Esame di Maturità 2017, ultimo giorno degli scritti: è in programma stamattina la terza prova, il temutissimo “quizzone” che mette di fronte gli studenti a cinque delle materie che hanno affrontato durante l’ultimo anno. Dopo la prova di italiano, uguale per tutte le scuole, e la seconda prova, diversa a seconda dell’istituto, è quindi il momento dell’ultimo sforzo prima degli orali.

Tenendo presente che la terza prova è diversa da scuola a scuola, anche all’interno della stessa città, vediamo che cosa bisogna sapere sulle materie, sulla durata e sullo svolgimento del quizzone, e quali possono essere i consigli più utili per gli studenti.

Per approfondire, visita la nostra sezione dedicata all’Esame di maturità 2017.

 

Quali sono le materie della terza prova 2017?

La terza prova degli Esami di Stato 2017 può avere ad oggetto fino a cinque delle materie scolastiche che sono state affrontate durante l’ultimo anno di scuola. Ma quali sono queste materie? Salvo “suggerimenti” degli insegnanti negli ultimi giorni, non si può sapere con certezza le materie scelte dalla commissione; è certamente possibile, però, escluderne alcune e farsi un’idea di quali siano quelle più probabili.

Innanzitutto, lo ripetiamo, la terza prova si basa su quanto studiato nell’ultimo anno: non possono esserci materie e argomenti affrontati durante gli anni precedenti. È molto importante poi tenere a mente che per ogni materia selezionata per la prova deve essere presente in commissione almeno un docente abilitato al suo insegnamento. In altre parole, attenzione ai membri della commissione: se mancano insegnanti specializzati su una determinata materia, questa non farà parte della terza prova.

Come funzionano gli esercizi della terza prova?

A discrezione delle varie commissioni in ogni scuola non solo le cinque materie da scegliere per la terza prova, ma anche la tipologia di esercizi richiesti. Anche in questo caso, però, è possibile sapere tra quali opzioni i vari istituti saranno costretti a scegliere. Nello specifico, in ogni scuola sarà selezionata una delle seguenti tipologie di esercizi:

  • trattazione sintetica di argomenti significativi (per un massimo di 5 argomenti);
  • quesiti a risposta singola (il numero dei quesiti deve essere compreso tra 10 e 15);
  • quesiti a risposta multipla (il numero dei quesiti deve essere compreso tra 30 e 40);
  • problemi a soluzione rapida (non più di 2 problemi);
  • analisi di casi pratici e professionali (non più di 2 casi);
  • sviluppo di un progetto.

Attenzione, però: i quesiti a risposta singola e quelli a risposta multipla possono essere combinati.

Maturità 2017, come viene calcolato il voto finale?

Giunti all’ultimo giorno delle prove scritte, moltissimi studenti si stanno chiedendo come verrà calcolato il loro voto finale e quante possibilità hanno di arrivare al cento.

Ebbene, ogni prova scritta dell’Esame di Maturità 2017 può assegnare un massimo di 15 punti a ogni studente. Il quizzone di oggi, quindi, vale in percentuale esattamente come lo scritto di italiano e la seconda prova. L’orale, invece, che prenderà il via in tutte le scuole tra pochi giorni, vale di più: ben 30 punti. Il totale è quindi di 75 punti: i restanti 25 sono assegnati sulla base dei crediti formativi accumulati durante gli anni delle superiori.

Terza prova, data spostata al 27 giugno per ballottaggio

Abbiamo detto che la terza prova dell’Esame di Stato 2017 si svolgerà oggi, lunedì 26 giugno, in tutta Italia. Esiste però un’eccezione: le scuole che sono sede di seggio in caso di ballottaggi relativi alle elezioni amministrative dovranno spostare la data di esecuzione della prova a martedì 27 giugno, o comunque al primo giorno utile dopo la restituzione delle aule all’istituzione scolastica.

 

Volume consigliato:

Sostegno nelle scuole di ogni ordine e grado

Sostegno nelle scuole di ogni ordine e grado

Pietro Boccia, 2017, Maggioli Editore

L’opera è un utilissimo strumento per futuri insegnanti impegnati in prove concorsuali e per l’aggiornamento professionale di quanti già esercitano la professione nelle scuole di ogni ordine e grado. In un unico testo di immediata consultazione si è...




CONDIVIDI
Articolo precedenteIl decreto correttivo del testo unico e le società in rosso
Articolo successivoConcorso Cancellieri, oggi le prove scritte: la guida all’esame

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here