Vaccini Obbligatori Scuola

Il Decreto Vaccini è Legge. L’intenzione di rendere obbligatoria la somministrazione dei vaccini, come presupposto per la regolare iscrizione ad asili nido e scuole materne, nonchè per poter frequentare legittimamente la scuola dell’obbligo è divenuta una concretezza.

Dopo il panico che ha seminato il contagio da meningite lo scorso inverno, e considerato l’ingente calo delle vaccinazioni in Italia, il Governo Gentiloni, guidato dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ha intrapreso la via della coercizione, anche nei confronti del medici, che non possono rifiutarsi di somministrare vaccini.

Vaccini Obbligatori: si può vietare l’iscrizione del minore?

Tuttavia, c’è una profonda novità: rispetto al testo presentato due settimane fa, è stato introdotto uno strumento di non poco conto, la c.d. autocertificazione.

In particolare, si potrà procedere all’iscrizione, nonchè alla frequentazione della scuola, anche laddove non si detengano ancora i certificati dei vaccini eseguiti, perchè non ancora fatti o perchè non immediatamente disponibili. I genitori, in questo modo, certificheranno la volontà di vaccinare i figli, presentando la richiesta della prestazione sanitaria all’Asl, oppure dichiarando, sotto propria responsabilità, che i figli sono stati vaccinati, e si impegnano a reperire la documentazione relativa entro un termine prestabilito.

Speciale VACCINAZIONI OBBLIGATORIE

Ma quali sono i vaccini ora obbligatori?

Per i minori da 0 a 6 anni, i vaccini obbligatori sono i seguenti, in quanto andrebbero eseguito entro il terzo mese di vita:

  • l’anti poliomielite
  • anti difterite
  • anti tetanica
  • anti epatite B
  • anti pertosse
  • anti emofilo B (esavalente)

Seguono poi per i minori fino a 16 anni:

  • anti meningococco C e B
  • anti morbillo
  • parotite
  • rosolia
  • varicella.

Vaccini Obbligatori: quali vaccini per quali fasce d’età?

Come fare se mancano vaccini non più eseguibili da parte del minore? In particolare, saranno considerate obbligatorie solo le vaccinazioni corrispondenti alla classe d’età cui appartiene lo stesso. Ad esempio, il meningococco B, introdotto quest’anno, sarà eseguito solo dai nati nel 2017, non potendolo più ricevere i bambini di anni maggiori di 10.

Le fasce d’età stabilite dal decreto sono le seguenti:

  • Nati 2001-2011 – dovranno aver fatto l’esavalente e anti morbillo, parotite e rosolia (9 vaccini)
  • Nati 2012-2016 – dovranno fare i vaccini dei nati negli anni precedenti più il meningococco C (10 vaccini)
  • Nati 2017 – dovranno fare i vaccini dei nati negli anni precedenti più meningococco C e varicella (12 vaccini)

Potresti leggere anche: Vaccini Obbligatori a Scuola, cosa si rischia?

La nuova responsabilità professionale in Sanità

La nuova responsabilità professionale in Sanità

A cura di Umberto Genovese e Filippo Martini, 2017, Maggioli Editore

La Collana «Responsabilità Sanitaria» persegue lo scopo dell’o- monimo Laboratorio dell’Università degli Studi di Milano, nonché della relativa Associazione (RESPONSABILITASANITARIA.it), vale a dire approfondire lo studio e l’elaborazione dei...




CONDIVIDI
Articolo precedenteInps: arriva la guida in 7 passi per i pensionati
Articolo successivoGraduatoria Concorso Cancellieri: domani le date delle prove scritte

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here