Anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia la Mercedes ha letteralmente dominato. Lewis Hamilton e Nico Rosberg si sono alternati al comando della sessione, con l’inglese che alla fine si è preso la parte alta della classifica con qualche centesimo di vantaggio sul compagno di squadra. Dietro, letteralmente il vuoto: il più vicino è Vettel, con oltre sette decimi di ritardo.

Mercedes: spesi tutti i gettoni. Il distacco marcato dipende da tanti fattori, incluso il nuovo upgrade sulla power unit della Mercedes. Come da programma, infatti, l’aggiornamento tecnico da parte del Costruttore tedesco è massiccio e, in un colpo solo, prevede l’utilizzo di ben sette gettoni, tutti quelli che la Casa tedesca aveva a disposizione. Tuttavia, anche i team clienti, che non usufruiscono ancora dell’aggiornamento, stanno letteralmente volando: se guardiamo la classifica, nelle prime dieci posizioni le due Ferrari sono le uniche non motorizzate Mercedes.


Ferrari, timidi passi avanti. Dopo la seconda sessione di prove libere, la Ferrari è terza con Vettel e sesta con Raikkonen. Tra i due troviamo le sorprendenti Force India di Perez e Hulkenberg, spinte dal propulsore Mercedes che non è lo stesso – in termini di sviluppo – di quello montato oggi dalla Casa madre. Tuttavia, questo rende l’idea di quanto i motorizzati della Stella siano fortemente in vantaggio qui a Monza. La Ferrari risponde con un pacchetto evolutivo della power unit, quarto intervento stagionale, costato altri tre token. Gli ultimi quattro a disposizione del Cavallino Rampante sarano utilizzati sulla quinta power unit, che verrà usata per il Messico e che rappresenterà la base per il motore del 2016.

Lotus a caccia del risultato. Dopo aver rischiato di rimanere con tutto il team bloccato in Belgio, a causa di un debito con un fornitore che aveva portato a un sequestro preventivo da parte delle autorità locali, la Lotus è in extremis sul tracciato brianzolo e si appresta a battagliare per la top ten questo weekend. Già nelle prime prove libere, Grosjean ha chiuso con il settimo tempo, con Maldonado immediatamente alle sue spalle. A chiudere la classifica dei primi dieci sono Bottas e Maldonado, con le rispettive Williams FW37.

Davide Reinato per www.quattroruote.it


CONDIVIDI
Articolo precedenteOMICIDIO STRADALE E REVOCA DELLA PATENTE
Articolo successivoThiene. Perde il carico sulla strada e blocca il traffico per due ore: sanzionato

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here