Rottamazione Quater, scadenze in arrivo: quarta rata entro il 31 maggio

I 5 giorni di tolleranza fanno slittare i pagamenti al 5 giugno

Redazione 17/05/24
Scarica PDF Stampa

Chiuso ormai l’appuntamento con le prime tre tranche, ci avviciniamo alla prossima scadenza della Rottamazione quater: il termine di pagamento della quarta rata del piano, che scade a fine maggio, a cui si devono aggiungere i canonici 5 giorni di tolleranza.


La cosa interessa i contribuenti che sono stati ammessi al piano di definizione agevolata in questione, e che ovviamente non sono decaduti per mancato pagamento delle precedenti rate.


In breve le date entro cui pagare e come fare.

Indice

Rottamazione quater: date saldo quarta rata

In arrivo la scadenza per il saldo della quarta rata della Rottamazione quater. Ricordiamo che la deadline per le prime tre tranche si è chiuso lo scorso 20 marzo.

Chi si è messo in regola con tutti i pagamenti, può ora procedere al saldo della quarta rata dei debiti inclusi nel Piano di definizione agevolata, da effettuare entro venerdì 31 maggio 2024.

E’ però ormai assodato che l’Agenzia delle entrate riscossione concede 5 giorni di tolleranza oltre la scadenza stabilita, durante i quali il contribuente può ancora procedere al versamento della somma dovuta, senza incorrere nella decadenza dal piano agevolato.

Alla data del 31 maggio possiamo quindi aggiungere altri 5 giorni di tolleranza. In questo modo la scadenza reale per il saldo degli importi diventa mercoledì 5 giugno 2024.

I debiti inclusi nella Rottamazione quater

Quando si parla di rottamazione quater si fa riferimento a Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022.

Viene data la possibilità al contribuente di estinguere i debiti relativi ai carichi rientranti nell’ambito applicativo, versando soltanto le somme dovute a titolo di capitale e quelle maturate a titolo di rimborso spese per le procedure esecutive e per i diritti di notifica.

Non si devono pagare invece dovute le somme dovute a titolo di interessi iscritti a ruolo, sanzioni, interessi di mora e aggio.

Per quanto riguarda i debiti relativi alle violazioni del Codice della strada e le altre sanzioni amministrative, non sono da corrispondere le somme dovute a titolo di interessi, quelli di mora e di rateizzazione, nonché le somme dovute a titolo di aggio.

Gli importi e i debiti da saldare

Come conoscere gli importi da pagare? E’ sufficiente che il contribuente verifichi di aver ricevuto la comunicazione delle somme dovute.

Si tratta di un documento, inviato a tutti gli aderenti alla Rottamazione quater, con all’interno il riepilogo del Piano, gli importi da pagare e i moduli di pagamento precompilati, per portare a termine la transazione.

Qualora l’avesse persa, una copia può sempre essere scaricata online dal sito dell’Agenzia delle entrate riscossione:

  • in forma privata sulla propria AREA RISERVATA;
  • in forma pubblica, compilando il form dedicato in area pubblica e allegando la documentazione di riconoscimento. Basta inserire il codice fiscale del richiedente, allegare la documentazione necessaria al riconoscimento e indicare la casella e-mail dove ricevere la “Comunicazione” e i moduli per pagare.

Rottamazione quater: come pagare le somme dovute

Una volta entrati in possesso dei moduli di pagamento precompilati è possibile procedere con il versamento della quarta rata a titolo di rottamazione.

Per pagare sono disponibili i seguenti canali:

  • Sito istituzionale;
  • App EquiClick;
  • Moduli di pagamento utilizzabili nei circuiti di pagamento di:
    • sportelli bancari;
    • uffici postali;
    • home banking;
    • ricevitorie e tabaccai;
    • sportelli bancomat (ATM) che hanno aderito ai servizi CBILL;
    • Postamat;
  • Sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione prenotando un appuntamento nei giorni dal
  • lunedì al venerdì.

Ricordiamo che, chi volesse semplificarsi la vita e non rischiare di dimenticare date e adempimenti, può sempre per richiedere la domiciliazione dei pagamenti sul conto corrente. Le info su come farlo sono incluse nella comunicazione delle somme dovute.

Le prossime scadenze della Rottamazione quater

Le restanti rate del 2024 andranno saldate entro queste due scadenze:

  • mercoledì 31 luglio 2024;
  • sabato 30 novembre 2024

Scadenze non rispettate: cosa succede?

Occorre fare molta attenzione a non saltare i pagamenti. In caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento, superiore a cinque giorni (i canonici 5 giorni di tolleranza), dell’unica rata ovvero di una di quelle in cui è stato dilazionato il pagamento, la Definizione agevolata risulta inefficace e i versamenti effettuati sono considerati a titolo di acconto dell’importo complessivamente dovuto.

In questo caso i 5 giorni di tolleranza considerano il pagamento valido se effettuato entro mercoledì 5 giugno 2024.

Per restare aggiornato sulle novità fiscali, puoi iscriverti gratis alla Newsletter LeggiOggi, compilando il form qui sotto:

Iscriviti alla newsletter aoqzlwlnnk1v21gh
Iscrizione completata

Grazie per esserti iscritto alla newsletter.

Seguici sui social




Foto: istock/PURPLEANVIL