nuovo codice appalti

Non esordisce in modo propriamente onorevole il “nuovo codice dei contratti”, una delle tante “riforme epocali che si aspettano da 30 anni”, che faranno dell’Italia la locomotiva d’Europa.

PER TUTTI GLI APPROFONDIMENTI SI CONSIGLIA L’EBOOK AL PREZZO SPECIALE APPENA USCITO:

PER SAPERNE DI PIÙ LEGGI ANCHE: Nuovo Codice Appalti: approvato il testo definitivo. Ecco cosa cambia nel 2016

Infatti, la corsa affannosa verso la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, data ultima per rispettare la scadenza della Direttiva 24/2014/UE, è stata vana. Il 18 aprile, ossia ieri, nessun codice è apparso in Gazzetta.

Capita. Specie quando si realizza male persino un lavoro che avrebbe dovuto essere di copia, incolla e limatura delle norme europee.

Trionfa la soft law, il diritto leggero. Talmente leggero che, per qualche giorno e ora, nemmeno c’è stato. Buoni appalti a tutti.

Il testo approvato nel Consiglio dei Ministri di venerdì 15 aprile:

SCARICA QUI IL TESTO COMPLETO

SCARICA LA PRIMA PARTE DEL TESTO

SCARICA LA SECONDA PARTE DEL TESTO

PER APPROFONDIRE POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE I SEGUENTI CONVEGNI:

1) I criteri minimi ambientali negli appalti pubblici Cosa cambia negli Acquisti Verdi dopo la emanazione del Collegato Ambientale e il nuovo codice degli Appalti

Bologna, 19 maggio 2016

2) AREA APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI: Le procedure di aggiudicazione nel nuovo Codice appalti. Le procedure sotto-soglia e quelle ordinarie su bando

Lunedì 2 maggio 2016 – dalle 10.00 alle 12.00

 

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteCanone Rai, Modello di Esenzione: le nuove scadenze per l’invio. Quando non è più valido?
Articolo successivoCommercialisti e Revisione legale: come rispettare i nuovi standard? Ecco il nuovo software

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here