Bonus pensioni 2017

Approvato l’aumento della quattordicesima e, cosa più interessante, l’aumento del numero di pensionati a cui verrà riconosciuta. Le misure sono introdotte all’art.1 c.187 della Legge di Bilancio 2017, che rafforza la mensilità bonus corrisposta nel mese di luglio.

Quattordicesima: dove eravamo?

La quattordicesima mensilità è un bonus che ammonta a una cifra compresa fra i 336€ e i 504€, a seconda degli anni di contributi versati. Questa viene versata in estate, nel mese di luglio, a tutti i pensionati over 64 che percepiscono un redditto inferiore alla soglia fissata per legge.

Chi riceverà il bonus nel 2017

Su questo punto arriva la prima, importante, novità: dal 2017 la quattordicesima mensilità sarà conferita anche a tutti coloro che prendono una pensione fra l’1,5 e le 2 volte la minima prevista dal fondo pensione lavoratori dipendenti.

Oltre a restare al di sotto del doppio del trattamento pensionistico minimo, il beneficiario dovrà avere più di 64 anni, essere già titolare di un trattamento pensionistico erogato dall’assicurazione generale obbligatoria o dai fondi sostitutivi ad essa (inclusi il fondo di previdenza del clero secolare e dei ministri di culto delle confessioni religiose diverse dalla cattolica), dalla gestione separata e dalla gestione speciale dei lavoratori autonomi.

Sono esclusi dal bonus i pensionati Inpgi e i titolari di Naspi, di sussidi contro la disoccupazione, di assegno sociale o pensione sociale. Esclusi anche coloro che ricevono trattamenti assistenziali (ad esempio l’invalidità civile).

Cosa escludere dal calcolo del reddito

I redditi da prendere in considerazione per l’erogazione della quattordicesima sono gli stessi dello scorso anno. Restano esclusi:

  • trattamenti di famiglia;
  • indennità di accompagnamento;
  • il reddito della casa di abitazione;
  • i trattamenti di fine rapporto e competenze arretrate;
  • le pensioni di guerra;
  • le indennità per i ciechi parziali e l’indennità di comunicazione per i sordomuti.

Di quanto aumenta il bonus quattordicesima

L’altra importante novità riguarda l’aumento dell’importo previsto. Per chi resta sotto al tetto massimo di 9.786,86€ lordi (equivalente a meno di 750€ al mese) il bonus crescerà del 30% rispetto allo scorso anno.

Per risparmiavi i calcoli, elenchiamo qui sotto le varie possibilità e i relativi importi della quattordicesima 2017:

  • fino a 15 anni di contributi (18 per i lavoratori autonomi): 437€
  • fra i 15 e i 25 anni di contributi (18 e 28 per i lavoratori autonomi): 546€
  • più di 25 anni di contributi (28 per i lavoratori autonomi): 655€

Volume consigliato:

Previdenza 2017

Previdenza 2017

Gabriele Bonati - Pietro Gremini, 2017, Maggioli Editore

Il volume rappresenta un vero e proprio instant book, che ha l’obiettivo di offrire un quadro generale e di immediata intuitività circa le ultime novità intervenute nel sistema previdenziale italiano, oggetto di numerosi provvedimenti, di cui alcuni ancora in corso di...




CONDIVIDI
Articolo precedenteConcorso scuola 2016: pubblicati i risultati degli esami
Articolo successivoI motivi di opposizione alle esecuzioni fiscali

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here