Iter di richiesta passaporto in Posta: documenti, costi e rilascio

Il servizio si sta diffondendo a macchia d’olio in tutti gli uffici postali

Redazione 05/07/24
Scarica PDF Stampa Allegati

Da qualche mese è attivo in molti uffici postali il servizio di rilascio passaporto in Posta, partito da pochi sportelli e diffusosi via via a macchia d’olio.

Si tratta della possibilità che i cittadini hanno di recarsi direttamente in posta per la domanda e il rilascio del documento di viaggio, evitando la lunga procedura di presa appuntamento online presso le questure.

Ma come si richiede in concreto il passaporto in Posta? Quali sono le procedure, i costi, i tempi di rilascio? Vediamo tutto nei prossimi paragrafi.

Per una panoramica completa sulle regole del passaporto elettronico, leggi anche > Guida al passaporto 2024: richiesta, rilascio, rinnovo, costi, prenotazioni

Indice

Il progetto Polis

Il progetto del passaporto in Posta è un’iniziativa promossa in collaborazione con Poste Italiane, per semplificare e velocizzare la procedura di rilascio del passaporto. Tradizionalmente, il rilascio del passaporto era esclusivamente di competenza delle questure, creando spesso lunghe attese e complessità burocratiche per i cittadini. Con questa nuova iniziativa, è possibile richiedere e ottenere il passaporto direttamente presso gli uffici postali, migliorando l’accessibilità e riducendo i tempi di attesa.

Tutto si svolge nell’ambito del progetto Polis di Poste italiane, lanciato a gennaio 2023 per rendere uffici postali punto di riferimento per i servizi digitali: uno sportello unico per rendere semplice e veloce l’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione in 7.000 Comuni al di sotto di 15mila abitanti. Il progetto è finanziato con risorse del piano complementare al PNNR (Dl 59/2021) con 800 milioni di euro e per circa 400 milioni a carico di Poste Italiane.

Diffusione del servizio di rilascio passaporto in Posta

Dallo scorso 11 marzo 2024 il servizio era partito solo da alcuni uffici postali della provincia di Bologna, per poi estendersi gradualmente ad alcuni Comuni Italiani sotto i 15 mila abitanti. Il progetto è stato lanciato inizialmente in alcune città pilota, tra cui Roma, Milano, Napoli e Torino, selezionate per la loro densità di popolazione e per la presenza di un elevato numero di richieste di passaporto.

I risultati positivi ottenuti nella fase iniziale hanno permesso di valutare e migliorare il processo, portando alla decisione di estendere il servizio a livello nazionale.

Ora, gradualmente, si sta estendendo a tutti i Comuni italiani a partire da questo mese di luglio 2024. Lo ha annunciato il direttore generale di Poste Italiane Giuseppe Lasco, al termine di un incontro con il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi sull’avanzamento del progetto Polis di Poste Italiane.

Il progetto di richiesta passaporto negli uffici postali sarà via via esteso a tutta Italia e, man mano, tutti i 13 mila uffici postali italiani garantiranno il servizio di rilascio passaporto. 

Cerca l’ufficio postale abilitato

Il servizio è attivo negli Uffici Postali Polis presenti in questo elenco fornito da Poste italiane (aggiornato al momento al 31 maggio).

Iter di richiesta passaporto in Posta

Richiedere il passaporto in posta è un processo semplice:

– il cittadino deve prenotare un appuntamento presso l’ufficio postale abilitato tramite il sito web di Poste Italiane o l’app dedicata;
– il giorno dell’appuntamento, il richiedente deve presentarsi all’ufficio postale con la documentazione necessaria e una fototessera;
– il personale dell’ufficio postale assiste il cittadino nella compilazione del modulo di richiesta e verifica la correttezza dei documenti presentati;
– successivamente, il modulo viene inviato alla questura competente per la verifica e l’approvazione finale.

I documenti da presentare in Posta

Per richiedere il passaporto in posta, è necessario presentare i seguenti documenti:

– Modulo di richiesta compilato (disponibile presso l’ufficio postale o scaricabile dal sito di Poste Italiane).
– Documento d’identità valido (carta d’identità o passaporto precedente).
– Codice fiscale o tessera sanitaria.
– Due fototessere recenti conformi agli standard ICAO.
– Ricevuta del pagamento del bollo da 73,50 euro e del versamento di 42,50 euro per il libretto elettronico;
– Nel caso di nuova emissione, il vecchio passaporto o  la copia della denuncia di furto o smarrimento dello stesso
– Il modulo di attestazione del domicilio (scaricalo qui sotto).

Scarica modulo

Modulo di attestazione domicilio 54 KB

Iscriviti alla newsletter per poter scaricare gli allegati

Grazie per esserti iscritto alla newsletter. Ora puoi scaricare il tuo contenuto.

Quanto costa il passaporto in Posta

Il costo per il rilascio del passaporto in posta è identico a quello richiesto presso le questure. Il richiedente deve pagare:

– un bollo di 73,50 euro (acquistabile nelle rivendite di valori bollati o nelle tabaccherie);
– un contributo amministrativo di 42,50 euro per il libretto elettronico (pagabile con bollettino);
– per un totale di 116 euro, oltre ad eventuali costi di gestione del servizio, che potrebbero essere accreditati da Poste.

Il bollettino per il rilascio e il rinnovo del passaporto può essere pagato presso tutti gli uffici postali. L’importo del versamento, indicato sul modulo pre-compilato, è di 42,50 euro, ed è intestato al “Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento del tesoro”, sul conto corrente n. 67422808, causale “importo per il rilascio del passaporto elettronico”.

Chi NON può richiedere il passaporto in Posta

La domanda di rilascio passaporto elettronico negli uffici postali è preclusa a queste persone, che non possono quindi prendere appuntamento in posta per beneficiare del servizio:

– titolari di doppio passaporto;
– richiedenti passaporto temporaneo;
– iscritti all’AIRE;
– beneficiario di esenzione per la rilevazione delle impronte e/o della firma;
– richiedenti con vecchio passaporto rilasciato all’estero (ambasciata/consolato).

Vuoi ricevere aggiornamenti e notizie come questa? Iscriviti alla Newsletter LeggiOggi, compilando il form qui sotto. E’ gratis!

Iscriviti alla newsletter aoqzlwlnnk1v21gh
Iscrizione completata

Grazie per esserti iscritto alla newsletter.

Seguici sui social




Foto: istock/fcafotodigital