Home Fisco Decreto Imu, ecco dove si pagherà la seconda rata sulla prima casa

Decreto Imu, ecco dove si pagherà la seconda rata sulla prima casa

Dopo la pubblicazione del testo del decreto sulla seconda rata Imu, disponibile la lista di tutti i Comuni italiani che, per effetto dell’innalzamento dell’aliquota oltre la quota standard definita a livello centrale, chiederanno ai propri cittadini un esborso extra il prossimo mese di gennaio.

Sono coinvolte pressoché tutte le province italiane, e le aliquote oscillano dal 4,00 al 6,00. Naturalmente, si tratta delle basi imponibili che verranno richieste per le prime case, le quali, a detta del governo, avrebbero dovuto essere esentate appieno dell’esborso Imu 2013 e, invece, a pochi giorni dalla scadenza finale, si ritrovano con un conguaglio da versare entro il prossimo 16 gennaio.

In sostanza, a pagare saranno oltre 3 milioni di edifici, i quali, secondo i calcoli della Cgia di Mestre, dovranno sborsare tra i 71 e i 104 euro, a seconda dell’aliquota applicata dal Comune di appartenenza nell’anno in corso. Come spiegato nel decreto, però, non si dovrà versare l’intero importo, ma una quota corrisopndente al 40%, con lo Stato che si accollerà il restante. LEGGI COME CALCOLARE IL CONGUAGLIO IMU

In generale, a scorrere la lista degli oltre 800 Comuni che hanno portato l’aliquota oltre le indicazioni del governo, si nota come in regioni ad altissima densità come Piemonte, Lombardia e Veneto, moltissime località hanno deciso di spostare verso l’alto l’asticella dell’aliquota, mentre in aree come la Sardegna o il Mezzogiorno, soltanto le Province più grandi denotano una quantità consistente di località che chiameranno i propri contribuenti a un pagamento davvero imprevisto e, per i quali, sia i sindaci che, naturalment,e gli stessi proprietari, sono andati in escandescenza.

Così, se le cose non cambieranno, ecco l’elenco di tutti i Comui in cui a gennaio 2014 dovrà pagarsi l’Imu sulla prima casa il prossimo 16 gennaio.

Vai al testo del decreto Imu

© RIPRODUZIONE RISERVATA


7 COMMENTI

  1. Maledetti e Maledetti ! tutti questi salassi che ci stanno obbligando a fare, ne devono spendere in cure e terapie mediche sia per loro stessi che per le famiglie! Dobbiamo fare qualcosa! non possiamo stare a fare i pecoroni come dice tutto il mondo.

  2. Chi ha inventato la Mini Imu andrà all’inferno e quale pena dovrà calcolare l’imposta per tutti gli italiani a cui è richiesta.

  3. come già anticipato più di un anno fa a Bersani , Berlusconi tornerà a vincere le prossime elezioni anche se per assurdo si trovasse in galera: tutto fa pensare che a questo risultato miri la attuale classe politica, restano da capire le motivazioni.

  4. […] Dunque, i passaggi per sapere se si deve pagare riguardano, innanzitutto, il controllo dell’aliquota nel territorio del Comune in cui l’immobile è situato: se questa è superiore al 4 per mille, allora si tratta di uno dei2mila e 400 municipi che hanno dichiarato di aver alzato l’aliquota nel corso dell’anno passato. QUI L’ELENCO COMPLETO DEI COMUNI DOVE SI DEVE PAGARE LA MINI IMU […]

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome