Gianluca Pomante
Gianluca Pomante
Gianluca Pomante, classe 69, nel 2001 ha deciso unire la passione per l’informatica – nata con il Commodore Vic20 che gli regalarono i suoi genitori in occasione del suo 14° compleanno – a quella per il diritto – nata a scuola, negli anni del diploma in Ragioneria a Teramo, durante le lezioni del Prof. Misticoni.
Terminata la facoltà di giurisprudenza, e superato l’esame di abilitazione alla professione forense, si è dedicato al mondo dei Giochi, dell’Informatica e dell’Internet, pur senza abbandonare la passione per l’atletica leggera e per le moto da enduro. Docente e scrittore, ha partecipato a numerosi incontri dedicati al mondo delle tecnologie ed ha dato alle stampe “Internet e criminalità” (1999) e “Hacker e Computer Crimes” (2000), sui quali hanno studiato intere generazioni di studenti desiderosi di avvicinarsi al diritto delle tecnologie. Collabora, inoltre, con Guida al Diritto, Italia Oggi, Sicurezza, e raccoglie documenti e sentenze sulle nuove tecnologie nel sito www.pomante.com . Schietto e sincero (infatti non ha fatto carriera nella PA) preferisce essere simpatico a pochi ma conservare intatti i principi in cui crede, uno dei quali è la Giustizia.
Articoli dell’autore

Il Tar Piemonte contro il sindaco anti slot-machine

Il Tar Piemonte (Sez. II), con sentenza n. 513 del 2011 pubblicata il 20 maggio 2011 (che non mancherà di far discutere, per gli aspetti morali della vicenda), ha annullato il regolamento approvato da…

Microsoft ha acquistato Skype … d’ora innanzi quale privacy?

La notizia, per gli addetti ai lavori, non è sconvolgente per il prezzo stratosferico che l’azienda di Redmond è disposta a pagare per quello che viene considerato uno dei migliori programmi al mondo …

Tavoli elettronici da poker, abili e arruolati

169/2011: il numero di una Sentenza della Corte Suprema di Cassazione che farà discutere, perchè in evidente contrasto con la nota circolare dell'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (1325/S…

Diffusione di foto private su Internet e responsabilità per omessa adozione di misure di sicurezza

Recentemente ho seguito un caso di diffusione di foto private su Internet, che mi ha fatto riflettere non poco sull'esigenza di trovare una nuova dimensione alla disciplina della riservatezza dei dati…