Home Politica Recovery Plan 2021: progetti per il Sud. Incontri al via

Recovery Plan 2021: progetti per il Sud. Incontri al via

recovery-plan-progetti-sud-al-via

È partita nella giornata di oggi, 23 marzo, l’iniziativa voluta dalla Ministra per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna per un confronto con esponenti di fondazioni, associazioni, scuole e università, parti sociali, imprese e aziende sanitarie del Sud. Questa due-giorni di incontri, che prende il nome di “SUD – Progetti per Ripartire“, è stata istituita per coinvolgere tutti i soggetti interessati a proporre progetti che possano essere approvati e realizzati grazie alle risorse appositamente stanziate dal Recovery Plan italiano, e che possono partire già dal 2021.

Ad aprire l’incontro, realizzato interamente in videoconferenza, il Presidente del Consiglio Mario Draghi, il quale ha affermato che “Rafforzare la coesione territoriale in Europa e favorire la transizione digitale ed ecologica sono alcuni tra i suoi obiettivi. Ciò significa far ripartire il processo di convergenza tra Mezzogiorno e centro-Nord che è fermo da decenni.”

Il punto sottolineato da Draghi è la difficoltà per il Mezzogiorno ad utilizzare i fondi che anche in questi anni sono arrivati grazie all’Unione Europea. “Divenire capaci di spendere questi fondi, e di farlo bene, è obiettivo primario di questo governo.”

Le conferenze si divideranno in più sezioni, con la prima giornata dedicata all’incontro con le istituzioni e alla costituzione di otto tavoli tematici che toccheranno vari argomenti, dalla questione meridionale all’innovazione digitale, passando per la salute.

L’iniziativa “SUD – Progetti per Ripartire” non si fermerà alle due giornate di lavori. Tutti i cittadini sono chiamati a partecipare, inviando le proprie proposte, progetti semplici e concreti che possono essere realizzati grazie al Recovery Plan. Il modulo per la partecipazione è disponibile all’interno dell’apposita sezione del Ministero del Sud e della Coesione territoriale dedicata all’iniziativa.

Grandi aspettative quindi per gli investimenti nel Mezzogiorno, che fanno seguito alla dichiarazione congiunta della ministra con il ministro per la Pubblica Amministrazione Brunetta nella quale si annunciava l’avvio della procedura per assumere 2800 tecnici al Sud proprio per la realizzazione dei progetti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

(fonte ministroperilsud.gov.it)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome