Dopo l’approvazione e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo Regolamento sulle classi di concorso (GU Serie Generale n.43 del 22-2-2016 – Suppl. Ordinario n. 5) siamo davvero agli sgoccioli per quanto concerne l’attesissima pubblicazione dei tre bandi del prossimo concorso scuola 2016.

Infatti, mentre è ormai cosa nota quanti e quali saranno i posti disponibili nei diversi Comuni per i docenti interessati, saranno a disposizione, al massimo entro venerdì 26 febbraio, sulla Gazzetta Ufficiale, tutte le informazioni riguardanti i tre bandi per il nuovo concorso docenti.

Nel frattempo, i candidati sono alle prese con l’articolata e variegata preparazione indispensabile ai fini di poter superare la selezione.

A tal riguardo la nostra Redazione consiglia i seguenti manuali tecnici contenenti tutte le istruzioni, i casi pratici, gli argomenti svolti oggetto delle prove, sia scritta che orale, del concorso a cattedra.

banner-concorso-scuola 2

COME SI SVOLGERANNO LE PROVE?

Prova Scritta

Come più volte annunciato, dovrà essere sostenuta una prova scritta recante 8 domande in 150 minuti di tempo, di cui 2 quesiti saranno quelli in lingua straniera: inglese, francese, tedesco o spagnolo, con l’obbligatorietà dell’inglese per la scuola primaria.

Le domande saranno tutte a risposta aperta, fatta  eccezione per quelle in lingua, che avranno ulteriori 5 sotto-quesiti, sempre a risposta chiusa.

Il candidato sarà tenuto a dimostrare di avere un livello di competenza pari ad almeno il livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

PER APPROFONDIRE SI CONSIGLIA: Concorso Scuola 2016: anticipazioni su Prove e Bandi. Cosa deve dimostrare il candidato?

Prova Orale

Per l’orale, dovrà invece sostenersi una prova della durata complessiva di 45 minuti, di cui 35 utilizzati per una lezione simulata e i restanti 10 riservato all’esame del singolo candidato da parte dell’apposita commissione.

QUALI CARATTERISTICHE  DEVE AVERE LA DIDATTICA MODERNA?

Nello specifico, però, il seguente contributo si prefigge di elencare quello che i docenti saranno tenuti a sapere circa teorie, metodi e tecniche della didattica.

Lo studio dei processi di apprendimento e i relativi impianti di didattica generale sono influenzati da una serie di contributi scientifici sviluppati nell’ambito delle teorie psicologiche, pedagogiche e sociologiche, nonché dagli studi promossi dalle scienze dell’educazione sulle metodologie didattiche e rapporti di monitoraggio condotti dalle istituzioni europee.

Nello specifico italiano la didattica è stata influenzata dal modello di scuola orientativa in quanto anche dal quadro normativo emerge la volontà di utilizzare metodi per favorire l’iniziativa del soggetto verso il proprio sviluppo, ponendolo in condizione di conquistare la propria identità di fronte al contesto sociale, tramite un processo formativo continuo cui debbono concorrere unitariamente le diverse strutture scolastiche i vari aspetti dell’educazione.

PER APPROFONDIRE LA CONOSCENZA SULLE DIVERSE METODOLOGIE E TECNICHE DELLA DIDATTICA, E NELLO SPECIFICO PER SAPERE COSA SONO:

1) Didattica orientativa

2) Narrazione autobiografica

3) Principali teorie psicologiche e pedagogiche

4) Metodologie dell’insegnamento

5) Tecniche attive dell’insegnamento

SI CONSIGLIA IL SEGUENTE MANUALE PRATICO PER TUTTE LE CLASSI DI CONCORSO:

Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Rosanna Calvino - Andrea Gradini, 2016, Maggioli Editore

Il manuale costituisce un indispensabile strumento di preparazione alla prova scritta e a quella orale del concorso a cattedre 2016 nelle scuole statali di ogni ordine e grado.L’opera infatti affronta, in forma sintetica, semplice e scorrevole tutte le principali tematiche richieste nelle...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome