Pietro Grasso è il nuovo Presidente del Senato. L’ex procuratore nazionale Antimafia è stato eletto al seggio più alto di palazzo Madama, battendo Renato Schifani, presidente uscente e candidato di Pdl e Lega Nord.

Si è trattato di un esito al fotofinish, poiché, diversamente da quanto accaduto poche ore prima alla Camera, dove Laura Boldrini è stata eletta con i soli voti del centrosinistra, sufficienti a ottenere la maggioranza, al Senato nessun gruppo parlamentare può godere del 50% più uno dei voti. Il regolamento per l’elezione della seconda carica dello Stato, infatti, prevede che dalla quarta chiama si svolga il ballottaggio tra i due candidati che hanno raccolto più preferenze.

Così, giunti al quarto scrutinio, si è arrivati al ballottaggio tra Pietro Grasso, candidato a sorpresa del Partito democratico, e Renato Schifani. Tra i due contendenti, la linea ufficiale delle “terze parti” in Senato – ossia MoVimento 5 Stelle e Scelta civica – hanno annunciato di votare scheda bianca, benché fin da subito tra i grillini sia emerso qualche malumore. Dai corridoi del Senato, infatti, sono uscite voci di un confronto molto acceso tra i senatori del MoVimento 5 Stelle ed è stato lo stesso capogruppo Crimi a confermare come la decisione presa non sia stata unanime. Quindi, alcuni di loro, sui propri profili Twitter hanno annunciato come si sia scelta la libertà di coscienza.

Alla fine, dunque, l’ha spuntata Pietro Grasso. Nato a Licata il primo gennaio del 1945, Grasso ha aperto la sua carriera in magistratura nel 1969. Negli anni successivi, diventa sostituto procuratore al Tribunale di Palermo, occupandosi di criminalità organizzata. Entrato da subito  nelin prima linea contro la mafia, è stato giudice nel famoso maxiprocesso a Cosa Nostra, del quale è stato anche firmatario della sentenza che ha comminato 19 ergastoli. Quindi, Grasso è passato alla Commissione antimafia, con il ruolo di consulente, che ha ricoperto fino al 1991, quando divenne consigliere della Direzione affari penali e membro della Commissione centrale per i pentiti, entrambe presso il Ministero della Giustizia.

Quindi, ha ricoperto la carica di procuratore aggiunto alla Direzione nazionale antimafia nelle Procure di Palermo e Firenze, dove seguì le inchieste sulle stragi del 1992 e del 1993. Nel 2005, infine, è stato chiamato dal Csm a guidare l’organo, dal quale ha preso l’aspettativa a fine 2012 per candidarsi tra le file del Pd al Senato, in qualità di capolista alla regione Lazio, dove viene eletto.

 


8 COMMENTI

  1. TRES BUONGIORNO ALLORA CARO PRESIDENTE QUI HA CASTELLANETA SIMO IN RITARDO MENTALE IN QUANDO FARANNO UN CONVEGNO SULLA CORRUZIONE IN AMMINISTRAZIONE PUBBLICA VEDENDO LA LOCANDINA CHE HANNO PUBBLICATO SULLA PAGINA DI FAACEBOOK HA MHE CHE ERO UN AUTISTA DI TIR INTERNAZIONALE NON RICORDO BENE L’ANNP CHE E STATA PUBBLICATA PER LA PRIMA VOLTA IN SICILIA MHA PENSO CHE SARANNO I PRIMI ANNI 90 VEDENDOLA PUBBLICATA PER LA PRIMA VOLTA HA CATANIA BARRIERA MHI RICORDO CHE QUELLA NOTTE DOVEVO SCARICARE AL SALUMIFICIO MAURI DI CATANIA UNA DOMANDA COME MHAI QUI HA CASTELLANETA SIAMO IN RITARDI IN SEGUITO LE CONFESSERO UN MHIO SEGRETO DAL PRESIDENTE DEL SINDACATO DI POLIZIA IL S.I.A.A.P SINDACATO AUTONOMO AGENTI DI POLIZIA CONOSCENDO MHIO ZIO CHE LHO CHIAMAVATO IL RAGIONIERO MHI AUGURO DI RICEVERE RISPOSTO HA MENO CHE VISTO GLI IMPEGNO RITARDO VI SALUTO CORDIALMENTE NON CON IL CORDIALO ALTRIMENTO DIAMO I NUMERO—BUON–LAVORO–\3

  2. Mi spiace per la polemica,grillo ha ragione ma loro sono furbi e camaleontici bisogna tenere duro , uniti con grillo,parlamentari :occhio ai furbi ,non fatevi fregare.

  3. Ill’mo Signor Presidente del Senato- On.Pietro Grasso
    IERI Sera ho Assistito Il Suo Discorso.
    Mi ha dato veramente l’Impressione che Lei Voglia SOLLEVARE la Nostra ITALIA dalla MISERIA TOTALE.
    Mi Sono Chiesto, Come Potrà, Giungere al TRAGUARDO- Avendo di fronte personaggi da ANNI Aggrappati alla POLTRONA, senbra che abbiano spalmato COLLA peche non gli si STACCA.
    Nel Riflettere- l’On. SCHIFANI era un Presidente MODELLO, dovera? e dove si Era Infiltrato per Tutto questo lungo TEMPO- per non intervenire alla Risoluzione almeno in parte dei GRAVISSIMI Problemi di Miseria del POPOLO ITALIANO?-
    Egli è Stato Presidente:
    Sulla Sedia che Lei Dovrebbe Prendere POSTO.
    Signor Presidente ON. Grasso, le Suggerisco di farne Giundere una NUOVA, altrimenti
    come potrebbe Mantenere l’Impegno a Risolvere le PROMESSE Lette Pubblicamente IERI SERA?- 16/03/2013?-
    Questo è il mio Sincero Auguri che le Faccio, Cittadino povero all’Eta di ANNI 76-
    Tanti Governi hanno PROMESSO e tante volte l’Italia è Stata Sull’Orlo del FALLIMENTO-
    Signo Presidente- Gliene Ricordo Solo UNA- 1982- ANDREATTA a Mezzanotte, chiuse tutti i finanziamenti ARTIGIANI- Mise al LASTRICO Tante aziende- di cui Ancora OGGI ne Stiamo Pagando le Conseguenze.
    Le Invierò Documentazione come si Svolsero I FATTI-
    A Tutti i Partiti io Scrissi perchè potessero intervenire-
    Nessuna RISPOSTA – Oppure Risposta Evasiva-
    Oggi faccio Il MORTO di FAME-
    I Miei Auguri di Buon PROSEGUIMENTO
    Carlo Antonio Giangregorio- 17 Marzo 2013

  4. Il movimento non ha fatto certo una bella figura in quanto ora molti dubiteranno della “fermezza” o meglio di una certa libertà di coscienza tipica della II repubblica.

  5. Grazie cinque stelle ! Vi ho votato anch ‘io. E poi del resto Dott. Grasso era da votare ciao ,
    Avanti cosi
    W 5 stelle.

  6. che delusione! questo vuol dire volare basso,quanti voti persi.
    cominciamo subito a levare le castagne dal fuoco agli altri.
    ma non si doveva essere diversi……

  7. Riecheggiano nell’ aria Paroloni come Liberta’ di Coscienza nell’ movimento cinque stelle preludio della vecchia politica il movimento e’ nato per combattere tali forme di fare politica attenzione all’ attrattiva poltrona chi non si conforma allo statuto Fuori Dall’ MOVIMENTO.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here