Dopo mesi di attesa finalmente il Miur ha comunicato che dal 14 marzo sarà possibile, per chi ha presentato o aggiornato la domanda di Personale ATA nella graduatoria di III fascia entro il 30 ottobre scorso, compilare il modello D3 per la scelta delle sedi. La compilazione del modello dovrà avvenire entro le 14 del 13 aprile tramite il portale istanze Online.

Le nuove graduatorie avranno validità dall’anno scolastico 2018/2019 fino all’anno scolastico 2020/2021. Secondo le ultime stime sono state almeno 2 milioni le istanze presentate dai candidati e il loro inserimento sul sistema da parte delle scuole ha richiesto più tempo del previsto, tanto da far prorogare le graduatorie in vigore per il triennio precedente fino ala fine di questo anno scolastico.

Come compilare il modello D3

Ricordiamo che è possibile inserire fino a 30 scuole della stessa provincia per il quale è stata inviata la domanda di inserimento o aggiornamento con i modelli D1 o D2. In questo elenco è possibile inserire o meno la scuola capofila alla quale è stata inviata la domanda di inserimento o aggiornamento.

I candidati che non si sono ancora registrati su Istanze online devono provvedere a farlo in tempo utile per la compilazione del modello D3.

 

I candidati già inseriti nella graduatoria di III fascia del Personale ATA devono presentare una nuova domanda di scelta delle sedi, anche se è una conferma delle sedi selezionate per il triennio precedente.

Se il candidato non invierà il modello D3 per la scelta delle sedi con Istanze online, sarà inserito nella graduatoria della scuola alla quale era stato inviato il modulo di inserimento o aggiornamento della domanda.

Leggi anche Personale Ata: requisiti di accesso e scelta delle sedi per il Concorso

 

In attesa della disponibilità del modello D3 su Istanze online, il Miur ha messo a disposizione un’ APP SEDI ESPRIMIBILI, per scegliere la scuola a cui chiedere la valutazione della domanda e preventivamente le 30 scuole a cui chiedere l’inclusione in graduatoria.

Il Ministero ha precisato che resta disponibile per le scuole la gestione delle domande all’interno del sistema SIDI per garantire la corretta trasmissione delle istanze del modello D3.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome