Rottamazione ter e Saldo e stralcio: riaperti fino al 31 luglio 2019

Chiara Arroi 27/06/19
Scarica PDF Stampa
Via libera alla riapertura dei termini per Rottamazione ter e saldo e stralcio. La nuova scadenza fissata al 31 luglio 2019. La novità è stata introdotta nel Decreto Crescita approvato in via definitiva il 27 giugno 2019.

È stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 151 del 29 giugno 2019 il Decreto Legge n. 34/2019, convertito con modificazioni dalla Legge 58/2019, contenente “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi.”

Il provvedimento normativo ha riaperto i termini per aderire alla Definizione agevolata 2018 (cosiddetta “rottamazione-ter”) e al “Saldo e stralcio” entro il 31 luglio prossimo.

I contribuenti interessati possono usufruire della riapertura dei termini esclusivamente per i debiti che non siano stati inseriti in una precedente domanda di adesione alla “Rottamazione-ter” o al “Saldo e stralcio”, presentata entro lo scorso 30 aprile 2019.

==>> Come aderire alla Rottamazione entro il 31 luglio 2019 

Nuova scadenza fissata per aderire a queste due tipologie di pace fiscale quindi è il 31 luglio 2019.

La riapertura della Rottamazione Ter  prevede che il debitore di una cartella datata tra il 2000 e il 2017 entro il 31 luglio prossimo potrà presentare all’agente pubblico della riscossione istanza di adesione alla definizione agevolata delle cartelle con il pagamento solo di imposte e contributi senza sanzioni e interessi.

La riapertura rispetto alla scadenza del 30 aprile prevede che il contribuente dichiari entro il prossimo 31 luglio la propria volontà, con le modalità già previste per la rottamazione-ter, di voler aderire optando per il pagamento in un’unica soluzione al 30 novembre prossimo, ovvero in massimo 17 rate, la prima delle quali sempre al 30 novembre.

=> Saldo e stralcio 2019, domanda accolta o respinta: i diversi casi <=

Rottamazione – saldo e stralcio: come pagare

Una volta effettuata l’adesione, il debito potrà essere saldato:

  • in un’unica soluzione (da versare entro il 30 novembre)
  • o dilazionando il pagamento in 17 rate (con il versamento della prima entro novembre e pari ad almeno il 20 per cento del totale).

Con il saldo e stralcio, invece, sarà possibile fare pace con il fisco pagando solo una quota delle somme dovute. Ricordiamo però che potrà accedere alla misura solo chi è in difficoltà economica (con un Isee fino a 20.000 euro).

Come aderire a Rottamazione e Saldo e stralcio 

L’adesione entro la nuova data di scadenza decisa con il Decreto crescita, dovrà essere fatta attraverso l’apposita domanda (che sarà pubblicata dall’Agente della riscossione entro 5 giorni dalla pubblicazione in gazzetta del Decreto crescita convertito in legge) e dovrà essere inviata entro il 31 luglio 2019.

Chiara Arroi
Tag