Da ieri mattina i genitori che devono iscrivere i propri figli alle scuole elementari, medie e superiori possono registrarsi al Portale web del Miur dedicato alle iscrizioni e dal 16 gennaio fino al 6 febbraio sarà possibile effettuare l’iscrizione. Nelle prime ore di ieri il sito è andato in tilt a causa del numero elevato di visite, come già successo precedentemente in occasioni di altre scadenze. Vediamo in dettaglio come funziona e le ultime novità legate alle scuole.

Come registrarsi al portale Iscrizioni

Il portale del Miur dedicato alle iscrizioni contiene le informazioni su come registrarsi al portale, chi ha già un’identità SPID potrà accedere con quelle credenziali, altrimenti sarà necessario effettuare la normale registrazione.

Come effettuare l’iscrizione sul Portale

Ricordiamo che le iscrizioni on line sono obbligatorie per le scuole statali e facoltative per le scuole paritarie e riguardano anche i corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali di Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana e Veneto. Per le scuole dell’infanzia invece la procedura di iscrizione è ancora cartacea.
Per avere maggiori informazioni sulle singole scuole è disponibile il sito Scuola in Chiaro, con le schede sintetiche su tutti gli istituti.

Una volta effettuata la registrazione si può accedere al servizio con le proprie credenziali, cliccare su”Presenta una nuova domanda di iscrizione” e inserire il codice identificativo della scuola o del CFP prescelto.

Nella prima schermata bisogna inserire i dati anagrafici dell’alunno e altre informazioni necessarie per l’iscrizione, in quella successiva sono richieste informazioni di specifico interesse della scuola prescelta. Il modulo di domanda viene visualizzato per verificare la correttezza dei dati inseriti e poi può essere inoltrato alla scuola, ricevendo una ricevuta di conferma dell’invio anche via email all’indirizzo indicato.

Ricordiamo che una volta inoltrata la domanda non può essere modificata, ma è possibile contattare direttamente la scuola destinataria che può “restituirla” attraverso il portale.

La scuola che riceve la domanda, può accettarla, in caso di mancanza di posti, può girarla all’altra scuola indicata come alternativa dal genitore nel modulo. In ogni caso il genitore riceve via email tutti gli aggiornamenti sullo stato della propria domanda fino alla conferma di accettazione finale:

  • è inoltrata: recapitata alla prima scuola scelta che dopo la chiusura delle iscrizioni la valuterà,
  • è accettata: è stata accolta dalla scuola,
  • è smistata: in caos di mancanza di posti dalla scuola scelta, viene inoltrata all’istituto scelto come soluzione alternativa,
  • restituita: durante il periodo di iscrizioni la scuola restituisce la domanda già inoltrata per integrare alcune informazioni o su richiesta della famiglia. Dopo la restituzione la domanda va nuovamente inoltrata.

Lo stato della propria domanda è consultabile anche attraverso il servizio di Iscrizioni on line, su “Visualizza Situazione Domande”.

Ultime novità per le Scuole

Ricordiamo che da prossimo settembre partiranno nuovi indirizzi quadriennali sperimentali in 100 classi di altrettante scuole superiori:75 indirizzi liceali e 25 indirizzi tecnici. Anche per gli indirizzi professionali ci sono cambiamenti in vigore dal prossimo anno scolastico: i percorsi saranno composti da un biennio seguito da un triennio e gli indirizzi passeranno da 6 a 11.

Sull’argomento potrebbe interessare

L’ora di lezione non basta

L’ora di lezione non basta

Marco Orsi, 2015, Maggioli Editore

Galileo aveva vestito il suo occhio con il cannocchiale: ciò gli permise di scoprire la configurazione delle cose celesti. In questo libro l’autore propone di vestire a nuovo le classi delle nostre scuole.Se la formazione è così fondamentale come si dice, allora gli spazi ad essa riservati...




CONDIVIDI
Articolo precedenteReddito di inclusione, oltre 75 mila domande in un mese
Articolo successivoConcorso Magistratura, i componenti della commissione d’esame

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here