Home Concorsi pubblici Concorso 2800 tecnici al Sud, bando in Gazzetta: come partecipare

Concorso 2800 tecnici al Sud, bando in Gazzetta: come partecipare

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 27 del 6 aprile, è finalmente disponibile il bando del Concorso pubblico per l’assunzione di 2800 tecnici al Sud. Il concorso, anticipato già dalla Legge di Bilancio 2021 è stato poi preso in gestione dal nuovo Governo, con l’annuncio dei ministri Brunetta e Carfagna e con la promessa di una procedura semplificata e veloce che vedrà la pubblicazione dei vincitori entro 100 giorni a partire da oggi, 6 aprile.

Le 2800 unità di personale non dirigenziale di Area III, posizione/fascia retributiva F1, o categorie equiparate nelle amministrazioni pubbliche, assunte a tempo determinato, saranno ripartite nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale delle Regioni del Sud, in particolare:

  • Abruzzo;
  • Basilicata;
  • Calabria;
  • Campania;
  • Molise;
  • Puglia;
  • Sardegna;
  • Sicilia.

Una parte di queste unità andrà inoltre a rinforzare l’organico di:

  • Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • Agenzia per la coesione territoriale;
  • Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • Ministero del lavoro e delle politiche sociali;

Vediamo nei prossimi paragrafi quali sono i profili professionali richiesti dal bando, come fare domanda e come si svolgerà la selezione.

Concorso 2800 tecnici al Sud al via: vincitori in 100 giorni

Concorso 2800 tecnici al Sud: profili richiesti

Il concorso riguarderà i seguenti profili professionali, con il rispettivo numero di posti disponibili:

  • Funzionario esperto tecnico (Codice FT/COE) con competenza in materia di supporto e progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione – 1.412 unità;
  • Funzionario esperto in gestione, rendicontazione e controllo (Codice FG/COE) con competenza in materia di supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, nonché alla gestione, al monitoraggio e al controllo degli stessi ivi compreso il supporto ai processi di rendicontazione richiesti dai diversi soggetti finanziatori, anche attraverso l’introduzione di sistemi gestionali più efficaci e flessibili tra le amministrazioni e i propri fornitori – 918 unità;
  • Funzionario esperto in progettazione e animazione territoriale (Codice FP/COE) con competenza in ambito di supporto alla progettazione e gestione di percorsi di animazione e innovazione sociale fondati sulla raccolta dei fabbisogni del territorio e la
    definizione e attuazione di progetti/servizi per la cittadinanza – 177 unità;
  • Funzionario esperto amministrativo giuridico (Codice FA/COE) con competenza in ambito di supporto alla stesura ed espletamento delle procedure di gara ovvero degli avvisi pubblici nonché della successiva fase di stipula, esecuzione, attuazione, gestione,
    verifica e controllo degli accordi negoziali derivanti – 169 unità;
  • Funzionario esperto analista informatico (Codice FI/COE) con competenza in materia di analisi dei sistemi esistenti e definizione di elementi di progettazione di dati logici per i sistemi richiesti dai fabbisogni di digitalizzazione delle amministrazioni. Identificazione e progettazione di chiavi per i dati e definizione di cataloghi di dati. Definizione e realizzazione delle condizioni di interoperabilità per l’acquisizione e scambio di dati utili alle amministrazioni – 124 unità.

Negli allegati al bando è possibile consultare la ripartizione dei posti nelle amministrazioni centrali (Allegato 1) e in quelle regionali (Allegato 2).

Concorso 2800 tecnici al Sud: requisiti 

Per poter essere ammessi alla selezione occorrerà possedere, entro la data di scadenza dei termini per la presentazione della domanda, il 21 aprile 2021 alle 23.59, i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana, o di uno Stato membro dell’Unione Europea. Possono partecipare i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, e i cittadini di Paesi terzi che siano
    titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;
  • età non inferiore a 18 anni;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva;
  • essere in possesso almeno della laurea.

Chi verrà destinato a ricoprire l’incarico presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche di coesione, dovrà essere in possesso della cittadinanza
italiana e della condotta incensurabile ai sensi dell’art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

Al concorso si applica inoltre una riserva di posti del 30% per i volontari delle Forze Armate.

Concorso 2800 tecnici al Sud: domanda

La domanda di partecipazione al concorso potrà essere inviata esclusivamente online tramite l’apposito modulo digitale presente sulla piattaforma «Step-One 2019», raggiungibile all’indirizzo «https://ripam.cloud».

Occorrerà innanzitutto registrarsi alla piattaforma, oppure accedere alla stessa tramite SPID. Per la partecipazione è necessario essere in possesso di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC). È inoltre richiesto il pagamento della quota di partecipazione di 10 euro effettuabile seguendo le indicazioni che verranno fornite in fase di presentazione della domanda.

Nella domanda andranno riportati i dati anagrafici del candidato, il profilo o i profili professionali per cui si vuole partecipare, il possesso dei requisiti richiesti e i titoli per la valutazione.

I candidati con disabilità possono specificare, in fase di presentazione della domanda, la richiesta di ausili e/o tempi aggiuntivi per lo svolgimento delle prove.

Concorso 2800 tecnici al Sud: procedura concorsuale

La procedura di selezione prevede due fasi:

  • valutazione dei titoli;
  • prova scritta.

La valutazione dei titoli sarà differenziata in base ai codici di concorso e quindi sarà diversa in base al profilo professionale scelto. Questa avverrà tramite ricorso a piattaforme digitali. La valutazione dei titoli potrà portare all’assegnazione di massimo 10 punti, così ripartiti:

  • fino a 4 punti per i titoli di studio;
  • fino a 6 punti per i titoli professionali.

Accederanno alla prova scritta un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso per ogni singolo profilo.

La prova scritta, anch’essa differenziata in base al profilo professionale scelto, consisterà in un test di 40 domande a risposta multipla da risolvere in 60 minuti. Le domande riguarderanno, oltre alle materie d’esame specifiche per ogni concorso, anche la lingua inglese e l’informatica. Il punteggio della prova è espresso in trentesimi e questa si intenderà superata con un punteggio uguale o superiore a 21/30.

Il punteggio che verrà assegnato a ogni risposta è il seguente:

  • risposta esatta +0,75 punti;
  • mancata risposta 0 punti;
  • risposta errata -0,375 punti.

La prova si svolgerà presso sedi decentrate ed esclusivamente attraverso strumentazione informatica e piattaforme digitali. Tutte le comunicazioni riguardo alla prova verranno comunicate tramite la piattaforma «Step-One 2019». Per tutte le altre informazioni sul concorso, sulle materie d’esame e sulla valutazione dei titoli, si rimanda al bando.

Concorso 2800 tecnici al Sud: come prepararsi

Per la preparazione al concorso si consigliano i seguenti testi:

Compendio di Diritto Amministrativo

Compendio di Diritto Amministrativo

Biancamaria Consales, Lilla Laperuta, 2020, Maggioli Editore

Il volume tratta del diritto amministrativo nella sua completezza, con un linguaggio semplice e approfondito, funzionale alla preparazione di concorsi ed esami. Il testo è aggiornato a:• Legge 27 dicembre 2019, n. 160 (Legge di Bilancio 2020) intervenuta, tra l’altro, sul testo del D.Lgs...



La disciplina edilizia e paesaggistica dopo il c.d Madia SCIA 2 e il d.P.R. 31/2017

La disciplina edilizia e paesaggistica dopo il c.d Madia SCIA 2 e il d.P.R. 31/2017

Claudio Belcari, 2019, Maggioli Editore

Interpretare e padroneggiare la disciplina edilizia, urbanistica e ambientale è diventato un lavoro dif- ficile e “pericoloso”. Non basta, infatti, possedere le giuste cognizioni tecniche e adottare quella che il codice civile chiama la cura “del buon padre di famiglia”, occorre...



Il BIM per la pubblica amministrazione

Il BIM per la pubblica amministrazione

Edoardo Accettulli, Pietro Farinati, 2020, Maggioli Editore

Unendo le conoscenze specifiche sulla metodologia BIM da un lato e la competenza in ambito lavori pubblici dall’altro gli autori hanno scritto un manuale pensato per il tecnico della pubblica amministrazione che si avvicina per la prima volta alla metodologia BIM. Il testo contiene...



 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome