Pensioni di luglio 2024: accredito, Quattordicesima e stop assegno estero

Redazione 01/07/24
Scarica PDF Stampa

Pronte le disposizioni di pagamento Inps delle pensioni di luglio 2024, che questa volta spaccheranno il minuto, con l’accredito effettuato proprio nella giornata di lunedì 1. Le somme sono già visibili sul cedolino online.

Niente slittamenti questo mese (come avvenuto in quelli precedenti) dovuti ad accavallamenti con il weekend o festività. Il primo giorno bancabile corrisponde proprio al primo giorno del mese: oggi lunedì 1° luglio.

Prima novità di luglio è che i pensionati all’estero non riceveranno più i soldi tramite assegno cartaceo. Il sistema di pagamento dei ratei pensione cambierà per circa 300 mila pensionati nel mondo, che si troveranno di fronte a due solo opzioni: conto corrente o sportello Western Union.

Da non dimenticare a luglio c’è anche la quattordicesima, che viene erogata da Inps a una platea specifica di pensionati e pensionate.

Ecco le info utili sul pagamento delle pensioni di luglio 2024.

Indice

La data di pagamento delle pensioni di luglio 2024

Come già anticipato, le pensioni questo mese vengono pagate da Inps con valuta lunedì 1° luglio 2024.

Già il primo giorno del mese quindi i percettori dei trattamenti previdenziali si vedranno accreditare su conto corrente il rateo pensione.

Anche chi ritira i soldi direttamente in Posta può recarsi agli sportelli lo stesso giorno, con il solito consiglio di non tuffarsi tutti in massa il primo giorno di pagamento, ma di utilizzare anche le giornate, come martedì 2, mercoledì 3 eccetera.

Aprire e consultare il cedolino pensione di luglio 2024

Chi volesse consultare il cedolino di luglio, per essere certo della somma corrisposta o avere altre informazioni, può farlo accedendo al portale Inps, autenticandosi prima con le credenziali SPID, CIE o CNS, e approdando poi al servizio online ad hoc Cedolino della pensione.

Oltre a visionare l’importo lordo e netto del mese di riferimento, il servizio Inps cedolino online permette di sperimentare altre funzioni:

– confronta cedolini;
– visualizza elenco prospetti di liquidazione;
– gestione delle deleghe sindacali;
– comunicazioni al pensionato;
– variazioni modalità di pagamento pensione;
– recupero e stampa della Certificazione Unica;
– riepilogo dati anagrafici e di pagamento;
certificato di pensione (Modello Obis/M);
– duplicato libretto di pensione;
– conguagli Irpef;
– cessione del quinto;
– bonus 154 euro e bonus quattordicesima;
recupero indebiti.

Le novità delle pensioni di luglio 2024

Veniamo ora alla novità di questo mese, che interessa perlopiù i pensionati che risiedono all’estero e lì ricevono le pensioni di luglio 2024. A partire dal 1° luglio 2024 cambiano le modalità di pagamento delle mensilità per i pensionati che risiedono in un Paese straniero.

Viene abolito il pagamento con assegno cartaceo. Le uniche modalità di erogazione pensione sono:


– ritiro pensione in contanti agli sportelli Western Union (fino a quando il cittadino interessato non farà richiesta di variazione delle modalità di pagamento su conto);
accredito sul conto corrente (per chi entro il 15 giugno ha compilato un modulo inviato da Citibank, con l’indicazione delle coordinate bancarie).

Ciascun pensionato residente all’estero avrebbe dovuto restituire il modulo compilato e firmato, allegando la copia del documento d’identità e un documento prodotto dalla banca estera con indicati l’intestatario e l’eventuale cointestatario del conto corrente e le coordinate Bic e Iban. 
I pensionati che non hanno ricevuto il modulo (o non lo hanno compilato entro il 15 giugno) possono contattare il servizio di assistenza di Citibank (indirizzo di posta elettronica inps.pensionati@citi.com) oppure chiamando al numero +39 02 6943 0693.

Per conoscere le nuove regole e le opportunità di pensionamento per il 2024, consigliamo l’e-Book Pensioni 2024, aggiornato alle novità in tema di pensione di vecchiaia, Quota 103, anticipi pensionistici, opzione donna, rivalutazioni e molto altro.

Pagamento Quattordicesima 2024

Oltre che per le pensioni di luglio 2024, c’è molta attesa anche per l’accredito della Quattordicesima Inps. Si tratta di una somma aggiuntiva alla normale pensione, che l’ente eroga ad alcuni pensionati e pensionate. Gli importi possono arrivare anche a 650 euro, a seconda della situazione del cittadino.

Non tutti la ricevono. Occorrono requisiti di età e reddito specifici.

In dettaglio, spetta a chi:

– ha almeno 64 anni compiuti;
– è titolare di uno o più trattamenti pensionistici di enti pubblici di previdenza obbligatoria;
– ha un reddito complessivo lordo con reddito complessivo fino a due volte il trattamento minimo annuo del Fondo Lavoratori Dipendenti (dal 2017).

Il pagamento della quattordicesima viene effettuato d’ufficio in via provvisoria, e verificato in fase successiva, sulla base dei redditi consuntivi. I beneficiari riceveranno una comunicazione apposita.

La comunicazione viene inviata attraverso i seguenti canali:

modello “OBIS/M”;
– cedolino della pensione con nota informativa;
– messaggio SMS, in presenza di contatti validi.

Per quanto riguarda le date di accredito:

– chi perfeziona i requisiti entro il 31 luglio, si vedrà liquidare la quattordicesima sul rateo pensionistico di luglio 2024;
– chi invece perfeziona i requisiti dal 1° agosto al 31 dicembre 2024, riceverà la somma con la rata di dicembre 2024.

Per restare aggiornato sulle novità in tema di pensioni, puoi iscriverti gratis alla Newsletter LeggiOggi, compilando il form:

Iscriviti alla newsletter aoqzlwlnnk1v21gh
Iscrizione completata

Grazie per esserti iscritto alla newsletter.

Seguici sui social



Foto istock/Dobrila Vignjevic