Home Concorsi pubblici InPa Portale Reclutamento: online bandi per 1000 esperti

InPa Portale Reclutamento: online bandi per 1000 esperti

Elena Bucci
inpa portale reclutamento
*aggiornamento del 01/12/2021: online sul Portale Reclutamento InPa gli avvisi per il conferimento di 1000 incarichi di collaborazione a professionisti ed esperti per accompagnare le amministrazioni territoriali nelle semplificazioni indicate dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.
Nell’avviso si legge che i 1000 professionisti ed esperti, destinati per il 40% alle Regioni del Sud e per il 60% al Centro Nord, per tre anni supporteranno Regioni e Province autonome, che provvederanno ad allocarne le attività presso le amministrazioni del territorio (uffici regionali, amministrazioni comunali e provinciali) per la gestione delle procedure più critiche, dove si concentrano i “colli di bottiglia” locali.
Nella mattinata di ieri, martedì 23 novembre 2021, il Ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, ha presentato alla stampa, presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri, InPa, il Portale Reclutamento della Pubblica
amministrazione.
Durante il suo intervento, il Ministro Brunetta ha anticipato, inoltre, il reclutamento di 1.000 esperti di cui si doteranno le Regioni per semplificare e gestire le procedure complesse, che sarà gestito all’interno del Portale a partire dai prossimi giorni.

Portale Reclutamento InPA, registrazioni al via: come funziona

InPa Portale Reclutamento: a cosa serve

La nuova piattaforma ospiterà la mappa delle opportunità di lavoro nella Pa e permetterà di candidarsi sia agli avvisi legati ai progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza, sia ai concorsi pubblici ordinari. Il portale darà  la possibilità di monitorare tutti i bandi e gli avvisi di selezione e di candidarsi con un clic anche ai concorsi ordinari, che sono stati completamente digitalizzati e velocizzati.

In sostanza, all’interno della nuova piattaforma sarà possibile:
  • cercare tutti i concorsi pubblici attivi attraverso una mappa geolocalizzata,
  • fare domanda di partecipazione ai concorsi,
  • inserire il proprio curriculum previa registrazione al portale,
  • le Amministrazioni potranno inserire i propri fabbisogni all’interno del portale.

Inoltre, la nuova piattaforma servirà per gestire non solo i concorsi pubblici ordinari, ma anche:

  • concorsi “fast track legati all’attuazione del PNRR;
  • tirocini formativi;
  • mobilità tra amministrazioni dell’Unione Europea, come il “Blue Book Traineeship“, il tirocinio della Commissione Europea.

Come ha sottolineato il Ministro Brunetta, “inPA è il nuovo portale del reclutamento, figlio del Dipartimento della Funzione pubblica e realizzato in collaborazione con Almaviva, che servirà a reclutare il personale necessario all’attuazione del Pnrr e ad agevolare il turnover nelle amministrazioni. Tutti gli italiani inseriscano il loro curriculum. Saranno anni pieni di opportunità sul fronte della domanda di posti di lavoro da parte delle amministrazioni pubbliche, a cui inPA offre un bacino potenziale di almeno 5,6 milioni di curricula, a cui si aggiungono i 15 milioni di iscritti a LinkedIn Italia, con cui è stata siglata un’apposita partnership.”

InPa Portale Reclutamento: future assunzioni

Di conseguenza, per realizzare i progetti e gli investimenti del Pnrr, ci sarà certamente bisogno di professionisti, tecnici, figure specializzate da assumere con contratti a tempo determinato e incarichi di collaborazione.

Il Ministro ha dunque annunciato che il portale inPA sarà operativo nei prossimi giorni proprio per il reclutamento di 1.000 esperti di cui si doteranno le Regioni per semplificare e gestire le procedure complesse.

Nel corso del suo intervento, il Ministro Renato Brunetta ha inoltre evidenziato come, tramite l’introduzione della sua riforma dei concorsi svolti in meno di 100, nei prossimi cinque anni si prevedono circa 500 o 600mila nuove assunzioni.

Grazie alla mia riforma – ha ricordato il ministro – oggi durano meno di 100 giorni, 86 in media. Da maggio sono già state concluse selezioni per oltre 20mila posizioni. Con lo sblocco del turnover ci saranno 100-120 mila ingressi all’anno per via ordinaria, a tempo indeterminato: prevediamo 5-600mila nuove assunzioni nel prossimo quinquennio. Saranno anni di vacche grasse per l’occupazione. Dobbiamo trovare le persone giuste e inPA è un sistema di efficientamento e trasparenza che siamo convinti possa aiutare questa fase particolarmente positiva e felice per il mercato del lavoro italiano”.

Di seguito la presentazione di InPa da parte del Ministro Renato Brunetta:



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome