Home Lavoro Rinnovo Ccnl metalmeccanici 2021: nuove retribuzioni, livelli, novità e testo

Rinnovo Ccnl metalmeccanici 2021: nuove retribuzioni, livelli, novità e testo

Chiara Arroi
nuovo ccnl metalmeccanici

Il nuovo Ccnl metalmeccanici industria per i dipendenti della piccola e media industria manifatturiera metalmeccanica e della installazione di impianti è stato siglato dopo. Dopo una trattativa durata 16 mesi, le firme di Confimi Impresa meccanica con Fim-Cisl e Uilm-Uil sono arrivate il 7 giugno sull’ipotesi di accordo, che diventerà efficace solo dopo la consultazione certificata favorevole dei lavoratori. Questa dovrà avvenire entro il mese di giugno 2021. 

Dopo 48 anni è stato riformato l’inquadramento professsionale. Tra le novità: aumenti di salario, il riconoscimento delle competenze di lavoratrici e lavoratori, rafforzamento del diritto alla formazione, nuove norme sul lavoro agile con diritto alla diritto alla disconnessione, la tutela delle donne contro violenze e molestie, la tutela della salute e dell’ambiente, il potenziamento dei diritti d’informazione e partecipazione dei
lavoratori sulle strategie di impresa e sull’organizzazione del lavoro.

Interessati dal rinnovo una platea di circa un milione e mezzo di lavoratori e lavoratrici, che potranno beneficiare di:

  • un aumento di stipendio in busta paga
  • un nuovo tipo di inquadramento professionale.

Vediamo di seguito tutte le novità più importanti per chi lavora nel settore metalmeccanico.

Ti può interessare la guida >>  Nuovo CCNL Metalmeccanici

Nuovo Ccnl metalmeccanici: aumento di salario

Prima importante notizia, come anticipato nell’articolo di Leggioggi sulla firma dell’accordo di rinnovo del contratto collettivo metalmeccanico 2021-24, è l’aumento delle retribuzioni minime. I lavoratori e le lavoratrici si vedranno riconoscere in busta paga un salario più alto.

I lavoratori e le lavoratrici del settore metalmeccanico avranno un aumento in busta paga sui minimi contrattuali per il periodo dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno 2024.

L’intesa prevede un aumento salariale a regime dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2024:

  • di 112 euro per il quinto livello,
  • di 100 euro per il terzo livello.

Le tranches saranno erogate in questo modo:

  • a giugno 2021 per 25 euro,
  • a giugno 2022 per 25 euro,
  • a giugno 2023 per 27 euro,
  • a giugno 2024 per 35 euro.

I metalmeccanici troveranno ulteriori 12 euro sui minimi percepiti dalla mensilità di giugno 2020 e 200 euro di flexible benefit per effetto dell’ultrattività della struttura del precedente CCNL scaduto alla fine del 2019.

Gli aumenti in busta paga scattano quindi dal 1° giugno 2021. 

>> Nuovo Ccnl Colf e badanti: tutte le novità 

Nuovo Ccnl metalmeccanici: flexbile benefit di 200 euro

flexible benefit che permettono ai lavoratori di accedere a beni e servizi saranno:

  • di 150 euro annui da ottobre 2021,
  • di 200 euro da settembre 2022.

Nuovo Ccnl metalmeccanici: previdenza integrativa

La previdenza integrativa aumenta il contributo aziendale da gennaio 2022 dal 1,6% al 2%.

Per gli under 35 ci sarà un versamento aggiuntivo di 120 euro a carico dei datori di lavoro;
confermata la sanità integrativa a carico aziendale.

Nuovo ccnl metalmeccanici: l’apprendistato 

Viene riaffermata l’importanza dell’Apprendistato professionalizzante quale percorso fondamentale di ingresso al lavoro. E’ previsto l’aggiornamento della progressione retributiva e professionale correlata alla riforma dell’inquadramento portandola all’85%, 90%, 95% della retribuzione del livello di inquadramento dei tre periodi di eguale durata già previsti.

Ccnl metalmeccanici: il nuovo inquadramento 

Fulcro del nuovo contratto è la riforma, dopo 48 anni, dell’inquadramento professionale del settore, con nuovi livelli e criteri.

Previsti 6 criteri professionali, ognuno con una diversa declaratoria (descrizione delle competenze). Il nuovo inquadramento sarà in vigore da giugno 2021, con tanto di fase transitoria.

Dal 1° giugno 2021 viene eliminata la prima categoria. I lavoratori già in forza al 31 maggio 2021 e inquadrati nell’ex 1° livello sono riclassificati nel livello D1 (ex liv 2) a decorrere dal 1° giugno 2021.

In dettaglio da giugno ci saranno 9 livelli di inquadramento, compresi in 4 campi di responsabilità di ruolo (crescende da D ad A):

  • D. Ruoli Operativi: livello D1 – livello D2;
  • C. Ruoli Tecnico Specifici: livello C1 – livello C2 – livello C3;
  • B. Ruoli Specialistici e Gestionali: livello B1 – livello B2 – livello B3;
  • A. Ruoli di Gestione del cambiamento e Innovazione: livello A1.

nuovi livelli metalmeccanici

(Fonte Fim-Cisl)

livelli ccnl metalmeccanici accordo rinnovo

(Fonte Accordo di rinnovo)

Nuovo Ccnl metalmeccanici: lavoro agile

C’è anche spazio per una cornice normativa sul lavoro agile nel nuovo contratto di categoria, fermo restando l’accordo sul fatto che lavoro in presenza e lavoro agile debbano avere parità di trattamento. In particolare, entro la data di stesura del nuovo ccnl, verrà istituita e avviata una commissione ad hoc, per stabilire i paletti da rispettare in merito a:

  • lavoro agile,
  • diritto alla disconnessione dei dipendenti
  • tutela della privacy
  • diritti sindacali

Nel frattempo, venerdì 19 febbraio prossimo è convocata alle ore 10.00 a Roma in piazza dell’Esquilino l’assemblea delle delegate e dei delegati di Fim- Fiom- Uilm. Verrà avviata la campagna di assemblee unitarie nei luoghi di lavoro e sulle piattaforme digitali per il
confronto con le lavoratrici e i lavoratori sui contenuti dell’ipotesi di accordo per il rinnovo del Ccnl sottoscritto, il 5 febbraio scorso, con Federmeccanica ed Assistal.

>> Scarica qui l’accordo di rinnovo Ccnl metalmeccanici 

 

(Fonti: Fiom-Cgil, Fim-Cisl)

Libro consigliato:

CCNL Metalmeccanici

CCNL Metalmeccanici

Pierpaolo Masciocchi, 2021, Maggioli Editore

Grazie alla stipula dell’Accordo del 5 febbraio 2021 è stato rinnovato, con scadenza 30 giugno 2024, il contratto di lavoro che regola i rapporti dei dipendenti dell’industria metalmeccanica e della installazione di impianti. Il volume illustra in prima analisi il quadro sintetico di tutte...





© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Gli aumenti in busta paga scattano quindi dal 1° giugno 2021
    si puo ‘ sapere sotto quale voce si troverà questo piccolo aumento??
    Grazie

    • Salve Antonio, l’aumento salariale sarà ricompreso nella voce del minimo di paga base, indicata nella parte alta del cedolino. Saluti

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome