Home Economia Rottamazione ter e Saldo e stralcio riaperti: nuova scadenza 31 luglio

Rottamazione ter e Saldo e stralcio riaperti: nuova scadenza 31 luglio

Chiara Arroi
Riapertura rottamazione ter saldo e stralcio

Via libera alla riapertura dei termini per Rottamazione ter e saldo e stralcio. La nuova scadenza fissata al 31 luglio 2019. Le commissioni Bilancio e Finanze della Camera hanno approvato un emendamento al Decreto crescita, che riapre i termini della sanatoria che ha chiuso i battenti lo scorso 30 aprile.

Nuova scadenza fissata per aderire a queste due tipologie di pace fiscale quindi è il 31 luglio 2019.

La riapertura della Rottamazione Ter  prevede che il debitore di una cartella datata tra il 2000 e il 2017 entro il 31 luglio prossimo potrà presentare all’agente pubblico della riscossione istanza di adesione alla definizione agevolata delle cartelle con il pagamento solo di imposte e contributi senza sanzioni e interessi.

C’è quindi ancora tempo per presentare domanda, perché saranno ritenute valide anche le adesioni presentate dopo il 30 aprile 2019 e fino alla data di entrata in vigore della legge di conversione del Decreto crescita.

La riapertura rispetto alla scadenza del 30 aprile prevede che il contribuente dichiari entro il prossimo 31 luglio la propria volontà, con le modalità già previste per la rottamazione-ter, di voler aderire optando per il pagamento in un’unica soluzione al 30 novembre prossimo, ovvero in massimo 17 rate, la prima delle quali sempre al 30 novembre.

=> Saldo e stralcio 2019, domanda accolta o respinta: i diversi casi <=

Rottamazione – saldo e stralcio: come pagare

Una volta effettuata l’adesione, il debito potrà essere saldato:

  • in un’unica soluzione (da versare entro il 30 novembre)
  • o dilazionando il pagamento in 17 rate (con il versamento della prima entro novembre e pari ad almeno il 20 per cento del totale).

Con il saldo e stralcio, invece, sarà possibile fare pace con il fisco pagando solo una quota delle somme dovute. Ricordiamo però che potrà accedere alla misura solo chi è in difficoltà economica (con un Isee fino a 20.000 euro).

“Esprimiamo soddisfazione per l’approvazione del nostro emendamento al decreto Crescita con cui vengono riaperti i termini della Rottamazione-ter delle cartelle al 31 luglio 2019″, ha affermato il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari, primo firmatario dell’emendamento approvato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


4 COMMENTI

  1. Salve Nino, stando agli ultimi aggiornamenti sulla proroga, si potrà versare quanto dovuto scegliendo tra due modalità: versamento in un’unica soluzione entro il 30 novembre oppure dilazionato in 17 rate, con versamento della prima rata sempre entro il 30 novembre. Cordiali saluti.

  2. Avendo già presentato da novembre scorso la richiesta per la Rottamazione Ter chiedo : la prima rata ( visto che il termine di presentazione è stato prorogato al 31 luglio) devo pagarla sempre il 31 luglio o si sposta al 30 novembre ? Grazie

  3. Salve, le consigliamo di attendere, perché la proroga è appena stata approvata con un emendamento al Decreto crescita. Il Decreto in questione deve essere ancora convertito in legge. Serve ancora un po’ di tempo affinché tutto diventi operativo. Cordiali saluti

  4. Peccato che, ad oggi, il Modulo DA-2018 non sia disponibile da nessuna parte e se si chiama l’Agenzia delle Entrate per chiarimenti, rispondono che per quanto li riguarda i termini sono chiusi dal 30 aprile pertanto non forniscono alcun modulo e non permettono la presentazione della richiesta. Avete qualche info a riguardo?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome