È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 9 febbraio il nuovo bando di Concorso Assistenti sociali per 250 posti presso il Ministero della Giustizia, nei ruoli del personale del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità. Scarica il bando.

Vediamo nel dettaglio i requisiti per partecipare, come inviare la domanda e come prepararsi alle prove di selezione.

Requisiti per il Concorso Assistenti sociali

Per partecipare al Concorso Assistenti sociali, i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • laurea triennale, laurea magistrale o diploma di laurea (vecchio ordinamento) in scienze del servizio sociale o equipollenti per legge; sono considerati validi anche i diplomi universitari in servizio sociale o i diplomi di assistente sociale;
  • abilitazione all’esercizio della professione di Assistente Sociale;
  • iscrizione all’albo professionale degli assistenti sociali,
  • cittadinanza italiana,
  • idoneità fisica all’impiego.

Domanda di partecipazione al Concorso Assistenti sociali

I candidati devono compilare il modulo della domanda online sul sito del Ministero della Giustizia entro il 12 marzo 2018. Disponibili anche le Faq tecniche e Faq amministrative per la compilazione della domanda.

Resta aggiornato con la nostra newsletter dedicata ai Concorsi Pubblici – Iscriviti!

Le prove di selezione del Concorso Assistenti sociali

Il bando prevede 2 prove scritte e una orale, precedute da una prova preselettiva nel caso in cui le domande di partecipazione siano superiori a mille.

La prova preselettiva consisterà in una serie di domande a risposta multipla vertenti su argomenti di cultura generale e sulle materie previste per le prove scritte e orale, ma non sulla lingua straniera e conoscenza dell’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche

Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorrerà sulla determinazione della votazione complessiva finale. Supereranno la prova i primi 750.

Le prove scritte verteranno sulle seguenti materie:

  • Diritto penitenziario con particolare riferimento alle misure alternative e sostitutive alla detenzione e alle sanzioni di comunità, per adulti e minori, anche nella prospettiva sovranazionale;
  • Modelli, tecniche e strumenti di metodologia del servizio sociale.

Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato il punteggio di almeno 21/30 in ciascuna delle prove scritte.

La prova orale verterà sulle stesse materie delle prove scritte e su:

  • Elementi di diritto penale, di procedura penale e di diritto di famiglia e dei minori;
  • Etica e deontologia professionale dell’Assistente Sociale;
  • Elementi di criminologia e sociologia della devianza;
  • Elementi di diritto amministrativo.

Nella prova orale i candidati dovranno dimostrare anche la conoscenza di una lingua straniera scelta dal candidato tra Inglese, Francese, Tedesco o Spagnolo e l’accertamento della conoscenza dell’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche

 

Le date delle prove di selezione

Il calendario delle prove scritte (o l’eventuale prova preselettiva) sarà pubblicato sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia, a partire dal 29 maggio 2018.

Per la preparazione segnaliamo

L’assistente sociale e l’assistente sociale specialista

L’assistente sociale e l’assistente sociale specialista

Barbara Giacconi, Loretta Bonifazi, 2016, Maggioli Editore

Il volume si rivolge a chi intende preparare l’esame di abilitazione alla professione di assistente sociale e assistente sociale specialista. Dopo un’introduzione sulle modalità di svolgimento dell’esame di Stato (le prove, le competenze e le conoscenze richieste), il...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome