Vaccini Obbligatori

Da settembre 2017 i vaccini saranno obbligatori. È stato approvato il decreto legge che il Governo, dietro proposta del Ministro Lorenzin, aveva già pronto qualche settimana fa, e che attendeva di essere approvato dal Consiglio dei Ministri. L’iniziativa era stata intrapresa anche da alcuni Consigli Regionali, come quello toscano, ma dopo la creazione di un decreto nazionale, a nulla varranno i programmi locali.

Era dal 1999 che i vaccini ai minori, in particolare agli infanti più piccoli di anni 6, erano divenuti solamente facoltativi. Ma d’ora in poi le cose torneranno a  cambiare, considerato anche l’importante calo di vaccinazioni che si sono registrate in questi ultimi anni. Si stima che siano ben 816.836 i bambini non vaccinati ad oggi. Ma vediamo insieme in cosa consiste il nuovo decreto legge.

Vaccini Obbligatori: da quando?

I genitori che vorranno iscrivere i propri figli all’asilo nido o alla scuola materna, hanno l’obbligo di certificare la loro avvenuta vaccinazione. In particolare, è aumentato anche il numero di vaccinazioni obbligatorie, che passa da sei a dodici.

Infatti, a polio, difterite, tetano e epatite B, si aggiungono pertosse, haemophilus B, morbillo, parotite, rosolia, varicella, meningococco B e C.

E quali sono i nuovi obblighi per ciò che concerne i minori frequentanti le scuole elementari? Spingersi all’espulsione, o all’impedimento a frequentare quella che in fin dei conti è la scuola dell’obbligo è sembrato eccessivo.

La nuova responsabilità professionale in Sanità

La nuova responsabilità professionale in Sanità

A cura di Umberto Genovese e Filippo Martini, 2017, Maggioli Editore

La Collana «Responsabilità Sanitaria» persegue lo scopo dell’o- monimo Laboratorio dell’Università degli Studi di Milano, nonché della relativa Associazione (RESPONSABILITASANITARIA.it), vale a dire approfondire lo studio e l’elaborazione dei...



Quali sanzioni per chi non vaccina i figli?

Tuttavia, il Governo ha comunque ritenuto riprovevole il comportamento reticente di coloro che non vaccinino i propri figli nemmeno prima di iscriver loro alla prima elementare: dunque, gli stessi saranno multabili di sanzioni fino a 7 mila e 500 euro per ogni vaccino non fatto a ciascun figlio. Addirittura si potrebbe arrivare fino alla sospensione della potestà genitoriale.

Un’altra questione viene a galla, però, in questo clima di obbligatorietà, ovvero: anche i medici sono obbligati a vaccinare? Il Ministro Lorenzin se lo è domandato, e infatti sta provvedendo per integrare il decreto legge con una clausola che riponga ordine sul merito.

Informazioni Antiscientifiche? Radiazione dall’albo

In particolare, si dovrebbe disporre che tutto il personale sanitario sia tenuto ad erogare prestazioni di servizio conformi all’obbligo di vaccinazione. Non solo: l’Ordine dei Medici dovrebbe impartire sanzioni disciplinari nei confronti di tutti coloro i quali diffondano informazioni antiscientifiche, in quanto capaci di scatenare allarme sociale e comportamenti pregiudizievoli, quale quello di astenersi dalla vaccinazione.

Al contempo, però, tra le priorità della Lorenzin, spicca anche quella di trattare con una trasparenza rigorosa le informazioni relative agli effetti collaterali dei vaccini.

L’aspetto più criticato, ad oggi, risulta essere quello relativo alle grosse sanzioni economiche cui incorrono i genitori che non vaccinino i figli, anche all’età delle scuole elementari. Infatti, il fatto che l’obbligatorietà dei vaccini sia in questo caso aggirabile dal pagamento di una sanzione, creerebbe discriminazioni tra classi più e meno abbienti del nostro Paese, facendo sì che i più benestanti, potendo saldare le multe, possano effettivamente evitare di vaccinare i figli.


CONDIVIDI
Articolo precedenteEsame Maturità 2017: Terza Prova, cosa c’è da sapere
Articolo successivoPrivacy e trasparenza online della P.A.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here