In materia di tasse automobilistiche, con riferimento specifico al bollo auto, il termine di prescrizione relativo alla riscossione cambia nel 2016?

BOLLO AUTO: QUANDO VA IN PRESCRIZIONE LA RISCOSSIONE?

La risposta è negativa, in quanto anche per l’anno appena iniziato il termine di prescrizione dei bolli auto rimane triennale, anche se l’avviso di accertamento è diventato definitivo.

Tali tempistiche, infatti, valgono anche nel caso in cui sia stato notificato, entro i termini, un avviso di accertamento, laddove, entro i successivi 3 anni, non sia intervenuto nessun altro atto interruttivo della prescrizione.

Questo è quanto confermato dalla Commissione Tributaria Provinciale di Bari con la recente sentenza n. 3647/04/15, in base alla quale si deduce che, qualora siano trascorsi più di 3 anni dalla ricezione di un avviso di accertamento per le tasse automobilistiche, e (come detto) senza che siano stati notificati altri atti finalizzati alla riscossione, il credito risulta prescritto, anche se iscritto a ruolo e anche se presente nell’Estratto Conto Equitalia.

BOLLO AUTO: COSA SUCCEDE SE NON SI PAGA?

Nel caso il bollo auto non venga pagato, o ciò venga effettuato in misura inferiore al dovuto, l’azione da parte dell’Amministrazione Finanziaria per recuperare il relativo credito viene prescritta il terzo anno consecutivo a quello in cui sarebbe dovuto essere realizzato il pagamento, oppure a quello in cui è stato effettuato il pagamento inferiore.

A titolo esemplificativo, quindi, se il contribuente non paga il bollo auto nel 2012, e l’Agenzia delle Entrate non muove alcuna contestazione in merito entro il 31 dicembre 2015, nulla può essere più fatto per il recupero del credito, in quanto qualsiasi cartella, riguardante il medesimo credito, notificata dal 1° gennaio 2016 in poi non è più considerata legittima.

BOLLO AUTO: COSA SUCCEDE IN CASO DI AVVISO DI ACCERTAMENTO NOTIFICATO?

Anche nel caso risulti già regolarmente notificato, entro il termine dei 3 anni, un avviso di accertamento si applica lo stesso discorso, a patto però che all’avviso in oggetto non abbia fatto seguito nessun altro atto interruttivo della prescrizione entro i successivi 3 anni, i quali decorrono dopo 60 giorni dall’avvenuta notifica.

In pratica, quindi, se si è dimenticato di pagare il bollo, ad esempio, nel 2010 e viene notificato un avviso di accertamento il 1° settembre 2013, il contribuente verrà considerato “libero” soltanto dal 31 dicembre 2016 in poi, in quanto deve essere computata quale data di decorrenza della prescrizione il 61° giorno consecutivo alla notifica. Dalla data in cui l’accertamento diventa definitivo, poi, devono trascorrere altri 3 anni.

In questo caso esemplificativo, pertanto, se nei confronti del suddetto contribuente venisse notificata una cartella durante il 2016 quest’ultimo sarà comunque costretto a  pagare il dovuto. Al contrario, se l’avviso di accertamento fosse stato notificato nel dicembre 2013, il termine di prescrizione sarebbe caduto il 31 dicembre 2017, in quanto l’atto sarebbe stato definitivo nel 2014.

Attenzione, però, perché la normativa stabilisce termini di prescrizione diversi a seconda sia della tipologia dell’atto, che delle modalità di notifica.


CONDIVIDI
Articolo precedenteCorsi per auto elettriche a scuola guida
Articolo successivoAutorizzazioni per acquisti extra Consip: quando non sono necessarie?

9 COMMENTI

  1. Omesso pagamento tassa automobilistica anno 2011 mi è arrivata la cartella notificata l’ 8/05/2014…
    Reso esecutivo in data 6_10-2016…
    Mi sapete dire se dv pagare o fare ricorso?

  2. Ho ricevuto un avviso dalla regione lombarxia, (risiedo in lombardia) per un pagamento del bollo auto anno 2013, domanda?
    Mi tocca pagare, o e’ andata in pescrizione perche’ scaduti i tre anni, e se non mi tocca pagare, esiste un modulo per poter contestare? Grazie

  3. Paride 11/03/2017
    per dimenticanza sono andato a pagare la tassa di possesso del 2016 , il computer del tabacchino a cui mi sono rivolto mi ha rilasciata la ricevuta di pagamento per il 2017 .cosa devo fare? grazie
    .

  4. ho dimenticato di pagare la tassa di possesso il 2016…. la settimana scorsa son andato a pagare,anche se in ritardo, la tassa macchina del 2016… il computer mi ha fatto pagare il 2017… cosa mi succederà?

  5. bollo auto 2012 non pagato, accertamento dall’agenzia delle entrate con relativo mod.f23 da pagare notificato per posta ordinaria nel 2016. la prescrizione nella regione sicilia e’ tre anni o 5 anni. gradirei una risposta grazie

  6. In data 22 marzo 2106 ho ritirato una raccomandata di una cartella equitalia relativa ad un mancato pagamento del bollo 2011- l’agenzia delle entrate ha reso esecutiva la cartella il 3\11\2015
    Il bollo è prescritto -perche sono scaduti i termini – debbo comunque fare opposizione in autotutela ??
    Un suggerimento sarebbe graditissimo

  7. Ho omesso di pagare il bollo del 2011- mi è stata notificata una cartella EQUITALIA nella quale viene indicata iscrizione a ruolo 15\11\2015 – notificata 22 marzo 2016- devo fare opposizione ? oppure si prescrive automaticamente ??
    Un suggerimento sarbbe utilissimo, grazie

  8. e sempre una tassa vessatoria bella e buona serve solo a impoverire a chi non arriva alla fine del mese,tra un po’ si paga anche l’aria che respiriamo. visto che chi possiede una euro 3 diesel a ottobre fino ad aprile regione lombardia blocchera’ queste auto,gia’ e allora a cosa serve pagare il bollo e fare la revisione per i fumi visto che l’auto va bene .strano che ci hanno venduto queste auto che prima andavano bene poi regione lombardia cosi attenta all’inquinamento a scoperto che inquinanano,poi si passa a euro 4.allora inviatemi i soldi che mi prendo una euro 6.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here