Legge di Stabilità 2016: il testo definitivo, quali nodi da sciogliere

Redazione 27/10/15
Scarica PDF Stampa
La legge di Stabilità 2016 approda in Senato. Il testo definitivo (VAI AL TESTO) del documento di programmazione di bilancio per il prossimo anno, controfirmato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, viene oggi incardinato in Commissione Bilancio, ma dal dibattito politico sono diversi gli elementi che lobby e categorie di settore mirano a ritoccare durante il complesso iter parlamentare.

Uno dei tasti dolenti riguarda l’abrogazione della Tasi sulla prima casa che, in particolar modo dalla minoranza democratica, viene criticata ritenendo l’esclusione degli immobili di lusso un intervento non ancora sufficiente. Critiche vengono mosse anche su altri fronti caldi toccati dalla manovra, come pensioni e sanità. Il presidente dell’Inps, Tito Boeri, è tornato a recriminare all’Esecutivo il fatto di non aver inserito già nella Stabilità una modifica strutturale alla Riforma Fornero: “speravamo fosse il 2015 l’anno della riforma delle pensioni“, sono state le sue parole.

LEGGI ANCHE:

Legge di Stabilità 2016: tutto sul pacchetto fiscale che riduce le tasse

Pensioni, esodati, donne: la legge di Stabilità dalla A alla Z

Anche il nodo che riguarda l’innalzamento della soglia massima a 3mila euro per il contante, difeso sia dal Premier, Matteo Renzi, che dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, è esplicitamente contrastato dalla minoranza dem che continua a rivolgere al Governo la richiesta di un dietrofront sull’intervento, chiedendo di fare un passo indietro anche in materia di revisione del budget sanitario e dei trasferimenti alle Regioni.

Il Movimento Cinque Stelle concentra le critiche sul settore del gioco. Agguerriti anche i sindacati pubblici, invece, per la cifra, definita irrisoria, elargita per il rinnovo del contratto degli statali: le risorse a disposizione raggiungono complessivamente i 300 milioni di euro. Un altro terreno di scontro riguarda, infine, i Caf e i patronati per i quali la manovra di bilancio prevede una sforbiciata degli stanziamenti rispettivamente di 100 milioni per i primi e di 48 milioni per i secondi.

LEGGI ANCHE:

Gioco: slot machine, poker e tutte le macchinette che sono illegali

Legge di Stabilità 2016: tutte le novità per gli statali

Intanto si fa chiarezza su alcuni punti del testo tra cui le stime sulle assunzioni. La previsione dell’Esecutivo , così come appreso dalla Relazione tecnica al ddl di Stabilità 2016, è che le assunzioni a tempo indeterminato, mediante gli sgravi della legge di Stabilità 2015, raggiungano i 1,2 milioni, vale a dire 200mila in più rispetto a quanto anticipato dalla precedente manovra. Grazie agli sgravi previsti nel 2016 (il 40% dei contributi per due anni) la stima prevede che le assunzioni possano raggiungere il milione.

Sono stati presentati il 25 ottobre al Senato i seguenti disegni di legge:

– VAI AL TESTO: “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di Stabilità 2016)”;

– VAI AL TESTO: “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2016 e bilancio pluriennale per il triennio 2016-2018“.

Redazione

Tag