Home Pensioni Riscatto della laurea, online il simulatore Inps: come scoprire se conviene

Riscatto della laurea, online il simulatore Inps: come scoprire se conviene

riscatto-della-laurea-simulatore-inps

Il riscatto della laurea ai fini pensionistici può rappresentare una spesa ingente per i contribuenti, e occorre effettuare una riflessione costi/benefici prima di stabilire se sia conveniente o meno fruire di questa possibilità.

Per agevolare i contribuenti in questa riflessione l’Inps ha messo a punto un servizio online che permette di simulare gli effetti del riscatto della laurea sulla futura pensione. Il servizio, presente all’interno del sito istituzionale dell’Istituto permette, dietro l’inserimento di alcuni dati anonimi, di ottenere tutte le informazioni che riguardano tutti i tipi di riscatto disponibili, i vantaggi fiscali e le informazioni sulla pensione. A darne comunicazione è lo stesso Istituto con il Messaggio numero 3080 del 13 settembre 2021.

Per usare il servizio non sarà necessario accedere con le proprie credenziali, ma accedendo tramite SPID si potranno ottenere informazioni aggiuntive che riguardano la propria situazione.

Il servizio in questo momento non è ancora accessibili a tutti ma solo agli inoccupati e a quegli utenti per i quali sia i periodi oggetto di riscatto che il periodo lavorativo sono successivi al 1995. Una nuova versione sarà rilasciata in seguito per tutti gli altri utenti.

Riscatto agevolato della laurea: vale anche per la Pensione anticipata 2021?

Riscatto della laurea: come funziona il simulatore

Come già anticipato, non è necessario accedere con le proprie credenziali per usufruire del servizio. Occorrerà semplicemente collegarsi al sito Inps.it e seguire il seguente percorso: “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Riscatto Laurea – Simulatore”.

Una volta selezionato il servizio, occorrerà inserire alcuni dati rispondendo a delle domande, riportate di seguito:

  • Qual è la durata del corso universitario di studi?
  • Quando ti sei iscritto al corso di studi?
  • Data di nascita
  • Genere
  • Sei già un lavoratore?
  • Qual è la data del tuo primo contributo (obbligatorio, figurativo o da riscatto) già accreditato sulla tua posizione assicurativa?
  • In quale delle seguenti gestioni hai lavorato?
  • Da quando hai iniziato a lavorare, hai lavorato ininterrottamente?
  • Qual è la retribuzione lorda relativa agli ultimi 12 mesi effettivamente lavorati?

Dopo aver risposto a queste domande il servizio presenterà un Prospetto di costo, differenziandolo in base alle tipologie di riscatto e calcolando anche la rateizzazione. Verranno inoltre mostrati gli effetti sulla pensione.

Sarà possibile scaricare in Pdf il Prospetto di costo del riscatto della laurea.

Riscatto della laurea: accesso agli altri servizi

Dopo aver calcolato il prospetto, una nota al servizio chiederà se si vuole procedere con una simulazione più accurata, accedendo al portale Inps con credenziali SPID o altre credenziali valide. Dopo aver effettuato l’accesso un servizio guidato permetterà di inserire ulteriori dati (contribuzione versata, periodi lavorati, ecc.). Ricordiamo che dal 1° ottobre non sarà più possibile accedere ai servizi con il Pin Inps.

Sempre dopo aver effettuato l’accesso sarà possibile inoltrare direttamente all’Istituto la domanda di riscatto.

Delega identità digitale: attiva dal 1 ottobre per i Servizi Inps

(Fonte e foto inps.it)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome