Home Concorsi pubblici Concorso Scuola Decreto Sostegni bis: concorsi straordinari, GPS, tutte le novità per la scuola

Decreto Sostegni bis: concorsi straordinari, GPS, tutte le novità per la scuola

decreto-sostegni-bis-scuola

Il Decreto Sostegni bis, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 maggio 2021, aveva portato diverse novità per il mondo della scuola. Prima su tutte, la ripartenza con modalità semplificate del Concorso scuola limitatamente alle discipline STEM, concorso in svolgimento in questi giorni.

Il decreto ha concluso l’iter di conversione in legge: sono stati diversi gli emendamenti presentati e approvati in Commissione Bilancio, finiti poi in un unico maxi-emendamento su cui è stata posta la fiducia: molti riguardano nuovi aiuti in arrivo per i cittadini, altri fanno semplicemente confluire le misure del Decreto Lavoro (Decreto-legge 30 giugno 2021, n. 99) nella legge di conversione, ma diverse novità riguardano anche il mondo della scuola. La Camera ha votato la questione di fiducia nella giornata del 14 luglio, che è stata successivamente rinnovata dal Senato il 22 luglio.

Tra le varie novità in arrivo è previsto un nuovo concorso straordinario per docenti, riservato ai precari, e diverse altre misure che riguardano la stabilizzazione degli insegnanti di sostegno e l’introduzione di nuove regole per i concorsi pubblici.

Vediamo nei prossimi paragrafi le principali novità per il mondo della scuola.

Decreto Sostegni bis, arriva la fiducia alla Camera: i nuovi aiuti in arrivo

Decreto Sostegni bis: nuovo concorso straordinario

La principale novità, come introdotto precedentemente, riguarda l’indizione di un nuovo concorso straordinario per docenti, riservato ai precari. All’articolo 59 del Sostegni bis, recante “Misure straordinarie per la tempestiva nomina dei docenti di posto comune e di sostegno e semplificazione delle procedure concorsuali del personale docente“, viene aggiunto il comma 9-bis che recita:

In via straordinaria, per un numero di posti pari a quelli vacanti e disponibili per l’anno scolastico 2021/2022 che residuano dalle immissioni in ruolo […] è bandita una procedura concorsuale straordinaria per regione e classe di concorso riservata ai docenti […] che abbiano svolto, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione, un
servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni anche non consecutivi negli ultimi cinque anni scolastici.

I candidati potranno partecipare in un’unica regione e per un’unica classe di concorso. La graduatoria sarà formata dal punteggio ottenuto dalla valutazione dei titoli e dal punteggio conseguito in una prova disciplinare da tenere entro il 31 dicembre 2021. Arriverà quindi presto il decreto ministeriale con tutte le disposizioni che riguarderanno il concorso.

I vincitori dovranno poi cominciare, con oneri a proprio carico, un percorso di formazione, anche in collaborazione con le università, che ne integra le competenze professionali e che prevede una prova conclusiva. Alla termine della formazione e della prova finale il candidato è assunto a tempo indeterminato a decorrere dal 1° settembre 2022.

Decreto Sostegni bis: assunzioni da GPS

Un altro emendamento al Sostegni bis prevede l’assunzione di docenti iscritti nella prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) per i posti comuni o di sostegno, “o negli appositi elenchi aggiuntivi ai quali possono iscriversi, anche con riserva di accertamento del titolo, coloro che conseguono il titolo di abilitazione o di specializzazione entro il 31 luglio 2021.”

L’assunzione prevede requisiti diversi a seconda che si parli di docenti per posti comuni o per sostegno. Per i docenti di posto comune, è infatti richiesto che abbiano svolto “su posto
comune, entro l’anno scolastico 2020/2021, almeno tre annualità di servizio, anche non
consecutive, negli ultimi dieci anni scolastici oltre quello in corso, nelle istituzioni scolastiche statali.”

L’assunzione avverrà dapprima mediante contratto a tempo determinato, con un percorso annuale di formazione iniziale e prova. I candidati che supereranno suddetto percorso verranno poi assunti a tempo indeterminato e confermati in ruolo, con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2021, o, se successiva, dalla data di inizio del servizio, nella medesima istituzione scolastica presso cui ha prestato servizio a tempo determinato.

Decreto Sostegni bis: concorsi con riserva per precari

Il Decreto Sostegni bis aveva stabilito nuovi criteri per lo svolgimento dei concorsi ordinari, per assicurare procedure di assunzione annuali di docenti. I criteri riguardano procedure semplificate per i concorsi con:

  • unica prova scritta;
  • prova orale;
  • valutazione dei titoli.

Un emendamento al decreto introduce una “riserva di posti, pari al 30% per ciascuna regione, classe di concorso e tipologia di posto, in favore di coloro che hanno svolto, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso, un servizio presso le istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, nei dieci anni precedenti“.

Decreto Sostegni bis: concorso straordinario abilitazione

La procedura straordinaria per esami finalizzata all’accesso ai percorsi di abilitazione all’insegnamento sulle classi di concorso della scuola secondaria di primo e di secondo grado, bandita dal Decreto Dipartimentale n. 497 del 21 aprile 2020, era rimasta bloccata senza una data. Nel decreto viene fissata la data limite del 15 dicembre 2021.

La selezione avverrà mediante una prova scritta computer-based con 60 domande a risposta multipla, e avrà una durata di 60 minuti.

Decreto Sostegni bis: sarà possibile ritentare i concorsi

Sempre riguardo al tema concorsi, viene eliminato dal testo il seguente periodo:

I candidati che partecipano ad una procedura concorsuale e non superano le relative prove non possono presentare domanda di partecipazione alla procedura concorsuale successiva per la medesima classe di concorso o tipologia di posto per la quale non hanno superato le prove.

Sarà quindi possibile, per i candidati che non sono riusciti a superare le prove di un concorso, ritentare al successivo.

Decreto Sostegni bis: concorsi dirigenti tecnici

Viene inoltre introdotta presso il Ministero dell’istruzione, nell’ambito del ruolo dei dirigenti, la sezione dei “dirigenti tecnici con funzioni ispettive“. Ai concorsi per questo profilo professionale potranno partecipare:

  • dirigenti scolastici delle istituzioni scolastiche statali;
  • personale docente ed educativo delle istituzioni scolastiche ed educative statali in possesso di diploma di laurea magistrale o specialistica ovvero di laurea conseguita in base al previgente ordinamento.

I concorsi a posti di dirigente tecnico con funzioni ispettive saranno per titoli ed esami e consteranno di due prove scritte e di una prova orale. Le commissioni giudicatrici dispongono di 200 punti, di cui 100 da attribuire alle prove scritte, 60 alla prova orale e 40 alla valutazione dei titoli.

Decreto Sostegni bis: ulteriori incarichi temporanei

Il Decreto Rilancio (Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34) aveva istituito un Fondo per l’emergenza epidemiologica da COVID-19 presso il Ministero dell’istruzione che prevede, per il 2021, lo stanziamento di 600 milioni di euro.

Un emendamento al Sostegni bis prevede che la quota del Fondo “che in base al monitoraggio risulti non spesa, è destinata all’attivazione di ulteriori incarichi temporanei per l’avvio dell’anno scolastico 2021/2022.”

Questi incarichi riguarderanno sia personale docente che personale amministrativo.

Scarica il testo del Decreto Sostegni bis con le modifiche approvate

E-book utili:

Decreto Sostegni bis: novità della conversione in legge

Tutte le Novità della Legge di conversione del Decreto Sostegni bis dopo il voto di fiducia, eBook in pdf di 146 pagine.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome