TFA Sostegno Infanzia e Primaria, cosa studiare e come prepararsi

Elena Bucci 07/04/22
Scarica PDF Stampa
Attivato ufficialmente il VII ciclo del TFA Sostegno Infanzia e Primaria, grazie al decreto emanato dal Ministero dell’Istruzione il 31 marzo 2022. Nel decreto si legge che date della prima fase della procedura di selezione, ovvero il test preselettivo, sono state fissate a fine maggio, dal 24 al 27.

Nello specifico, i candidati che intendono concorrere per la scuola dell’infanzia e della primaria, dovranno sostenere la prova preselettiva il 24 e 25 maggio 2022.

Inoltre, nei prossimi giorni le Università che hanno aderito al ciclo di quest’anno pubblicheranno il bando contenente tutte le informazioni utili, in particolar modo circa le modalità di presentazione della domanda, l’eventuale tassa di concorso e le specifiche materie d’esame.

Di seguito il Manuale per la preparazione della prova preselettiva.

Nei prossimi paragrafi forniamo un approfondimento sulle prove d’esame che i candidati ai gradi scolastici dell’Infanzia e della Primaria dovranno sostenere, e come prepararsi al meglio.

TFA Sostegno Infanzia e Primaria: prove d’esame

Innanzitutto occorre specificare che, come è valso per i cicli precedenti, anche prove di accesso ai corsi del VII ciclo, organizzati dai vari atenei, saranno tre, articolate come di seguito:

  • una prova preselettiva:  consisterà in un test con 60 quesiti a risposta multipla sulle conoscenze didattiche, psicopedagogiche e giuridiche relative al profilo dell’insegnante di sostegno e le necessarie abilità linguistiche;
  • una prova scritta,
  • una prova orale: verte sui contenuti delle prove scritte e su questioni motivazionali.

TFA Sostegno prova preselettiva: esempi di quiz, cosa studiare e come prepararsi

TFA Sostegno Infanzia e Primaria: programma

Gli argomenti previsti dal programma d’esame (D.M. del 30 settembre 2011) della fase selettiva scritta riguardano le seguenti competenze, diversificate nello specifico in riferimento al grado scolastico per cui si concorre:

  • linguistiche e di comprensione del testo;
  • socio-psico-pedagogiche diversificate per grado di scuola;
  • riconoscimento e comprensione di emozioni, stati d’animo e sentimenti nell’alunno;
  • aiuto all’alunno per un’espressione e regolazione adeguata dei principali stati affettivi;
  • capacità di autoanalisi delle proprie dimensioni emotive nella relazione educativa e didattica;
  • saper generare strategie innovative ed originali tanto in ambito verbale linguistico e logico matematico quanto attraverso i linguaggi visivo, motorio e non verbale;
  • organizzative in riferimento all’organizzazione scolastica e agli aspetti giuridici concernenti l’autonomia scolastica.

TFA Sostegno Infanzia e Primaria: prova preselettiva

I candidati che, nei giorni del 24 e 25 maggio, saranno sottoposti alla prova preselettiva, dovranno prepararsi ad un test a risposta multipla composto da un totale di 60 quesiti, relativi alle conoscenze didattiche, psicopedagogiche e giuridiche relative al profilo dell’insegnante di sostegno e le necessarie abilità linguistiche.

I 60 quesiti che saranno somministrati ai candidati prevedono 5 diverse opzioni di risposta, e saranno suddivisi per competenze come indicato di seguito:

  • 20 quesiti saranno volti a verificare il possesso delle competenze linguistiche e della comprensione dei testi in lingua italiana del candidato, che includono anche domande di grammatica e comprensione verbale;
  • 40 quesiti saranno differenziati a seconda dell’ordine e del grado di scuola, riguardano le competenze socio-psico-pedagogiche e didattiche, empatia e intelligenza emotiva, creatività e pensiero divergente, organizzazione e giurisdizione in merito all’autonomia delle Istituzioni Scolastiche (per il riferimento completo rimandiamo all’art. 6 del DM 30 settembre 2011).

Sarà ammesso alle prove successive un numero di candidati, che hanno conseguito una votazione non inferiore a 21/30, pari al doppio dei posti disponibili per gli accessi.

COME PREPARARSI

Per la preparazione della prova preselettiva del concorso, consigliamo lo studio del seguente volume, che si focalizza sui quesiti volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione di brani (grammatica, sinonimi, contrari, analogie, comprensione di testi, logica):

8891649775Tfa sostegno Competenze linguistiche e comprensione dei testi – Prova preselettiva

Gennaro Lettieri, Giuseppe Cotruvo, Carla Iodice, Maggioli Editore

Il volume è indirizzato a quanti intendono accedere ai corsi di specializzazione sul sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria, nella scuola secondaria di I e II grado.

 

 

TFA Sostegno Infanzia e Primaria: prova scritta

La prova scritta del TFA Sostegno prevede la risoluzione da parte dei candidati di una serie di quesiti a risposta aperta, volti a verificare le capacità di comprensione e di argomentazione. La prova potrà vertere su una o più delle tematiche previste per la fase preselettiva e, soprattutto, non prevede domande a risposta chiusa.

Come per la preselezione, anche per lo scritto saranno gli Atenei a scegliere le domande basandosi sullo stesso programma e stabilendone in autonomia durata e modalità.

Per essere ammesso alla prova orale il candidato deve conseguire una votazione non inferiore a 21/30.

TFA Sostegno prova scritta: esempi di tracce, cosa studiare e come prepararsi

COME PREPARARSI 

 

8891658142

TFA Sostegno Tracce per la prova scritta per l’ammissione ai corsi di specializzazione

Rosanna Calvino, Maggioli Editore

Il testo, strutturato in tracce svolte, offre un’ampia trattazione degli argomenti previsti dal programma d’esame (D.M. del 30 settembre 2011), e sviluppa un consistente numero di tracce che sono state oggetto delle precedenti prove concorsuali.

 

 

TFA Sostegno Infanzia e Primaria: prova orale

L’ultima fase della procedura di selezione del VII ciclo del TFA Sostegno consiste in un colloquio orale vertente sui contenuti previsti dalle precedenti prove scritte e sulle questioni motivazionali del candidato.

La prova orale, anch’essa valutata in trentesimi, si considera superata se il candidato riporta una votazione non inferiore a 21/30.

Per ricevere in anteprima tutti gli aggiornamenti, iscriviti al Canale Telegram

Elena Bucci