Elezioni settembre 2022: quando si vota, come si vota, istruzioni pratiche

Scarica PDF Stampa
Conto alla rovescia per il ritorno in cabina elettorale: le elezioni settembre 2022 segnano la nascita del nuovo parlamento scelto dai cittadini. Si vota infatti domenica 25 settembre per il rinnovo della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica.

In questo articolo forniamo tutte le informazioni pratiche per aiutare i cittadini chiamati ad esprimersi ai seggi, come ad esempio giorni e orari di voto, le modalità per votare, il rinnovo tessera elettorale e tutte le altre info utili.

Elezioni settembre 2022: per chi si vota

Questo settembre si torna al voto per rinnovare i membri del Parlamento, dopo le dimissioni dell’esecutivo Draghi. Gli elettori sono chiamati a scegliere i 400 rappresentanti che andranno a sedere sugli scranni della Camera e i 200 che invece siederanno su quelli del Senato. Questo perché in Italia non siamo noi cittadini ad eleggere il nuovo governo, ma è il parlamento a farlo. Saranno quindi i prossimi deputati e senatori (scelti dagli elettori nella tornata elettorale del 25 settembre) ad eleggere il nuovo esecutivo, che succederà al governo Draghi.

Questo in breve l’iter di formazione del governo in Italia:

  • Il presidente della Repubblica fa le consultazioni tra i partiti che hanno raccolto più voti alle elezioni politiche;
  • in base ai risultati emersi da queste consultazioni, ha il compito di incaricare il presidente del Consiglio di formare il nuovo esecutivo e di indicare i nomi dei ministri di cui intende circondarsi in Consiglio;
  • dopodiché il nuovo governo procede giuramento ufficiale per legge;
  • Entro 10 giorni dal decreto di nomina, il nuovo governo si presenta in Parlamento, per ottenere il voto di fiducia di Deputati e Senatori.

Ecco perché queste elezioni politiche 2022 sono molto importanti.

Elezioni settembre 2022: data e orari di voto

L’appuntamento per il voto è fissato per la giornata di domenica 25 settembre. Gli elettori devono recarsi al proprio seggio elettorale dalle ore 7 fino alle ore 23. Questi sono gli orari di apertura.

Permessi elettorali elezioni 2022: come chiederli e retribuzione

Elezioni settembre 2022: come si vota sulle schede

Le schede su cui si dovrà apporre il voto sono due:

  • una per la Camera dei deputati e
  • una per il Senato della Repubblica.

In particolare, una volta arrivati al seggio, agli elettori vengono consegnate due schede, una per la Camera ed una per il Senato. Su queste è riportato:

  • il nome del candidato nel collegio uninominale e,
  • per il collegio plurinominale, il contrassegno di ciascuna lista o i contrassegni delle liste in coalizione ad esso collegate.

Si vota mettendo un X sul nome del candidato/candidata preferiti o sul nome del partito preferito.

Ricordiamo che il sistema elettorale con cui si sceglierà il nuovo parlamento è il famoso Rosatellum.

Accanto ai contrassegni delle liste sono stampati i nomi dei relativi candidati nel collegio plurinominale.

Si vota con queste regole:

  • il voto è espresso tracciando un segno sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nomi dei candidati nel collegio plurinominale;
  • in questo modo il proprio voto è valido per l’elezione del candidato nel collegio uninominale e per la lista nel collegio plurinominale;
  • chi traccia la X solo sul nome del candidato non abbia paura, il proprio voto sarà associato alla lista collegata a quel candidato;
  • se l’elettore traccia un segno sul rettangolo contenente il nominativo del candidato del collegio uninominale e un segno sul sottostante rettangolo contenente il contrassegno della lista ed i nominativi dei candidati, il voto è comunque valido a favore sia del candidato uninominale sia della lista;
  • se l’elettore traccia un segno sul contrassegno e un segno sui nominativi dei candidati nel collegio plurinominale della lista medesima, il voto è considerato valido a favore sia della lista sia del candidato uninominale collegato;
  • se l’elettore traccia un segno sul rettangolo contenente il nominativo del candidato uninominale e un segno su un rettangolo contenente il contrassegno di una lista cui il candidato non sia collegato, il voto è nullo, in quanto per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica non è previsto il voto disgiunto.

Elezioni 2022: come rinnovare la tessera elettorale piena

Chi si accorge (anche in extremis) di aver esaurito i 18 spazi presenti sulla propria tessera elettorale, la può rinnovare senza problema, anche a ridosso di domenica 25 settembre.

E’ sufficiente recarsi l’ufficio elettorale del comune di residenza. Ogni ufficio resterà aperto:

  • dalle ore 9 alle ore 18  sia il 23 sial il 24 settembre
  • per tutta la durata del voto (ore 7-23) nella giornata di domenica 25 settembre.

Chi si dimentica quindi di andare per tempo, può sempre rinnovare la tessera anche il giorno stesso delle elezioni.

Chiara Arroi