-Concorso-Vigili-del-Fuoco

Il tanto atteso bando di concorso per Vigili del Fuoco è stato pubblicato da pochi giorni in Gazzetta Ufficiale(GU 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.90 del 15-11-2016).

Il concorso per vigili del fuoco è per 250 posti ed è aperto anche ai cittadini civili, infatti il 10% dei posti è riservato a chi non ha prestato servizio nelle Forze Armate o come volontario.

Si ricorda, infine, che la scadenza per presentate la domanda è il 15 dicembre 2016.


Per il superamento del concorso si consiglia il seguente volume:

250 VIGILI DEL FUOCO

250 VIGILI DEL FUOCO

a cura di Giuseppe Cotruvo, 2016, Maggioli Editore

Il manuale "250 Vigili del Fuoco" è uno strumento di preparazione per sostenere tutte le prove previste dal concorso per 250 Vigili del Fuoco, pubblicato in G.U. 15 novembre 2016, n. 90.Il testo è così articolato: Una parte introduttiva sulle modalità di...



Concorso pubblico 2016: cosa fare per diventare pompiere?

Per partecipare al concorso pubblico è necessario inviare la domanda nel sito del Dipartimento dei Vigili del Fuococoncorsi.vigilfuoco.it, entro e non oltre il 15 dicembre 2016; è importante ricordare che tutte le altre forme di invio delle domande sono escluse.

Per approfondire vai a CONCORSI PUBBLICI: I BANDI DEL 2016 

Come iscriversi alla domanda online:

  • inserire i dati anagrafici: nome e cognome, luogo e data di nascita, residenza e codice fiscale;
  • dichiarare di essere in possesso:  della cittadinanza italiana, dei diritti politici, del titolo di studio richiesto;
  • dichiarare di non essere stati sottoposti a pene detentive e misure di prevenzione
  • scegliere tra inglese, francese, spagnolo o tedesco per sostenere la prova orale in lingua straniera.

Dopo aver compilato e stampato la domanda online deve essere consegnata il giorno della prova preselettiva.

Concorso VF: la prova preselettiva

Il concorso per Vigili del Fuoco prevede quindi una prova preselettiva e un successivo esame finale. Entro il 31 gennaio 2017, in Gazzetta Ufficiale, saranno comunicate sede e data del primo test che consisterà nella soluzione di quesiti logico-deduttivi a risposta multipla, nonché da domande che si baseranno sulle seguenti materie:

  • italiano;
  • storia;
  • cittadinanza e Costituzione;
  • scienze;
  • geografia;
  • tecnologia;
  • matematica.

L’ultima prova verterà in una prova motorio-attitudinale e in un colloquio, seguito dalla valutazione dei titoli.

Concorso pompieri 2016: la prova motoria attitudinale

La prova motorio-attitudinale verifica l’efficienza fisica del soggetto all’esercizio delle funzioni del ruolo di Vigile del Fuoco. Si articola in diverse fasi che accertano, oltre all’attitudine a svolgere l’attività di vigile del Fuoco, la capacità:

  • pratica
  • di forza
  • di equilibrio
  • di coordinazione
  • di reazione motoria
  • di acquaticità

Per conoscere la tipologia e le modalità di svolgimento della prova, si consiglia ai l’allegato B del bando del Concorso 250 Vigili del Fuoco.

Materie oggetto del colloquio

La prova orale tratterà delle seguenti materie:

  • organizzazione e competenze del Corpo nazionale dei vigili del fuoco (elementi);
  • discipline tecnico-scientifiche applicative, correlate al titolo di studio richiesto per la partecipazione al concorso, finalizzate a verificare la conoscenza degli elementi di base relativi all’attività del vigile del fuoco;
  • elementi di informatica di base e conoscenze di base di una lingua straniera scelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Valutazione del punteggio finale

Il punteggio massimo complessivo è di 100 punti che corrisponderà alla somma dei punteggi ottenuti in ciascun elemento di valutazione e sarà così distribuito:

  • prova motorio-attitudinale: 50 punti;
  • colloquio: 35 punti;
  • titoli posseduti: 15 punti.

Requisiti concorso vigili del fuoco 2016

Per partecipare al concorso dei Vigile del Fuoco sono necessari i seguenti requisiti:

  • la cittadinanza italiana,
  • non aver superato i 30 anni di età (per chi è iscritto da almeno un anno negli elenchi del personale volontario del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, il limite si è innalzato a 37 anni)
  • il pieno godimento dei diritti politici,
  • il possesso dei rilevanti requisiti psico-fisici e attitudinali,
  • il possesso del titolo di studio della scuola dell’obbligo.

Per il superamento del concorso si consiglia il seguente volume:

250 VIGILI DEL FUOCO

250 VIGILI DEL FUOCO

a cura di Giuseppe Cotruvo, 2016, Maggioli Editore

Il manuale "250 Vigili del Fuoco" è uno strumento di preparazione per sostenere tutte le prove previste dal concorso per 250 Vigili del Fuoco, pubblicato in G.U. 15 novembre 2016, n. 90.Il testo è così articolato: Una parte introduttiva sulle modalità di...




CONDIVIDI
Articolo precedenteContributi consortili: il nuovo malanno di stagione
Articolo successivoReferendum 4 dicembre: la Costituzione com’è e come sarà se vince il Sì

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here