Concorso scuola straordinario ter 2023, prova scritta: date e istruzioni

Scarica PDF Stampa

Il calendario della prova scritta Concorso scuola straordinario ter è stato finalmente pubblicato: questa si terrà dal 13 al 19 marzo 2024 nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione e, sulla base del numero dei candidati, potranno svolgersi in più sessioni mattutine e pomeridiane. Si ricorda che alcune novità sono recentemente arrivate dalla conversione in legge del Decreto PA bis, il Decreto-legge 75/2023 convertito con modificazioni dalla Legge 10 agosto 2023, n. 112: in particolare, la possibilità di svolgere la prova scritta con domande a risposta multipla viene limitata alla durata del PNRR, quindi fino al 30 giugno 2026.

Dopo questa data, sarà possibile optare per una prova scritta con domande a risposta aperta, sempre sull’accertamento delle competenze in ambito pedagogico, psicopedagogico e didattico-metodologico. Inoltre, sempre per i concorsi che saranno banditi dal 1° luglio 2026, potrà essere di nuovo prevista la prova preselettiva.

Nei prossimi paragrafi ci concentreremo sulla prova scritta del Concorso scuola straordinario ter, sulle materie da studiare e su come prepararsi al meglio per la selezione, oltre che sulle istruzioni per la partecipazione.

Indice

Concorso scuola straordinario ter: come funziona la prova scritta

La prova scritta sarà computer-based, valida per tutte le classi di concorso e le tipologie di posto per le quali il candidato partecipa. Le prove si svolgono nella regione per la quale i candidati partecipano al concorso. La durata della prova è pari a 100 minuti, e la prova è composta da cinquanta quesiti a risposta multipla, così ripartiti:

  • quaranta quesiti a risposta multipla volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato in ambito pedagogico, psicopedagogico e didattico-metodologico, così distribuiti:
    • dieci quesiti di ambito pedagogico;
    • quindici quesiti di ambito psicopedagogico, ivi compresi gli aspetti relativi all’inclusione;
    • quindici quesiti di ambito metodologico didattico, ivi compresi gli aspetti relativi alla valutazione;
  • cinque quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
  • cinque quesiti a risposta multipla sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento

Ogni quesito avrà 4 risposte, di cui una sola giusta, e non ci sarà la pubblicazione dei quesiti prima della prova. La prova scritta avrà un punteggio massimo di 100 punti, e si intenderà superata con un punteggio minimo di 70/100.

Concorso scuola straordinario ter: programma ministeriale ed esempi di quiz commentati

Cliccando sul box in basso sarà possibile scaricare l’Allegato A di cui all’articolo 10 del Decreto ministeriale n. 205 del 26 ottobre 2023, contenente la parte generale del programma su cui verteranno le domande della prova scritta e il programma della prova orale

Scarica il programma e dei quiz in anteprima

Concorso scuola straordinario ter: chi può partecipare

Il bando del concorso straordinario ter prevede che i candidati che intendono partecipare alla procedura devono essere in possesso di:

  • laurea magistrale o magistrale a ciclo unico, diploma AFAM di II livello, o titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  • abilitazione all’insegnamento per la specifica classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Chi partecipa per i posti di insegnante tecnico-pratico deve essere in possesso dell’abilitazione all’insegnamento per la specifica classe di concorso o dei requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di classi di concorso, ovvero di analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Fermo restando il possesso del titolo di studio necessario con riferimento alla classe di concorso, la partecipazione al concorso per i posti comuni è consentita a coloro che nei cinque anni precedenti abbiano svolto, entro il termine per la presentazione della domanda, un servizio presso le istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso per la quale si concorre, o in alternativa che abbiano conseguito entro il 31 ottobre 2022 i 24 CFU/CFA previsti quale requisito di accesso al concorso secondo il previgente ordinamento.

Infine, per i posti di sostegno, occorrerà aver superato i percorsi di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità di cui al Decreto ministeriale 10 settembre 2010, n. 249, o analogo titolo di specializzazione sul sostegno conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Esercitati con il simulatore gratuito

Iscriviti e metti alla prova la tua preparazione con i quiz, esercitandoti per la prova scritta del concorso
Vai al simulatore

Concorso scuola straordinario ter: come prepararsi alla prova scritta

Concorso scuola straordinario ter: le istruzioni per la prova scritta

Di seguito viene proposto il video pubblicato dal Ministero dell’IStruzione e del Merito contenente le istruzioni per lo svolgimento della prova scritta:

Per restare aggiornato su tutte le novità che riguardano il concorso scuola straordinario ter iscriviti al canale Telegram dedicato al concorso cliccando qui!