Home Concorsi pubblici Concorso Ministero Giustizia 2020, 18 dirigenti esecuzione penale esterna: chi partecipa, come...

Concorso Ministero Giustizia 2020, 18 dirigenti esecuzione penale esterna: chi partecipa, come fare domanda, prove

Alice Lottici
concorso-18-dirigenti-epe-ministero-giustizia

Nella Gazzetta Ufficiale n.74 del 22 settembre 2020 è stato pubblicato un nuovo Concorso Ministero Giustizia, per esami, per l’assunzione di 18 dirigenti di esecuzione penitenziaria esterna a tempo indeterminato.

Sono riservati 3 posti ai dipendenti dell’amministrazione inquadrati nella III area funzionale del ruolo comparto funzioni centrali, profilo professionale di funzionario di servizio sociale o di direttore, in possesso dei requisiti e con almeno 3 anni di servizio nella stessa posizione. I posti non utilizzati verranno conferiti seguendo l’ordine della normale graduatoria di merito.

Le domande di partecipazione possono essere inoltrate dal 23 settembre al 22 ottobre 2020.

Vediamo assieme quali requisiti devono possedere i partecipanti, come fare domanda e come sono strutturate le prove.

Concorsi Ministero Giustizia 2020: bandi pubblicati e in arrivo

Concorso Ministero Giustizia 2020: requisiti

La partecipazione al Concorso Ministero Giustizia per dirigenti penitenziari è subordinata al possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • qualità morali e di condotta previste dall’art.35, comma 6, del D.Lgs. 165/2001;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • per i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre 1985, posizione regolare per l’obbligo di leva;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o licenziati a seguito di un procedimento disciplinare, dispensati per insufficiente rendimento o dichiarati decaduti da un impiego pubblico.

E’ richiesta una laurea appartenente ad uno dei seguenti indirizzi:

Lauree magistrali Lauree specialistiche
  • LM-87 – Servizio sociale e politiche sociali;
  • LM-88 – Sociologia e ricerca sociale;
  • LM-50 – Programmazione e gestione dei servizi educativi;
  • LM-57 – Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione pedagogica continua;
  • LM-85 – Scienze pedagogiche;
  • LM-63 – Scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • LMG/01 – Giurisprudenza;
  • LM/62 – Scienze della politica;
  • LM-56 – Scienze dell’economia.
  • 57/S – Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali;
  • 89/S – Sociologia;
  • 49/S – Metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali;
  • 22/S – Giurisprudenza;
  • 102/S – Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica;
  • 56/S – Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi;
  • 70/S – Scienze della politica;
  • 64/S – Scienze dell’economia;
  • 87/S – Scienze pedagogiche;
  • LS-71 – Scienze delle pubbliche amministrazioni.

Ammessi anche titoli equiparati, di vecchio ordinamento, ed equipollenti.

Tutti i requisiti devono essere posseduti entro il 22 Ottobre.

Consulta il bando

Concorso Ministero Giustizia 2020: domanda

Sul sito del Ministero della Giustizia, all’indirizzo concorsipersonaledgmc.giustizia.it/concorso-giustizia-minorile, può essere redatta e inviata la domanda di partecipazione. La finestra temporale utile è dal 23 settembre al 22 ottobre 2020.

Il primo step è la registrazione al portale, dopodichè si accede al form da compilare. In caso di modifiche verrà presa in considerazione la domanda inviata per ultima.

Il PDF della domanda e la ricevuta di invio (contenente il codice identificativo), rilasciate dal sistema al termine della compilazione, devono essere stampate ed esibite il giorno delle prove.

Nella pagina dedicata al concorso, il Ministero ha risposto ad alcuni quesiti di carattere amministrativo legati alla compilazione della domanda.

Concorso Ministero Giustizia 2020: prove

La selezione del Concorso dirigenti penitenziari di esecuzione penale esterna consiste in 3 prove scritte e una prova orale. In particolare:

  • la prima prova scritta consiste in una serie di domande a risposta multipla su diritto dell’esecuzione penale, diritto amministrativo e contabilita’ di stato, elementi di diritto costituzionale e pubblico, elementi di diritto penale, metodologia del servizio sociale, sociologia dell’organizzazione, sociologia della marginalità, sociologia della devianza e criminologia (i dettagli nell’art.9 del bando);
  • la seconda e la terza prova scritta consistono nella redazione di due elaborati in 8 ore su diritto dell’esecuzione penale e diritto penitenziario, nonchè metodologia del servizio sociale, sociologia della devianza e criminologia;
  • la prova orale consiste in un colloquio per verificare la conoscenza delle materie delle precedenti prove, diritto del lavoro ed elementi di procedura penale, lingua inglese e principali applicazioni informatiche.

A partire dal 24 Novembre sarà data notizia della data e del luogo di svolgimento della prima prova scritta.

Al momento non sappiamo se la banca dati sia prevista.

Le sedi di servizio sono collocate in tutto il territorio nazionale, ad esclusione della provicina di Bolzano. Ancora non sono state stabilite precisamente, attendiamo i prossimi avvisi.

Vai al catalogo Maggioli Editore per trovare manuali specifici sulle materie a programma!



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome