Home Tag Cartelle esattoriali

Tag: Cartelle esattoriali

La cartella esattoriale, o cartella di pagamento, è l’atto che Equitalia, o qualsiasi altra società incaricata della riscossione dei tributi, invia ai contribuenti per recuperare le somme dovute alla Pubblica Amministrazione. Con la cartella esattoriale il Fisco comunica ai cittadini che i loro debiti nei confronti degli enti impositori (l’Agenzia delle Entrate, l’Inps, i Comuni, ecc.) sono stati iscritti a ruolo.

Dal 1° luglio 2017 Equitalia sarà sciolta e la riscossione dei tributi passerà direttamente alle Entrate tramite il nuovo ente “Agenzia delle Entrate-Riscossione“.

Dopo la notifica di una cartella di pagamento, il contribuente ha – generalmente – 60 giorni di tempo per proporre ricorso. Trascorso questo periodo, la cartella acquista forza di titolo esecutivo ed Equitalia può iniziare a procedere contro il cittadino che non ha ancora pagato tramite ipoteca e pignoramento.

Il contribuente può contestare la cartella esattoriale davanti al giudice, ma per farlo deve rispettare dei termini ben precisi:

  • 60 giorni dalla notifica della cartella se gli viene richiesto il pagamento di tasse e tributi;
  • 40 giorni dalla notifica se gli viene richiesto il pagamento di contributi previdenziali;
  • 30 giorni dalla notifica se gli viene richiesto il pagamento di multe.

Allo stesso modo, Equitalia deve rispettare alcune precise scadenze. La prescrizione del credito, in particolare, è il termine oltre il quale la somma non è più dovuta per legge: il termine di prescrizione può variare, ma è solitamente pari a 10 anni per Irpef, Iva e canone Rai. La decadenza, invece, scatta il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello di maturazione del debito: se la cartella è stata notificata oltre tale data, il debito potrà essere recuperato solo attraverso una causa civile.

 

Scopri in questa sezione tutte le novità più importanti in tema di cartelle di pagamento e riscossione dei tributi. Leggi anche il nostro approfondimento sull’importantissimo tema della rottamazione delle cartelle esattoriali.

La cartella esattoriale senza motivazione è nulla?

La cartella esattoriale deve essere sempre motivata a pena di nullità della stessa con avvisi di accertamento o motivazione chiara

Decreto Fiscale, anche i vigili possono notificare le cartelle esattoriali

Dopo il via libera del Senato con voto di fiducia, il Decreto Fiscale è approdato alla Camera, al vaglio della Commissione Bilancio. Tra le...

Come difendersi dal fisco

Le dichiarazioni fiscali e gli accertamenti dell'Agenzia delle Entrate: cosa c'è da sapere, quali sono i termini e a chi ci si può risolvere?

Il diritto di accesso del contribuente alle cartelle di Equitalia e...

Il contribuente ha diritto di accedere alle cartelle dietro richiesta, anche se il documento originale è quello a suo tempo trasmesso.

La notifica degli avvisi di accertamento a mezzo PEC dal 1°...

Dal 1° luglio gli avvisi di accertamento potranno essere notificati ai contribuenti tramite posta elettronica certificata.

La notifica della cartella di pagamento a mezzo Pec dal 1°...

Come cambia la notifica delle cartelle esattoriali a mezzo posta elettronica certificata dal 1° luglio 2017, con la chiusura di Equitalia.

Fisco: gli avvisi di accertamento con firma digitale sono validi?

Gli avvisi di accertamento e gli atti tributari contrassegnati solo con firma digitale e senza firma autografa potrebbero non essere validi.

La prescrizione delle cartelle di pagamento

Breve guida alla prescrizione delle cartelle di pagamento: che cos'è, come funziona, quali sono i termini di scadenza.

La cartella esattoriale è illegittima senza il calcolo degli interessi

Fisco: la cartella esattoriale è nulla se non sono indicati chiaramente i metodi di calcolo delle somme da pagare.

Gli interessi di mora scendono al 3,50%

Il tasso degli interessi di mora scende, come?. Da quando decorrono gli interessi di mora? La variazione temporale

I motivi di opposizione alle esecuzioni fiscali

Cosa accade quando si verifica un'irregolarità del pagamento di maggiori imposte e sanzioni, se il contribuente non adempia spontaneamente?

Cartelle esattoriali: quando sono illegittime?

Le cartelle di pagamento inviate ai contribuenti a mezzo posta elettronica certificata (Pec) sono valide? Scopri di più!

ULTIMI ARTICOLI