Home Concorsi pubblici Concorso Tecnici al Sud: pochissimi i giovani tra gli ammessi

Concorso Tecnici al Sud: pochissimi i giovani tra gli ammessi

concorso-tecnici-al-sud-pochissimi-giovani

Manca ormai meno di un mese alla prova scritta del Concorso per 2.800 Tecnici al Sud, che ha visto una straordinaria partecipazione. Sono oltre 81.000 infatti i candidati che hanno presentato domanda, mentre il Ministero per la Pubblica Amministrazione ha fatto sapere che i candidati che accederanno alle prove saranno 8.582, di cui 182 ex aequo.

Tra i candidati che accederanno alle prove, si legge in un articolo di PA Magazine che cita i rilevamenti di Formez Pa, gli under 30 sono appena il 4,3%. La percentuale varia dal 7% per il concorso per esperti tecnici allo 0,5% del concorso per esperti in progettazione e animazione territoriale.

Dati significativi, che indicano come la valutazione iniziale dei titoli valida come preselezione si trovi a penalizzare fortemente i giovani che intendono partecipare ai concorsi.

Riforma concorsi pubblici, emendamento sulla valutazione dei titoli: le novità

Concorso Tecnici al Sud: i dati dei partecipanti

Alla chiusura dei termini per la presentazione della domanda, il Ministero per la Pubblica Amministrazione aveva comunicato i dati sulla partecipazione al concorso. I candidati sono 81.150 per un totale di 99.357 candidature.

Le donne rappresentano il 55,2% del totale, i giovani con meno di 30 anni il 28,8%, il 44,2% ha tra i 30 e i 40 anni e il 21,2% ha tra i 40 e i 50 anni. Le Regioni da cui provengono il maggior numero di candidati sono la Sicilia (20.381) e la Campania (18.361). Dal Nord invece provengono in 2.309, di cui 251 sono residenti all’estero.

Veniamo adesso ai dati sui partecipanti, divisi per profilo professionale:

  • 30.092 candidature (pari al 30,3% del totale, ovvero la maggioranza) riguardano il profilo di funzionario esperto amministrativo giuridico (169 posti);
  • il secondo profilo più gettonato è quello di esperto in gestione, rendicontazione e controllo (24.653 candidature per 918 posti);
  • al terzo posto vi è il profilo di esperto tecnico: 22.466 candidature per 1.412 posti;
  • per il profilo di esperto in progettazione e animazione territoriale sono state inviate 17.130 candidature per 177 posti;
  • per ultimo, il profilo di analista informatico ha ricevuto 5.016 candidature per 124 posti.

Concorso 2800 tecnici al Sud: quali sono i titoli valutabili

Concorso Tecnici al Sud: i candidati ammessi

Come riportato precedentemente, sono 8.582 i candidati ammessi alla prova scritta. Di questi, solo circa 370 candidati hanno meno di 30 anni. La maggior parte degli under 30 rientra tra gli ammessi alle prove per il concorso per 1.412 esperti tecnici, le percentuali negli altri concorsi scendono fino allo 0,5% di under 30 tra gli ammessi al concorso per 177 esperti in progettazione e animazione territoriale.

Concorso Tecnici al Sud: le reazioni dei giovani

In questo articolo abbiamo parlato delle reazioni dell’opinione pubblica alla riforma dei concorsi pubblici voluta dal ministro Brunetta, contenuta nell’articolo 10 del Dl 44/2021.

Sono molte le proteste che si sono sollevate, soprattutto riguardo la questione della “fase di valutazione dei titoli legalmente riconosciuti ai fini dell’ammissione alle successive fasi concorsuali.”

Le proteste sono confluite anche nella petizione “No ai concorsi per titoli – No alla Riforma Brunetta” lanciata su Change.org e che vede a oggi circa 33.000 firme. Sono tante le voci di giovani e non che si oppongono alla valutazione dei titoli, che penalizza non solo chi si affaccia per la prima volta al mondo del lavoro ma anche chi, per motivi economici, non ha potuto conseguire ulteriori titoli di formazione post-laurea.

Le statistiche del concorso tecnici al Sud sembrano confermare i timori dei giovani, decisamente sottorappresentati nell’elenco degli ammessi alle prove.

Concorso Tecnici al Sud: la revisione della riforma

Un emendamento all’articolo 10 del dl 44/2021 è stato presentato al Senato in fase di conversione del decreto. L’emendamento prevede che la valutazione dei titoli come preselezione avvenga solo per i profili ad elevata specializzazione tecnica o amministrativa, e che i titoli da valutare siano “strettamente correlati alla natura e alle caratteristiche delle posizioni bandite“.

L’iter di conversione prosegue, restano comunque incertezze a causa della discrezionalità delle amministrazioni nell’utilizzo della valutazione dei titoli, e della mancanza di chiarezza su quali titoli possano essere considerati “ad elevata specializzazione tecnica o amministrativa”.

Concorso Tecnici al Sud: le prossime fasi

L’elenco completo degli ammessi alle prove verrà pubblicato tra il 17 e il 21 maggio, seguendo il cronoprogramma del Ministero.

La prova scritta verrà svolta tra il 9 e l’11 giugno e sono previste due sessioni giornaliere nelle cinque sedi decentrate individuate in:

  • Calabria;
  • Campania;
  • Lazio;
  • Puglia;
  • Sicilia.

La pubblicazione delle graduatorie con i vincitori sarà invece pubblicata tra il 30 giugno e il 9 luglio, in modo da procedere alle assunzioni entro 100 giorni dalla pubblicazione del bando, come promesso dal ministro Brunetta.

Il concorso per 2800 tecnici al Sud rappresenta al momento un terreno di prova e di scontro per i nuovi concorsi della Pubblica Amministrazione. Se il modello – che ha tra gli obiettivi principali il turn over generazionale nelle PA – non funzionerà, si potrebbe prevedere e auspicare una revisione della riforma. Una cosa è certa: allo stato attuale, sono tanti i punti sui quali occorre fare chiarezza.

Leggi anche “Concorso 2800 tecnici al Sud: prova scritta dal 9 all’11 giugno”



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome