Home Politica Elezioni europee 2019: ecco la fotografia del Parlamento europeo

Elezioni europee 2019: ecco la fotografia del Parlamento europeo

All’indomani della chiusura dei seggi elettorali in tutti i Paesi dell’Unione europea, chiamati in questa fine maggio 2019 ad eleggere i propri rappresentanti al Parlamento europeo, ne è uscita un’Europa in cui forse troveranno meno spazio le orde sovraniste, che si stavano diffondendo, a parte l’Italia dove la Lega ha avuto un vero e proprio boom di voti. Certo non hanno ottenuto risultati pessimi. In realtà i movimenti sovranisti sono cresciuti, ma non riescono a sfondare, e restano comunque tra i ranghi dell’opposizione.

È quindi un’Unione europea frammentata quella che vedremo da qui al 2024. Da un lato i movimenti estremisti anti europei acquistano consensi, ma non sfondano (sono perciò destinati a mettere comunque in difficoltà le decisioni e l’attività europarlamentare); dall’altra la crisi dei due grandi blocchi moderati: i Popolari e i Socialdemocratici, che hanno dominato il panorama europeo negli scorsi decenni, grazie anche al supporto di Cdu-Csu e Spd in germani e centristi e Pd in Italia. E che oggi si trovano di fronte a una netta perdita di consensi.

In Francia invece il movimento politico trainato da Marine Le Pen, supera e mette in difficoltà Emmanuel Macron, che se verrà confermato dai risultati definitivi, potrà cambiare la politica in tutta Europa.

Elezioni europee 2019: l’affluenza al voto

Buoni i risultati di affluenza in tutta l’Unione europea: dato definitivo del 50,95% (nel 2014 era del 42,61%). In controtendenza invece l’Italia, dove il dato definitivo dell’affluenza è del 56,1 per cento contro il 58,6% delle europee del 2014.

Elezioni europee 2019: la fotografia  

La lista del Rassemblement National di Marine Le Pen è arrivata al primo posto, con il 23,31% dei voti, superando quella di Emmanuel Macron Lrem-MoDem di 0,9% (22,41%). Stesso numero di deputati eletti al Parlamento europeo (23), dunque.

Le frange sovraniste aumentano il loro peso principalmente in Italia e Francia. Per il resto dell’Unione europea si è assistito a un boom dei Verdi: in Germania “Die Grünen arrivano al 20% e diventano il secondo partito del paese. In Francia si attestano attorno al 13%. Buoni anche i risultati in Irlanda, Belgio.

Detto ciò, la fotografia del Parlamento europeo, in attesa dei dati definitivi, per la legislatura 2019-2024, vede:

  • Il PPE – Gruppo del Partito popolare europeo (Democratici cristiani) con 179 seggi.
  • S&D  Gruppo dell’Alleanza progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo con 150 seggi.
  • ALDE con 107 seggi
  • Verdi ALE con 70 seggi.

Ecco la fotografia completa del Parlamento europeo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome