X

Legge di Bilancio 2018: fiducia al Senato, ultime novità del testo

Dopo il via libera del Senato, il testo della Legge di Bilancio  è arrivato al vaglio della Commissione Bilancio della Camera dei Deputati che dovrà analizzare per l’ammissibilità quasi 6 mila emendamenti presentati. Mercoledì 13 la stessa Commissione esaminerà quelli segnalati da Governo e partiti, non oltre 820. Montecitorio ha dato l’ok sul decreto Fiscale, provvedimento collegato alla Legge di Bilancio che ora è legge.

La Manovra 2018 esce da Palazzo Madama con diverse novità in merito alle pensioni, agevolazioni per le famiglie e le imprese, per i giovani. Facciamo un breve riepilogo.

Pensioni, le ultime novità nella Legge di Bilancio

Sulle pensioni ricordiamo che sono stati respinti gli emendamenti su Opzione Donna e proroga Ape social, mentre hanno ricevuto il via libera l’esenzione dallo scatto dell’età pensionabile e l’accesso all’Ape social per 15 categorie di lavoratori impegnati in attività usuranti e lo sconto per le donne lavoratrici di 12 mesi per ogni figlio fino a un massimo di 2 anni.

Confermata la modifica al meccanismo di calcolo e dell’adeguamento: dal 2021 il calcolo della media della speranza di vita sarà biennale con riferimento al biennio precedente e viene fissato un limite massimo di tre mesi per ciascun adeguamento futuro, da riassorbire nell’ambito dell’adeguamento successivo qualora fosse registrato un incremento o un decremento.

Prevista la proroga fino a fine 2019 dell’Ape volontaria e l’estensione dell’Ape social ai disoccupati a cui non viene prorogato il contratto a termine. Nessuna proroga per l’Ape social che potrebbe arrivare durante l’esame alla Camera.

Misure per le famiglie: Bonus Bebè e Caregiver

Confermato e reso strutturale il Bonus Bebè: 80 euro per il 2018 e dal 2019 in poi dimezzato a 40 euro. Il bonus è accessibile per genitori con Isee fino a 25.000 euro e spetterà solo fino al compimento del primo anno di età del neonato e del bambino adottato.
Istituito un Fondo da 60 milioni di euro come sgravi del superticket per diminuire la quota fissa sulla ricetta da parte di specifiche categorie di soggetti vulnerabili.

Stanziati 60 milioni di euro in 3 anni per sostenere le misure a favore dei caregiver familiari che si prendono cura di familiari malati o disabili.

Le misure della Legge di Bilancio su Lavoro e Imprese

Sgravi al 50% per le assunzioni di giovani under 30, solo per il 2018 lo lo sgravio per le assunzioni di giovani fino a 35 anni. L’agevolazione è al 100% nelle regioni del Sud

Sono stati messi disposizione 60 milioni, 10 milioni per il 2018 e 50 milioni di euro dal 2019, per la trasformazione in contratti a tempo indeterminato di ricercatori e tecnologi attualmente precari.

Ampliata la platea del Bonus 80 euro con l’innalzamento del tetto di reddito, pieno fino a 24mila 600 euro (dai precedenti 24mila), e in misura ridotta fino a 26mila 600 (prima il tetto era 26mila euro annui).

Ritoccata l’aliquota dal 140% al 130% relativa ai superammortamenti per i macchinari, mentre resta al 2505 quella dell’iperammortamento legata all’acquisto di strumenti per la digitalizzazione. Introdotto il nuovo credito d’imposta al 40% (per un importo massimo di 300mila euro) per le spese in formazione digitale 4.0. Stanziati 330 milioni per la Nuova Sabatini con il 30% dei fondi destinati a Industria 4.0.

Resta aggiornato con il nostro speciale Legge di Stabilità 2018

Prorogate per il 2018 anche le agevolazioni fiscali sulla Casa:

  • Ecobonus (65%) per interventi di risparmio energetico,
  • Bonus ristrutturazione (50%) per interventi di manutenzione, ristrutturazione e recupero di edifici esistenti
  • Bonus Mobili (50%) per acquisto di mobili, arredi e elettrodomestici
  • Sisma bonus (70%-80%) per interventi antisismici su edifici ubicati nelle zone sismiche ad alta pericolosità.

Introdotta la detrazione del 36% (Bonus Verde) per interventi di sistemazione e piantumazione in giardini, terrazzi, balconi e cortili.

Altre misure della Legge di Bilancio

Creato un Fondo per le banche di 50 milioni per il 2018-2019 per i risparmiatori delle banche venete e delle quattro banche in risoluzione, a condizione che il “danno ingiusto” per misselling dei bond emessi dalle banche sia “riconosciuto con sentenza passata in giudicato” o dall’arbitro.

Prorogata al 2019 la web tax, imposta al 6% sulle transazioni digitali relative a prestazioni di servizi tramite mezzi elettronici.

Detrazione fino a 250 euro per le spese d’abbonamento di trasporti pubblici locali, regionali e interregionali, detassazione  per i datori di lavoro che offrono il rimborso ai dipendenti.

Dal 2019 obbligo di Fatturazione elettronica fra privati.

Consigliamo la lettura di

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

2017, Maggioli Editore

Guida pratica in forma ebook che illustra tutte le novità contenute nel testo definitivo della Legge di Bilancio 2018 presentato in Parlamento lo scorso 31 ottobre.La Manovra vale complessivamente 20,4 miliardi di euro e punta alla crescita con il sostegno agli investimenti e all’occupazione,...