Home Politica Ballottaggi amministrative 2019: dove, come, quando si vota, Fac-simile scheda

Ballottaggi amministrative 2019: dove, come, quando si vota, Fac-simile scheda

Altro giro di elezioni: dopo le europee e le comunali 2019, è ora il tempo di entrare in cabina elettorale per i ballottaggi amministrative 2019, ovvero il secondo turno, per il voto definitivo in tutti quei comuni italiani dove i sindaci non sono riusciti a passare al primo turno.

Si vota domenica 9 giugno in 136 Comuni d’Italia, 124 di questi hanno più di 15mila abitanti. Oltre 3 milioni di cittadini chiamati al voto. Gli elettori sono complessivamente 3.648.485 su una popolazione di 4.406.443, in 4.431 sezioni elettorali. Ma dove? E come?

Riepiloghiamo in breve tutte le informazioni utile per chi dovesse tornare al voto domenica 9 giugno.

Ballottaggi amministrative 2019: quando si vota

Si vota domenica 9 giugno. I seggi sono aperti dalle ore 7 alle 23 (come è successo al primo turno). Per votare bisogna presentare la tessera elettorale, rinnovabile presso l’ufficio elettorale del comune di residenza, con un documento d’identità valido.

Ballottaggi amministrative: dove si vota

Sono 136 i comuni interessati, tra cui 15 capoluoghi di provincia (Potenza, Avellino, Ferrara, Forlì, Reggio nell’Emilia, Cremona, Ascoli Piceno, Campobasso, Biella, Verbania, Vercelli, Foggia, Livorno, Prato, Rovigo).

Ecco la lista completa 

Ballottaggi amministrative 2019: come si vota

Ma come si vota di preciso per non rischiare l’annullamento della scheda? Vediamo di seguito.

Sulla scheda per il ballottaggio sono presenti solamente i nomi dei due avversari, insieme ai simboli delle liste da cui vengono supportati.

Si vota mettendo una croce (X) sul nome del candidato scelto. È comunque possibile votare anche per una lista: in questo caso, tuttavia, la preferenza va esclusivamente al candidato collegato ad essa.

I ballottaggi si fanno perché i candidati dei Comuni coinvolti non hanno passato il primo turno delle elezioni, cioè non hanno ottenuto la maggioranza richiesta per essere eletti.

  • Nei comuni con più di 15mila abitanti, si va al ballottaggio quando nessun candidato sindaco ha raggiunto la maggioranza assoluta al primo turno (50% più uno dei voti).
  • Nei comuni con meno di 15mila abitanti, invece, si va al ballottaggio solo se due candidati hanno ottenuto lo stesso numero di voti. In entrambi i casi, non serve arrivare al 50% più uno dei voti validi: vince chi ottiene più voti.

Fac-simile scheda elettorale ballottaggio 2019

Ecco un esempio di scheda elettorale davanti a cui ci si troverà di fronte domenica 9 giugno. Solo i nomi dei due candidati appariranno, con i simboli delle liste collegate. Basterà apporre una X sul candidato scelto.

Ballottaggi amministrative 2019: documenti utili

I documenti di identità da presentare al momento del voto sono quelli ricompresi in una delle tre seguenti categorie:

  • a) carta d’identità o altro documento d’identificazione munito di fotografia, rilasciato dalla pubblica amministrazione;
  • b) tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare;
  • c) tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia.

Ovviamente, oltre al documento di identità, ci si deve presentare al proprio seggio muniti di Tessera elettorale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome