucleo familiare di 4 persone, che ha a disposizione 500 euro di bonus, usufruisce di una vacanza nel 2021, il cui prezzo è pari a 1.000 euro. Al momento dell’emissione della fattura o del documento commerciale, chi usufruisce del bonus ottiene 400 euro di sconto immediato (pari all’80% del bonus di 500 euro) sul corrispettivo dovuto, pagando la vacanza 600 euro. Nella dichiarazione dei redditi 2022, relativa all’anno di imposta 2021, potrà inoltre riportare 100 euro (il restante 20% di 500 euro) in detrazione dall’imposta dovuta.

Se il costo della vacanza è inferiore all’importo massimo del bonus riconosciuto (ad esempio pari a 450 euro), lo sconto va calcolato sul corrispettivo dovuto: nel caso in esame sarà pari a 360 euro (80% di 450 euro). Anche la detrazione dovrà essere calcolata sul corrispettivo, e nell’esempio sarà pari a 90 euro (20% di 450 euro).

Bonus vacanze 2021: quali strutture

Le strutture presso le quali è possibile utilizzare il Bonus vacanze 2021 sono le seguenti:

  • Alberghi, resort, motel, aparthotel, pensioni (codice Ateco 55.10.00)
  • Villaggi turistici;
  • Ostelli della gioventù;
  • Rifugi di montagna;
  • Colonie marine e montane;
  • Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence, alloggio connesso alle aziende agricole;
  • Attività delle agenzie di viaggio;
  • Attività dei tour operator.

Il Bonus vale anche se il soggiorno si estende anche oltre il periodo previsto per usufruirne, purché comprenda almeno un giorno tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021. Per fare un esempio, sarà possibile prenotare un soggiorno usufruendo dello sconto se questo è compreso tra il 30 dicembre 2021 e il 7 gennaio 2022.

Scarica la guida completa in formato pdf



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome