Prestiti in Convenzione NoiPA: cosa sono e chi può richiederli?

Redazione 06/09/22
Scarica PDF Stampa
Si tratta di prestiti rapidi ed agevolati erogati da banche e finanziarie che hanno aderito ad una specifica Convenzione col MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze). In virtù di tale Convenzione vengono applicate condizioni di favore e modalità di accesso agevolate.

Sono detti Prestiti in Convenzione “NoiPA” perché possono essere richiesti da tutti i dipendenti pubblici e statali che fanno riferimento all’omonimo sistema informatico. Quindi parliamo di finanziamenti accessibili a diverse categorie di lavoratori, come ministeriali, personale scolastico e della sanità, dipendenti regionali, comunali e delle forze armate e tanti altri.

Tali prestiti utilizzano la forma della Cessione del Quinto e del Prestito con Delega, con tutti i vantaggi e le tutele che ne derivano.

Quali vantaggi?

Innanzitutto, grazie alle agevolazioni stabilite dall’accordo col MEF, i Prestiti in Convenzione NoiPA offrono un Tasso Fisso e Conveniente, sempre inferiore rispetto a quello di mercato.

La rata mensile sarà Leggera e Sostenibile poiché per legge non potrà mai superare il 20% dello stipendio netto (40% nel caso in cui si richieda anche il Prestito con Delega per avere accesso a importi più elevati).

Il rimborso avviene tramite comode trattenute automatiche in busta paga.
Non si dovranno quindi fare file agli sportelli e non si correrà il rischio di dimenticare il pagamento di una rata.

Inoltre, i Prestiti in Convenzione NoiPA sono la soluzione ideale anche per i cattivi pagatori o per coloro che hanno già altri finanziamenti in corso in quanto tali condizioni non rappresentano un ostacolo: l’unica garanzia richiesta è la busta paga.

Quali importi e che durata?

I Prestiti in Convenzione NoiPA offrono la possibilità di accedere anche a somme elevate con piano di rimborso fino a 10 anni.

L’importo massimo richiedibile non è però uguale per tutti: dipende infatti dall’entità del proprio emolumento, in quanto, come detto, la rata mensile non potrà mai superare il 20% dello stipendio netto mensile. Questo vuol dire che maggiore è la propria retribuzione netta, maggiori saranno gli importi ottenibili.

Ad esempio, un docente scolastico con retribuzione netta mensile di 1.300€ potrà impegnare una rata massima di 260€ (ovvero il 20% di 1.300€). Scegliendo la massima durata per il rimborso (120 mesi) potrà ottenere come montante massimo (capitale + interessi) 31.200€.

Un medico ospedaliero con retribuzione netta di 2.800€ potrà invece impegnare una rata massima di 560€ accedendo quindi ad un montante massimo di ben 67.200€ se avrà scelto il rimborso in 10 anni.

N.B. Nel caso in cui si necessitasse di importi maggiori, è possibile “raddoppiare” l’impegno mensile (e di conseguenza il montante) richiedendo anche il Prestito con Delega.

(Per ulteriori approfondimenti: https://www.calcoloprestito.org/ )

Ricapitolando

I Prestiti in Convenzione NoiPA offrono diversi vantaggi:

  1. Condizioni economiche di favore
  2. Rimborso semplificato (fino a 10 anni);
  3. possibilità di accedere a Importi Elevati;
  4. anche per Cattivi Pagatori o con Altri Finanziamenti in corso;
  5. Pratica Rapida con Erogazione Veloce.

In più il Prestito è Assicurato, per garantire una maggiore tutela del dipendente e della sua famiglia.

Cosa fare?

Se sei un dipendente pubblico o statale interessato ad un Prestito in Convenzione NoiPA clicca sulla tua regione per richiedere un Preventivo Gratuito e senza alcun impegno.

 

(Foto di copertina: iStock/Liubomyr Vorona)

Redazione